Brotli & WordPress : Cuocere il 20% di rotoli più piccoli

5 Min.
Brotli & WordPress
Ultimo aggiornamento il 15/01/2020

Chi vuole cucinare panini più piccoli? Qualsiasi WordPress -professionista che voglia consegnare il suo sito web il più velocemente possibile. Da qualche tempo è molto richiesta una tecnologia chiamata Brotli - Come questo renda il vostro sito più veloce e cosa abbia a che fare con gli svizzeri, ve lo dirò oggi.

Attualmente esistono diversi metodi di compressione. Lungo è stato GZIP il standard, ma nel frattempo un nuovo algoritmo chiamato Brotli lo ha superato. Immagino che la tua prima domanda sia: Posso rendere le cose più veloci con BrotliWordPress ? Sì, posso.

Infatti, Brotli è ora incluso di RAIDBOXES default, quindi il vostro sito web sarà al passo con i tempi in termini di compressione.

In questo articolo vi mostrerò

La compressione dei dati 1 x 1

La compressione dei dati è una tecnica in cui lo spazio di memorizzazione dei dati è ridotto il più possibile. Questo perché più piccolo è il volume utilizzato, più breve è il tempo di trasmissione.

La riduzione si ottiene sintetizzando o riducendo i dati. In linea di principio, le informazioni vengono convertite in una forma più breve che richiede meno spazio di memorizzazione.

Comprimere e disimballare sono due processi, ma il punto è che sono comunque più veloci del semplice trasferimento di grandi quantità di dati.

Google come Brotli baker

Il precedente standard di compressione su Internet era GZIP. Questa compressione funziona con un algoritmo chiamato Deflate, che è una combinazione della tecnica LZ77 e della codifica Huffman. Deflate esiste dal 1993 e da allora è diventato lo standard assoluto per le trasmissioni HTTP.

Ma Google non è stato sufficiente. Nei suoi infiniti sforzi per migliorare Internet, il gigante della Silicon Valley ha sviluppato alcuni anni fa l'algoritmo di Zopfli (dal nome dello svizzero Hefezopf). Zopfli utilizza una tecnica simile a Deflate ed è anche compatibile con il suo formato dati, ma mostra già alcuni miglioramenti.

I tecnici di Google probabilmente non ne hanno ancora avuto abbastanza, perché ora ci sono i Brotli - che prendono il nome da Brötli, i rotoli svizzeri.

Brotli è un algoritmo open source, che secondo Google rappresenta un formato di dati completamente nuovo. Ora è compatibile con Deflate, ma Brotli porta altri vantaggi.

GZIP vs. Brotli: Chi farà la gara?

Quindi, quanti risparmi apporta Brotli rispetto alla procedura standard GZIP? Rapporti mostrano un chiaro vantaggio:

  • Con l'HTML, Brotli risparmia il 25% di spazio su disco in più rispetto a GZIP.
  • Con JavaScript è del 17%.
  • Il CSS è risparmiato il 20% in meno da Brotli rispetto a GZIP.

In linea di principio, la differenza di velocità tra la trasmissione di dati compressi e non compressi è già molto grande. GZIP consente già di risparmiare molto spazio di memoria rispetto alla situazione iniziale. Brotli va meglio - anche se le cifre rispetto a GZIP non sembrano un risparmio enorme.

Brotli offre vantaggi soprattutto per i siti mobili

Soprattutto i dispositivi mobili e le tariffe dati beneficiano della compressione. In questo caso, la larghezza di banda disponibile è spesso molto più bassa, cosicché anche un risparmio del 20% può tradursi in un'esperienza utente molto migliore. I server web e i dispositivi possono essere ormai abbastanza veloci - ma Internet non sempre lo è.

Poiché un numero sempre maggiore di utenti mobili accede ai siti web e quindi beneficia delle dimensioni più ridotte dei file Brotli (ad es. grazie al ridotto consumo di batteria e alle minori spese di trasmissione), Google spera che in futuro l'algoritmo diventi il nuovo standard.

Restrizioni per la cottura del pane

Nonostante questi vantaggi, Brotli non è un tuttofare. Probabilmente anche perché l'algoritmo è piuttosto giovane - Google lo ha introdotto nel settembre 2015 - bisogna ancora accettare una o due limitazioni.

La configurazione precisa è importante

Tuttavia, il risparmio delle dimensioni del file non è l'unico metro di misura rispetto al quale deve essere misurato un metodo di compressione. Dopo tutto, volete migliorare le prestazioni del vostro sito web. Un altro aspetto importante è la velocità con cui le informazioni vengono compresse e decompresse. Dopotutto, dipende dalla velocità con cui il visitatore del sito web vede i risultati.

Una configurazione errata tra il salvataggio della memoria e la velocità di conversione può far sì che GZIP sia ancora più veloce di Brotli. Sia GZIP che Brotli hanno diversi livelli di qualità (GZIP nove e Brotli undici).

Quindi qui si tratta di mettere a punto ciò che si vuole ottenere dalla propria configurazione. Risultati del test mostrano che Brotli risparmia più memoria al livello 4 e funziona anche un po' più velocemente di GZIP al livello 6.

Brotli funziona solo sotto HTTPS

Brotli funziona solo con connessioni HTTPS. Ma onestamente: da quando Google ha annunciato ufficialmente che l'uso di HTTPS un segnale di classifica dovrebbe comunque passare a SSL molto rapidamente. Tanto più che HTTP2 un'ulteriore performancecavedano consegna. Questo è solo uno dei tanti motivi per cui forniamo cavedani da RAIDBOXES 1,5 anni e mezzo. SSL gratuito con un click come standard.

Brotli è perfetto per contenuti statici

Un altro punto spesso discusso è la compressione dei contenuti dinamici. Un breve aggiornamento:

  • I contenuti dinamici vengono generati individualmente solo con la vostra richiesta, ad esempio se volete vedere solo le voci di determinate categorie in un blog o selezionare camicie di un determinato marchio in una determinata taglia in un negozio online utilizzando la funzione di filtro. Naturalmente il contenuto viene compresso solo dopo che è stato generato.
  • Il contenuto statico, invece, è già compresso sul server e viene consegnato a tutti gli utenti nello stesso modo.

Il punto cruciale della compressione del contenuto dinamico: Finché il server è occupato a comprimere il contenuto, l'utente non vede nulla all'inizio. I dati non vengono forniti fino a quando la compressione non è completa. E migliore è la compressione, più tempo ci vuole. Anche con bassi tassi di compressione, la compressione dinamica può già limitare le prestazioni. Il contenuto statico, invece, che è già compresso, può essere consegnato in pochissimo tempo quando un utente lo richiede.

In pratica, è stato dimostrato che sebbene Brotli contenuto statico di piùse l'algoritmo è configurato di conseguenza. Per i contenuti dinamici, tuttavia, molti webmaster preferiscono ancora GZIP.

Non tutti i browser supportano Brotli

Per quanto riguarda i server, NGINX e Apache (versione 2.5 e successive) ora supportano Brotli. Tuttavia, non tutti i browser sono ancora inclusi. Al momento la procedura solo nei seguenti browser:

  • Cromo (dalla versione 50)
  • Firefox (dalla versione 44)
  • Opera (dalla versione 36)
  • Edge (dalla versione 15 da aprile 2017)
  • Browser Android (dalla versione 56)
  • Safari (dalla versione 11)

Al momento gli utenti di Internet Explorer non possono farne a meno. Ma la buona notizia è che i contenuti saranno comunque consegnati a questi utenti: Qui, GZIP si accenderà automaticamente. Così non dovete temere che i visitatori di Safari e IE non vedranno assolutamente nulla.

Ma visto che almeno in Germania con Chrome e Firefox quasi il 60% del mercato sono coperti, si può comunque presumere che gran parte dei visitatori del vostro sito web possano già beneficiare di Brotli.

Conclusione

Risparmiare spazio di archiviazione, fornire siti web più velocemente e aumentare le prestazioni: siamo felici di farne parte. A mio parere, i vantaggi sono evidenti. RAIDBOXES -I clienti ne beneficiano già oggi: Brotli è integrato nei server come standard.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.