Progetti dei clienti con WordPress : dalla pianificazione al posizionamento

Progetti dei clienti con WordPress : dalla pianificazione al posizionamento

Agenzie e liberi professionisti per WordPress vengono confrontati con una grande varietà di argomenti: dalla performance al posizionamento fino al SEO e ai Social Media. 9 domande per il nostro partner d'agenzia Sven Jagata di Kreative Kommunikation: Come affronta queste richieste? E quali sono i tuoi consigli migliori per una pianificazione pulita dei progetti?

Infrastruttura per l'hosting di WordPress

Sven, recentemente hai spostato un negozioWooCommerce da noi perché è stato menzionato in TV e ci si aspettava molto più traffico. Qual è la sua esperienza con Raidboxes?

Sono già un "recidivo" di Raidboxes e posso solo dire che, come sempre, è andato tutto liscio. Il vostro servizio di trasferimento da solo mi ha tolto un sacco di lavoro. Inoltre, mi hai dato alcuni consigli su come rendere il sito ancora più performante.

Vi ho scelto perché sono sicuro al 100% di poter contare su un'infrastruttura assolutamente professionale e, soprattutto, affidabile per i miei progetti clienti. In ogni momento ho una sensazione positiva sia per me che soprattutto per i miei clienti.

Oltre al nostro Managed Hosting, come procedi per rendere un sito WordPress il più performante possibile?

Il motto è soprattutto: "Less is more". Questo significa prestare scrupolosa attenzione alle dimensioni delle immagini durante lo sviluppo e installare solo lo stretto numero necessario di plugin. Ho fatto inoltre ottime esperienze con il PrestoPlayer in connessione con bunny.net come server di streaming e CDN, specialmente nell'integrazione video.

Un altro esempio è una piattaforma di conoscenza con WordPress, che hai realizzato. Quali plugin vengono usati qui?

I corsi online per superare l'ansia sono venduti su questa piattaforma. Qui, in consultazione con il nostro cliente, ci siamo affidati a Tutor LMS. Con una connessione a WooCommerce e in connessione con germanizzato. Come per ogni progetto di Raidboxes finora, è stato davvero divertente fare lo sviluppo direttamente su BOX. Con questi tempi di caricamento, un ambiente di sviluppo locale semplicemente non è più necessario.

Comunicazione con il cliente e consulenza

Come procedi generalmente quando pianifichi un nuovo progetto per un cliente? Come fai a stabilire di cosa hanno bisogno veramente i clienti?

A questo scopo ho preparato un documento in cui vengono chiesti tutti i punti rilevanti. Soprattutto le aspettative al sito web devono essere descritte in modo molto preciso. La consulenza al cliente per me è sempre al primo posto. Anche se questo comporta che il progetto diventa più piccolo. Inoltre mi faccio descrivere l'attività del cliente in modo molto dettagliato, tanto da potermi sedere sulla sua sedia.

Le mie raccomandazioni quindi risultano sempre dalla prospettiva di "Cosa farei al posto del cliente?" Questo approccio si è rivelato assolutamente vincente e alla fine porta tutte le parti coinvolte a sapere esattamente: Cosa ci si aspetta da loro? Chi deve consegnare cosa e quando?

Durante lo sviluppo mi assicuro che ci sia una comunicazione quanto più fitta possibile. Anche se non c'è niente di nuovo da segnalare, un "segno di vita" di tanto in tanto vale oro. Quanto più a lungo un cliente rimane all'oscuro, tanto più cresce la sua insicurezza, se assegnare il progetto é stata la decisione giusta. In fondo, dal tuo punto di vista, si sta giá verificando tanta "magia", cioè cose che non capisce e che non ha bisogno di capire. Una correzione al giorno in questo caso è un balsamo per l'anima del cliente. Genera fiducia, anche se ci vuole tempo.

Aiuti i tuoi clienti non solo nella creazione del sito web, ma anche nel posizionamento sul mercato. Quali sono le prime misure più importanti, che puoi consigliare?

Soprattutto con i liberi professionisti solitari è sempre in primo piano la parola un po' "fastidiosa" PERCHE':

  • Perché il cliente da libero professionista fa quello che fa?
  • Perché con i tuoi affari si trova proprio a questo punto?
  • Perché gli altri dovrebbero comprare proprio da lui?

Dopo aver risposto a queste domande, di solito ci si concentra sulla creazione di un personaggio. Si tratta di domande e compiti non soggetti all'imposta sull'intrattenimento, ma senza il cui adempimento non é proprio possibile il posizionamento orientato all'obiettivo. Solo dopo ci si concentra sui concorrenti sul mercato. Per poi adattare i prodotti e/o servizi alla persona e alla situazione sul mercato.

Certo, questo è un processo che richiede tempo. Ma se lo segui con costanza, alla fine avrai una strategia su misura con un alto potenziale di successo. Chi vuole raggiungere tutti, alla fine non raggiunge nessuno. Far capire questo al cliente spesso è il compito più difficile.

Hai clienti in settori differenti. Come riesci a calarti nei panni del rispettivo gruppo target?

Probabilmente qui si sommano varie circostanze. Da un lato, nella mia carriera professionale e nei miei ormai 50 anni di vita ho potuto svolgere molte attività diverse e conoscere molti settori. Dall'altro, vado sempre a vedere i locali del cliente, soprattutto all'inizio del dialogo con il cliente. Questo mi permette di sviluppare un'idea del business. Inoltre, fare domande e ascoltare rappresentano la chiave per potersi mettere nei panni del cliente.

Il SEO ha bisogno di un lavoro preparatorio

Molte aziende vorrebbero investire di più nel SEO e nei social media. Quali misure iniziali sono particolarmente efficaci per la visibilità, sempre con un minimo sforzo?

L'ottimizzazione dei motori di ricerca è sempre una maratona e mai uno sprint. In base alla mia esperienza, è fondamentale sin dall'inizio sapere con chiarezza cosa sia effettivamente l'ottimizzazione dei motori di ricerca. E cosa si suppone di ottenere. Le immagini su questo "sport" sono a volte avventurose - e purtroppo non di rado alcune agenzie sfruttano senza vergogna tutto questo. Viene offerto "un pezzo di SEO", come quando ci si trova al banco del formaggio.

Senza un sostanziale lavoro preparatorio e lo sviluppo di una strategia, ci si muove rapidamente nel vuoto. Questo significa spreco prezioso di tempo e di denaro. Se gli imprenditori non sono sicuri di come iniziare, o se non sono o sono solo in parte consapevoli delle complesse relazioni, consiglio di farsi aiutare da un consulente. Almeno all'inizio del progetto. La ricerca delle parole chiave è qui un fattore significativo.

Le misure di ottimizzazione vengono realizzate su questa base. Se qui si commettono errori - per esempio, non tenendo conto dell'intenzione della ricerca o della concorrenza - si indirizzano i visitatori alla propria pagina. Tuttavia non sono interessati ai prodotti o ai servizi. Per esempio, vogliono solo informazioni e poi spariscono di nuovo. Oppure, malgrando grandi sforzi, semplicemente non riesce l'ingresso nella top 10 di Google & Co.

Una volta fissati gli obiettivi, selezionate le parole chiave (query di ricerca) ed elaborato un piano d'azione almeno conciso, è possibile mettersi al lavoro da soli con l'aiuto di un plugin adeguato. Personalmente preferisco la versione attuale di Rank Math come plugin di ottimizzazione. Tuttavia si dovrebbe sempre tenere d'occhio lo sviluppo del proprio ranking e dei concorrenti. Personalmente lavoro da anni con la soluzione di Sistrix.

Dato peró che anche questo software non è proprio economico, può essere consigliabile avere a disposizione un'agenzia che fornisca gli sviluppi durante il progetto. In ogni singolo caso bisogna decidere qual'è la risorsa più preziosa per gli imprenditori: il tempo o il denaro. Uno dei due deve essere usato in ogni caso. Sono due le misure raccomandate, che ognuno può e deve intraprendere da solo: impostazione e gestione dell'account Google My Business e raccolta di link da altri siti web. Questi possono essere fornitori, clienti e portali commerciali.

Social Media: la scelta giusta

Cosa consigli e perché: preferisci avere un solo canale di social media, e farlo bene, o diversi fin dall'inizio?

Dipende. Molti dimenticano la parola "sociale" in "social media". L'interazione è della massima importanza. Questo significa che se non vi sentite a vostro agio su una piattaforma anche dopo diverse settimane, è improbabile che sarete attivi con successo. Infatti la scelta della piattaforma dipende fortemente dal gruppo target che si vuole raggiungere. Semplicemente non ha senso portare il camioncino da macellaio in un mercato per vegani.

Poi dipende da quanto tempo si può o si vuole dedicare. Non di rado infatti sarebbe consigliabile controllare esattamente quale canale puó essere quello giusto. Per fare le prime esperienze all'inizio su un solo canale. Non si deve poi trascurare la notorietá del servizio o dei prodotti. Più un prodotto o un servizio è sconosciuto, più è sensato essere presenti sui canali dei social media, in quanto qui ci si puó rivolgere proattivamente al proprio target.

Poco dopo l'invenzione dell'automobile nessuno su un motore di ricerca avrebbe cercato un'automobile, ma piuttosto una carrozza o un cavallo. Lo stesso vale qui - indipendentemente dalle grandezza dell'azienda: senza una chiara definizione del gruppo target, senza un'analisi della concorrenza, della situazione del mercato e senza una strategia è praticamente impossibile avere successo sul social web.

Qualche parola su di te e sulla tua agenzia?

Attraverso l'attività di mio padre, sin dalla metá degli anni 90 ho iniziato a occuparmi di informatica in generale. Si trattava della realizzazione di una rete fra aziende e della creazione di una soluzione software industriale, che all'epoca non esisteva. Mi sono occupato anche del design delle brochure per la vendita. Già a quel tempo la combinazione tra creatività e tecnologia mi ha attratto molto. Poco dopo ho creato il primo sito web basato su HTML.

Così, attraverso l'apprendimento nella pratica e attraverso aggiornamenti regolari, sono diventato un generalista praticamente da solo. Anche se dappertutto si sente che ci si DEVE specializzare. L'esperienza con i miei clienti è qui molto diversa. Il mio gruppo target è costituito da imprese individuali e piccole. E queste apprezzano il fatto che possono rivolgersi a me sia per la creazione e l'espansione del loro sito web sia per domande sull'ottimizzazione dei motori di ricerca o sui social media. Infatti le piccole imprese non sono in grado di ingaggiare una propria agenzia per ogni compito o problema.

Negli ultimi due anni mi sono interessato sempre di piú alla mappatura dei processi di vendita con WordPress. E ho sviluppato varie soluzioni per i miei clienti. Per esempio, un sistema di ticket, una piattaforma per corsi online o la distribuzione di prodotti digitali e seminari in presenza. Se oggi dovessero chiedermi se in futuro mi specializzerò su uno dei miei argomenti, la risposta rimane un chiaro "no".

Impazzisco per la varietà delle possibilità digitali e mi diverte molto continuare a formarmi giorno dopo giorno. So benissimo che là fuori ci sarà sempre qualcuno che potrá svolgere il singolo compito meglio di me. Ma finché lo comunicheró apertamente e chiaramente ai miei clienti e ai potenziali clienti, non creerò mai false aspettative, che non posso soddisfare. Il cliente sa sempre cosa aspettarsi da me e dalla mia agenzia. Questo per me - oltre all'affidabilità assoluta - rappresenta la chiave per una collaborazione allo stesso livello.

Le tue domande sui progetti dei clienti con WordPress

Che domande hai per Sven? Aspettiamo il tuo commento. Sei interessato ad argomenti attuali su WordPress e WooCommerce? Poi segui Raidboxes su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.