SSL e TLS rendono WordPress fino a quattro volte più veloce

Jan Hornung Ultimo aggiornamento 15.01.2020
3 Min.
SSL SPDY

C'è una convinzione persistente che SSL o il suo protocollo successore TLS rendono WordPress lento. È vero il contrario - almeno se si usa la tecnologia giusta.

Sempre più clienti e utenti conoscono la differenza tra una pagina criptata e una non criptata. Un certificato SSL crea fiducia - il lucchetto verde nella barra degli indirizzi dà semplicemente una buona sensazione. Tuttavia, altrettanto noto come l'effetto positivo della crittografia è l'idea sbagliata che SSL, o TLS, rende WordPress lento.

Esattamente il contrario - a condizione che il server permetta l'uso di SPDY. Questo protocollo di rete ottimizzato assicura che la tua pagina venga caricata significativamente più velocemente attraverso la compressione, la trasmissione dei dati migliorata e il server push.

Aggiornamento: SPDY è stato fuso in HTTP/2

L'articolo originale riguardava il protocollo di rete sperimentale SPDY introdotto da Google. Questo è stato poi incorporato nello standard HTTP/2 ed è già stato installato da molti hosters. Il principio di funzionamento è fondamentalmente lo stesso: attraverso misure come il multiplexing e la compressione dei dati, più dati possono essere trasferiti in meno tempo. È importante notare che HTTP/2, proprio come SPDY, può essere utilizzato solo con una connessione criptata. Decisive per questo sono le decisioni degli operatori del browser.

SSL e TLS costituiscono la base di SPDY

Al momento della sua creazione, SPDY era un protocollo di rete sperimentale basato su TCP di Google. È stato sviluppato principalmente per rendere il traffico di dati più contemporaneo, cioè più sicuro e più veloce.

In pratica, avete quindi bisogno di un certificato SSL per beneficiare di SPDY. Tuttavia, se li avete entrambi impostati, questo può dare al vostro sito un significativo aumento delle prestazioni. Che effetto può avere la configurazione di SPDY, si può vedere in questo esempio.

In un primo test, siamo stati in grado di quadruplicare il tempo di caricamento di HTTPS rispetto a HTTP in media. Ma come fa SPDY a ottenere questo aumento di prestazioni?

SPDY comprime e ottimizza il traffico dati via SSL / TLS

Il segreto sta nel tipo di trasmissione dei dati: SPDY assicura che i dati siano suddivisi in piccoli pacchetti quando si usa SSL / TLS. Così, la connessione esistente tra server e browser può essere occupata in modo ottimale con pacchetti di dati. SPDY trasmette diversi set di dati allo stesso tempo.

Inoltre, SPDY offre la possibilità di dare priorità a certi set di dati. Così, i dati che sono particolarmente importanti per la struttura della pagina possono essere trasferiti con priorità. Questo rende l'ottimizzazione above-the-fold molto più facile e la tua pagina sembra più veloce.

Se SSL / TLS è attivato, SPDY offre l'opzione del server push.

Un altro vantaggio di SPDY in termini di prestazioni è la possibilità di push del server. Il protocollo incarica il server di inviare certe informazioni al client in caso di sospetto, anche senza una richiesta da parte del client. Questo riduce il numero di richieste HTTP e rende la vostra pagina significativamente più veloce, perché il numero di passi di comunicazione tra il browser e il server è ridotto.

SPDY deve essere impostato sul server proprio come SSL / TLS

Ma come si fa ad attivare SPDY? Quando un browser contatta un server, informa il server della sua capacità SPDY nel cosiddetto handshake (il primo contatto, per così dire). Se SPDY è ora impostato sul server, nulla impedisce una trasmissione dei dati veloce e sicura.

I colleghi di Google hanno riassunto come controllare se il tuo server supporta SPDY e come impostarlo su Apache e Nginx.

Conclusione: SPDY è veloce e sicuro, ma richiede SSL / TLS

Prima di impostare un certificato SSL, dovresti quindi controllare se il tuo server supporta SPDY. Se il tuo hoster usa SPDY, puoi essere sicuro che il tuo sito offre attualmente delle condizioni eccellenti per un traffico dati sicuro e veloce.

A metà anno, è stato introdotto anche lo standard HTTP/2, che è in gran parte basato su SPDY e rappresenta una soluzione ancora più efficace per la trasmissione di dati super-veloci sotto SSL / TLS. Prima o poi SPDY sarà completamente fuso in questo nuovo standard.

Hai già fatto esperienze con SPDY che sono rilevanti per la nostra comunità o hai domande sul nuovo standard? Poi basta condividerli in un commento a questo post del blog.

RAIDBOXER dall'inizio e capo del supporto. Ai Bar e ai WordCamps ama parlare di PageSpeed e delle prestazioni dei siti web. Il modo migliore per corromperlo è un espresso - o un pretzel bavarese.

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.