Errori tipici dei freelance e come evitarli

Jan Tissler Ultimo aggiornamento 22.10.2020
7 Min.
Diventare un freelance
Ultimo aggiornamento 22.10.2020

Più libertà significa più responsabilità. E come libero professionista sei molto, molto libero... Ma ci sono una serie di fattori di stress che non devono esserlo. A proposito di acquisizione di clienti sconsiderata, tariffe orarie troppo basse e altro.

Io stesso lavoro come giornalista freelance, pubblicista e specialista di contenuti per le aziende dal 2012. Scrivo articoli, creo video, do consigli su tutti gli aspetti del contenuto, gestisco uno o due dei miei progetti web sul lato, e pubblico e-book e corsi online. In altre parole: non ci si annoia così in fretta.

A volte, al contrario, diventa enormemente stressante. Fa parte del lavoro e quasi inevitabile. Ma alcuni problemi sono anche fatti in casa. Ecco alcuni errori tipici che, secondo me, rendono il freelance più stressante del necessario:

Tariffe orarie troppo basse

È un tema ricorrente: sottovalutate il vostro valore di mercato. Inoltre, si fa presto a calcolare male quanto denaro si ha realmente bisogno alla fine. Questo è particolarmente vero se hai lavorato in precedenza come dipendente.

L'errore più grande è quello di assumere 40 ore di lavoro alla settimana. Certo, si può essere attivi 40 ore alla settimana, forse anche di più. Ma non potete dare per scontato che sarete pagati per 40 ore alla settimana. Questa è una differenza significativa rispetto all'essere un dipendente.

Perché? Come libero professionista, ci sono molti compiti che i dipendenti permanenti di un'azienda non hanno:

  • Quindi bisogna prima trovare e concordare degli incarichi retribuiti.
  • Devi occuparti di cose come le finanze e le tasse (vedi sotto).
  • Non si può più chiamare l'IT per problemi di computer.
  • Se ci si ammala, si va in vacanza o si approfitta delle vacanze, i soldi non continuano ad arrivare.

Inoltre, le spese come libero professionista tendono ad essere più alte. Per esempio, devi comprare la tua attrezzatura da lavoro. Potresti aver bisogno di un ufficio. Dovete stipulare un'assicurazione per la salute e l'assistenza infermieristica. E molto di più.

Suggerimento: Vuoi lavorare come libero professionista nell'ambiente di WordPress e WooCommerce ? Allora leggete i nostri consigli nell'articolo WooCommerce per i freelance. Ti mostra quali opportunità e modelli di business sono disponibili.

Qui si può calcolare ampiamente e dettagliatamente che bisogna far pagare almeno 60 euro all'ora per arrivare a un tipico stipendio medio nel settore dei servizi. Oppure puoi farti un'idea con queste due regole empiriche:

  • Prendete quello che pensate sia un buon salario lordo e moltiplicatelo per 1,5.
  • Devi raggiungere questo valore nella metà del tuo tempo di lavoro disponibile per includere sia i tuoi svantaggi come libero professionista rispetto ai dipendenti che il tempo non pagato.

Per esempio: 4.000 euro/mese sarebbe un buon stipendio lordo per te. Questo corrisponde all'incirca al tipico stipendio medio dei fornitori di servizi di cui sopra. Quindi il tuo obiettivo da freelance è 4.000 x 1,5 = 6.000 euro/mese. Di solito si presume che si lavori 21 giorni al mese. 21 giorni x 4 ore = 84 ore. 6.000 Euro diviso per 84 ore di lavoro mensile = 71,43 Euro di tariffa oraria.

Lavoro da freelance

Questa è una prima guida approssimativa. Ad alcuni sembrerà molto e ad altri persino irrealistico. E sì, questo tasso può cambiare se hai un progetto a lungo termine, per esempio. Perché allora potresti essere in grado di fatturare più di 20 ore a settimana. In generale, i freelance lavorano spesso con tariffe giornaliere e settimanali, che di conseguenza sono un po' più economiche.

Nessuna panoramica delle finanze

Come dipendente fisso, il mondo finanziario è molto chiaro: dopo tutto, hai il tuo stipendio, che arriva mensilmente. E i contributi e le tasse sono già dedotti.

Come libero professionista, è tutto molto più complesso. Poiché il tuo reddito non è regolare, a volte arriva in ritardo o può anche fallire completamente. Allo stesso tempo, le tasse vengono pagate più tardi. E avete spese che prima non erano necessarie. Come menzionato sopra, questi includono la propria attrezzatura da lavoro, l'assicurazione e molto altro.

Quindi è importante controllare se le vostre finanze stanno andando nella giusta direzione. In passato, un'occhiata al vostro conto in banca sarebbe stata sufficiente. Ora, però, questo è fuorviante: bisogna sempre tenere d'occhio quali entrate e, soprattutto, quali spese ci saranno nei prossimi mesi. Ma non lo si può dire dal saldo del suo conto corrente. Esiste un semplice software di contabilità che può aiutarvi in questo. Un foglio di calcolo può fare anche questo in caso di dubbio.

Nessuna riserva per i periodi di magra

È importante avere sempre una riserva per le "sorprese". Perché arrivano più regolarmente di quanto si desideri... L'ideale sarebbe avere riserve da tre a sei mesi per superare i periodi di magra. O forse per uscire dalla ruota del criceto che ti sei creato da solo. La malattia o altri impegni possono anche far diminuire o cessare del tutto il vostro reddito.

Includere le tasse

Quelli che pagano le tasse in anticipo sono un po' meno a rischio. Ma può succedere, per esempio, con i pagamenti anticipati trimestrali, che nel frattempo ci si dimentichi di farlo. È certamente una buona idea mettere da parte immediatamente almeno il 20% di tutte le entrate. Sia mentalmente che realmente. Se vuoi andare sul sicuro, aumenta il valore al 30%. Come freelance in Germania, a volte anche di più - a seconda della vostra situazione personale e delle altre entrate. Qui un ufficio delle imposte può aiutarvi nel calcolo. Alla fine, è sempre meglio avere troppi soldi pronti che troppo pochi.

Acquisizione di clienti impensata

Molti freelance devono continuare a cercare nuovi clienti e ordini. Se lo fanno solo quando scadono i lavori precedenti, è già troppo tardi in caso di dubbio. Trovare le giuste offerte, vincere e concordare il lavoro, consegnare il lavoro ed essere pagati alla fine: Tutto questo può richiedere molte settimane o addirittura mesi. Dovreste sempre tenerlo a mente. E già si guarda intorno quando le cose vanno bene. È anche importante investire nel proprio marketing (vedi sotto).

Fare affidamento su un unico grande cliente

Quando la vita da freelance è dura, ci si entusiasma per un grosso cliente e ci si affida. Il pericolo è che questo lavoro può cadere - e poi sei improvvisamente lasciato fuori al freddo. Se non ti sei occupato di altri potenziali clienti, può volerci molto tempo per uscire da questa valle.

Per quanto siano belli gli incarichi a lungo termine: Dovete anche considerare che siete in gran parte "fuori dalla finestra" per questo periodo. Hai poco o nessun tempo per l'acquisizione, per la tua auto-presentazione o per la formazione continua. Non bisogna sottovalutare questi costi indiretti di un grande ordine lucrativo. Inoltre, siate consapevoli della minaccia di un falso lavoro autonomo se vivete di un unico grande cliente.

Non selezionare i clienti in modo abbastanza critico

Come freelance, si tende ad accettare un lavoro perché si ha un disperato bisogno di soldi. O perché ti piace il lavoro. Questo trascura un altro punto importante: Anche tu devi essere in sintonia con il cliente. Altrimenti, questo può portare a frustrazione o forse anche a un progetto cancellato e a controversie.

Accordi e condizioni imprecisi

Se avete nuovi clienti, dovreste chiarire:

  • Cosa è effettivamente incluso nella vostra offerta
  • Quali sono i servizi aggiuntivi e quanto costano
  • Fino a quando cosa deve essere pagato ecc.

Con il tempo, svilupperete qui un modello che si spera chiarisca le domande e i problemi comuni prima del tempo. Per i servizi su larga scala, questo può includere la fatturazione di una parte dell'importo finale all'inizio e la definizione di ulteriori pietre miliari fatturabili.

Non offrire pacchetti di servizi

A seconda del campo di lavoro, può essere possibile offrire pacchetti con servizi chiaramente definiti. Il tuo vantaggio: non devi discutere i dettagli del lavoro con ogni cliente individualmente. Servizi prodotti è la parola d'ordine per la creazione di prodotti da servizi individuali.

Lavorare in modo indipendente

Non definire abbastanza chiaramente il proprio portafoglio

In generale, se puoi mostrarti come uno specialista, riduci il tuo potenziale gruppo target. Ma allo stesso tempo, lui o lei aumenta la probabilità di essere considerato. Inoltre, le tariffe orarie sono potenzialmente molto migliori. A questo proposito, assicuratevi che le persone capiscano rapidamente dove sono i vostri punti di forza. Allo stesso tempo, mostra da dove vengono.

Il mio consiglio: se hai diverse aree tematiche, è meglio distribuirle su siti e profili individuali, opportunamente ottimizzati.

Non investire nulla nel proprio marketing

Questo include il considerare la promozione della propria causa come un compito importante e continuo. Mostra i tuoi punti di forza e sottolinea esattamente gli argomenti e i compiti che ti piacciono e in cui sei particolarmente bravo. Come qualcuno una volta mi ha detto: "Se vendi soprattutto panini, ma ti piacciono di più i cupcake e ne porti di più, devi mettere i tuoi migliori cupcake in vetrina".

Questo include anche chiedere ai clienti soddisfatti una raccomandazione in due o tre frasi. Potete poi presentarlo sul vostro sito web come "prova sociale".

Organizzazione caotica del lavoro

Una delle più grandi sfide per molti freelance è essere in grado di lavorare in modo produttivo da soli. Come dipendente, spesso ti viene detto esattamente cosa fare. Come freelance, ne sei responsabile in prima persona.

Ognuno è diverso in questo campo. Alcune persone hanno bisogno di una struttura chiara. Per esempio, programmo i compiti difficili o noiosi al mattino. In caso di dubbio, lavoro su quel progetto per due ore prima di fare qualsiasi altra cosa sul mio computer. Le e-mail dovranno aspettare. E Twitter & Co. ancora di più.

Nota: come freelance, di solito si lavora da casa. Questa è una sfida per molti. Abbiamo riassunto i migliori consigli per questo nell'articolo Remote working: Vantaggi e svantaggi.

Allo stesso tempo, devi imparare ad accettare (e pianificare) il fatto che non puoi lavorare in modo produttivo e creativo per otto ore al giorno. Almeno, questo sarà il caso in molti giorni. Pianificate le vostre ore di lavoro e la vostra giornata di conseguenza.

Potrei facilmente scrivere un altro post sulle tecniche di produttività. Ci sono innumerevoli guide sull'argomento. Personalmente, non potrei vivere senza la mia app Todoist. Ci tengo tutto dentro. Tuttavia, non seguo nessun sistema particolare, come Getting Things Done (GTD), perché è troppo complicato per me. Altri, tuttavia, ci giurano.

Come freelance, è importante che tu faccia il tuo lavoro correttamente e lo consegni in tempo. Anche i piccoli lavori dovrebbero ricevere tutta la vostra attenzione. Perché non si sa mai cosa può derivarne.

Parole di chiusura

Un altro pensiero che trovo particolarmente utile: i freelance dovrebbero pensare a quello che fanno come un business e trattarlo esattamente come tale. Può non sembrare un'attività imprenditoriale, soprattutto all'inizio. Potresti essere diventato un freelance più per necessità che per altro. Ma più professionalmente ci si avvicina, più possibilità si hanno di farlo funzionare a lungo termine.

Hai domande sui nostri consigli per i freelance? Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Vuoi essere informato sulle novità sull'argomento WordPress e sul lavoro autonomo? Allora seguici su Twitter, Facebook o tramite la nostra newsletter.

Immagini: Headway, Jordan Whitfield, Danielle MacInnes

Jan è un giornalista online e specialista dell'editoria digitale con oltre 20 anni di esperienza professionale. Le aziende lo ingaggiano come autore, consulente o caporedattore. È anche il fondatore e uno dei redattori della rivista UPLOAD. Fotografo, autore della foto: Patrick Lux.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.