Test di Google Test My Site: A cosa serve il nuovo strumento di performance?

Jan Hornung Ultimo aggiornamento il 21.10.2020
10 Min.
Google Test Il mio sito
Ultimo aggiornamento il 21.10.2020

Con PageSpeed Insights e il Webpagetest, Google fornisce da tempo ai webmaster due potenti strumenti per migliorare le prestazioni dei loro siti web. La fine del 2016 è arrivata con Prova il mio sito un terzo strumento a questo scopo. Ora Google gli sta dando un aggiornamento - è il momento di dargli un'occhiata più da vicino.

Con PageSpeed Insights I webmaster hanno potuto testare il potenziale di performance del loro sito per un certo periodo di tempo e scoprire quali Viti di fissaggio portare ad un miglioramento dei tempi di caricamento delle pagine. webpagetest.org aumenta anche il potenziale di miglioramento, ma allo stesso tempo è un vero e proprio strumento di misura per il tempo di caricamento delle pagine. Webpagetest può anche mostrarvi direttamente gli effetti delle vostre misure di ottimizzazione.

Test My Site è solo mobile

Ci sono buone ragioni per non trascurare l'argomento della velocità della pagina. Perché la velocità di caricamento di una pagina è nota dal 2014 come Fattore di classifica confermato per Google - anche se di poco, ma comunque. La rilevanza è già evidente dal fatto che Google rivela solo estremamente raramente in modo esplicito quali fattori influenzano la classifica.

E cosa fa ora Test My Site? Lo strumento esiste dalla fine dello scorso anno e funziona in modo simile a PageSpeed Insights, ma con un'importante aggiunta: non solo verifica il livello di ottimizzazione del vostro sito, ma anche la velocità e l'usabilità della pagina del vostro sito. Ma - e questo è molto importante - solo per l'accesso mobile al vostro sito.

Per impostazione predefinita la visualizzazione della pagina è simulata su una connessione 3G. Questo perché Google parte dal presupposto che entro il 2020 circa il 70% di tutti i dati mobili a livello mondiale sarà trasmesso tramite 3G o anche più lento essere comunicati. I risultati del test non sono solo ben preparati, ma mostrano anche - a differenza di Google PageSpeed Insights - il tempo di caricamento assoluto della vostra pagina. E Google mette anche il tempo di caricamento delle pagine direttamente in relazione alla media del settore.

Per la prima volta i webmaster hanno a disposizione uno strumento che fornisce una visione esclusiva delle prestazioni mobili del sito e prepara i dati corrispondenti in modo simpatico e rapidamente comprensibile. Fino ad ora, i webmaster che volevano testare le prestazioni mobili delle loro pagine dovevano esplicitamente scavare tra le montagne di dati di Webpagetest.

La nuova versione di Test My Site può farlo: Velocità di caricamento, stima degli utenti persi, benchmark del settore

Rispetto alla prima versione che Google ha nella valutazione del test alcuni dati aggiunti:

  • La velocità di caricamento della pagina: Il valore di soglia magico è di tre secondi - se la pagina impiega più tempo a caricarsi, si rompe secondo Google più della metà dei visitatori se n'è andata.
  • Una stima di quanti visitatori perderete a causa di una velocità di caricamento troppo lunga: Google presupponeche le conversioni possono diminuire fino al 20% ad ogni secondo supplementare di tempo di ricarica.
  • Come la tua pagina in Confronto con i concorrenti nel settore. I valori di questi benchmark sono calcolati in base ai dati di Google su "più di cinque milioni di siti web". Il miglior 30% della vostra regione è incluso nel benchmark concreto della vostra offerta. Non si tratta quindi di un valore assoluto.
  • E infine, ma non meno importante, c'è la possibilità di ricevere informazioni aggiuntive e istruzioni in una e-mail su come migliorare il sito.

I risultati di Test My Site si basano sul test della pagina web

Né la versione precedente né quella nuova forniscono dati completamente nuovi. Infatti, i risultati si basano su test di pagina web. Inoltre, le raccomandazioni per l'azione sono le stesse del PageSpeed Insights. Da qui il suggerimento: se si sa come usare Webpagetest, ha senso ottenere i dati direttamente dallo strumento originale. Poiché, specialmente per quanto riguarda le impostazioni della prova, il luogo della prova e molto altro ancora, Webpagetest offre semplicemente le migliori opzioni di misura.

Secondo Google, il mobile sta diventando sempre più importante

Allora perché un nuovo test? Il mobile sta diventando sempre più importante agli occhi di Google. Il gigante dei motori di ricerca sembra promuovere davvero l'argomento al momento. Non da ultimo, numerosi casi di studio attuali di Google descrivono come le aziende locali possono aumentare il loro successo con misure e campagne di ottimizzazione mobile. Per esempio:

Il Webmaster Central Blog ufficiale di Google ha anche annunciato nel novembre 2016 che sono in corso test interni per classificare i siti web in base alla loro versione mobile - e che i primi test sono già in corso. Indicizzazione delle parole Mobile Firstchiave.

Test My Site non deve quindi essere visto come un'innovazione rivoluzionaria, ma piuttosto come un'iniziativa di Google per sottolineare ulteriormente l'importanza del buon funzionamento dei siti web mobile. I webmaster dovrebbero probabilmente essere educati a prestare maggiore attenzione ai loro siti mobili.

E naturalmente va detto che Google ha una perfetta macchina per la raccolta del piombo tramite i risultati dei test inviati via e-mail.

Soprattutto se si guadagna denaro con il proprio sito, l'ottimizzazione mobile è un must

Per chi è essenziale l'ottimizzazione mobile?

La risposta breve: per i webmaster che guadagnano attraverso il loro sito, perché l'importanza dell'accesso mobile è in continuo aumento.

La risposta lunga: in realtà per tutti coloro i cui utenti arrivano tramite dispositivi mobili. Anche se non monetizzi direttamente il tuo sito, probabilmente hai comunque interesse a fare classifica nel miglior modo possibile. Pertanto dovreste almeno dare un'occhiata alla vostra velocità di caricamento mobile. Come ho detto Mobile Firstprima - non domani e probabilmente non dopodomanima puoi usare il tempo per prepararti.

Le statistiche mostrano: Il mobile è in crescita

Le statistiche sul comportamento degli utenti mostrano quanto l'argomento sia attuale e quanto diventerà rilevante nei prossimi anni. Secondo il Rapporto globale digitale 2017 dell'agenzia statunitense We Are Social, l'82% di tutti i tedeschi utilizza un telefono cellulare - mettendoci al primo posto tra i 31 paesi intervistati.

Non tutti i telefoni cellulari sono uguali alle reti di telefonia mobile. La percentuale di utenti che utilizzano Internet principalmente tramite smartphone è secondo lo statistico al 30 per cento, molto al di sotto della media globale di circa il 50 per cento.

Questo grafico illustra il comportamento di navigazione con lo smartphone dei tedeschi dai 14 anni in su.
Il 49% dei tedeschi di età superiore ai 14 anni naviga già quotidianamente con il proprio smartphone.

Non sembra un granché, tanto per cominciare: La maggior parte dei tedeschi non usa ancora il cellulare principalmente per navigare. L'accento qui è posto "principalmente". Naturalmente vengono utilizzati anche altri dispositivi, ma ciò non significa che l'ottimizzazione per lo smartphone possa essere trascurata. Già oggi, il Durata media di utilizzo di Internet tramite dispositivi mobili in Germania a circa 87 minutie quasi il 50% dei tedeschi dai 14 anni in su naviga quotidianamente in Internet con il proprio smartphone, secondo lo studio online ARD/ZDF 2016. Questo include coloro che almeno raramente usano il loro smartphone per accedere a Internet, revisiona anche il computer portatile come il dispositivo internet più comune.

Il grafico a torta mostra che lo smartphone, con almeno il 66% di utilizzo meno frequente, supera il portatile come il dispositivo Internet più comune.
Con il 66% almeno raramente utilizzato, lo smartphone supera persino il laptop come il dispositivo Internet più comune.

E si può presumere che il numero di utenti che navigano sempre più in mobilità continuerà ad aumentare in futuro: Perché prima o poi tutti gli utenti di telefonia mobile saranno probabilmente su smartphone contemporaneamente.

Ottimizzazione mobile: la rilevanza dipende fortemente dal comportamento dei vostri visitatori

Questo significa che dovreste aggiornare anche la versione mobile del vostro sito web?

Sì, l'ottimizzazione mobile è da prendere sul serio, perché può aprire un potenziale di vendita. Ma Google Analytics, ad esempio, può dirvi direttamente quanto l'argomento sia rilevante per voi. Qui potete vedere quale percentuale dei vostri visitatori arriva già attraverso i dispositivi mobili.

Se vale la pena di effettuare un'analisi dettagliata e un'ottimizzazione mobile del vostro sito con Google Test My Site, potete anche determinare tramite Google Analytics.
Google Analytics può mostrarvi esattamente per quante sessioni, utenti ecc. hanno avuto accesso al vostro sito attraverso diversi dispositivi e sistemi operativi. Se la percentuale di accessi mobili è troppo bassa, può avere senso classificare un'ottimizzazione mobile come meno rilevante rispetto al caso in cui una percentuale significativa dei vostri visitatori acceda al vostro sito tramite dispositivi mobili. Trovate i dati necessari per l'accesso mobile in Google Analytics alla voce "Gruppo target" -> "Mobile".

Dovreste controllare questo per valutare l'importanza dell'ottimizzazione mobile per il vostro sito web. Più utenti arrivano tramite dispositivi mobili, meglio il vostro sito mobile dovrebbe funzionare per garantire un'esperienza utente positiva. Tuttavia, se quasi nessun utente si rivolge a voi tramite un dispositivo mobile, l'ottimizzazione tende ad avere una priorità ancora più bassa.

Test My Site - passo dopo passo

Ma torniamo allo strumento di Google. Diamo un'occhiata all'esempio di raidboxes.de e vediamo cosa offre Test My Site.

Questa immagine mostra l'inizio del test per i siti web mobile utilizzando lo strumento di Google Test My Site.
La pagina iniziale di Google Test My Site vi dà già un buon assaggio di cosa aspettarvi. Personalmente ci è piaciuto molto lo strumento. Anche se il design è una questione di gusto, la preparazione dei dati è in ogni caso chiara e facile da leggere e capire.

La gestione di Test My Site è molto semplice: nella pagina iniziale si inserisce l'URL che si vuole testare (probabilmente il proprio) e lo strumento inizia il test.

Ora Test My Site analizza i dati del vostro sito web: vengono controllati i file HTML e CSS, i file JavaScript e la compressione.

L'immagine mostra come vengono analizzati i dati del sito mobile con il Test My Site Tool di Google.
Un test di prova di Test My Site richiede circa un minuto. Nel frattempo, le animazioni in stile Google puliscono lo schermo. Nizza, ma non ha alcun valore informativo per una valutazione successiva.

I risultati sono disponibili poco meno di un minuto dopo: Scoprirete quanto velocemente la vostra pagina si carica mobile e quale perdita di visitatori dovete temere a causa del tempo di caricamento.

Qui potete vedere come vengono forniti i risultati del test dopo un breve periodo di tempo.
I risultati di Google Test My Site sono suddivisi in tre sezioni. La prima vi offre una panoramica delle "prestazioni" del vostro sito. Oltre ai numeri concreti (arrotondati), il tool di Google utilizza anche un codice a colori per aiutarvi a interpretare i risultati.

Nella seconda sezione della panoramica dei risultati troverete il confronto settoriale. Soprattutto se si lavora in un settore i cui clienti sono tecnicamente più inclini, è possibile assicurarsi un vantaggio sulla concorrenza con un sito mobile particolarmente veloce. Avete anche la possibilità di confrontare la vostra velocità di carico con la media di un altro settore.

Questa schermata mostra come si presenta il confronto di settore in Test My Site.
Anche in questo caso, Test My Site utilizza non solo i numeri concreti ma anche un codice a colori per aiutarvi a leggere e interpretare i risultati. Il diagramma scelto rende inoltre molto più facile la comprensione dei risultati: non solo vengono tracciati i valori concreti e gli intervalli di valori, ma si può anche vedere - grazie alla scalatura con punto zero - quanto potenziale di ottimizzazione mobile esista ancora.

E infine, ma non meno importante, Google vi fa sapere quanto potenziale di ottimizzazione c'è sul vostro sito. Nel nostro caso, si tratta di circa tre secondi. Questo ridurrebbe la nostra velocità di caricamento a un solo secondo - sembra allettante.

Questa immagine mostra quanta accelerazione è ancora possibile per la rispettiva pagina secondo Test My Site.
Nell'ultimo punto, l'analisi potenziale, Test My Site rimane purtroppo un po' vaga. Inoltre, riceverete le informazioni complete solo se ve le farete spedire via e-mail.

Quindi, come potremmo riuscire a ridurre la nostra velocità di caricamento di circa tre secondi? Con un clic è possibile visualizzare ulteriori informazioni sul potenziale di ottimizzazione. Tuttavia, queste informazioni sono molto limitate all'inizio.

Qui potete vedere le ottimizzazioni più importanti suggerite da Test My Site di Google, in modo compatto e a colpo d'occhio.
Se utilizzate GooglePageSpeed Insights , riconoscerete immediatamente i suggerimenti di ottimizzazione di Test My Site. Perché sono semplicemente identici.

Il tranquillante: La barriera della posta

Come ho già detto, Google ha costruito Test My Site come strumento per la generazione di piombo. Perché potete anche farvi inviare tutte le informazioni del test via e-mail. Poi riceverete una bella panoramica con i link per ulteriori informazioni.

Questa schermata mostra come è possibile ottenere facilmente i risultati dettagliati dei test di Test My Site via e-mail.
La panoramica che Test My Site vi invia per posta sembra buona, contiene alcuni link aggiuntivi, ma non offre più informazioni del test online. Il vantaggio è quindi maggiore nell'archiviazione dei risultati del test.

Le raccomandazioni per l'azione sono strutturate in modo tematico e prioritarie con l'utilizzo di un sistema semaforico. I link nella mail conducono all'area di sviluppo dello PageSpeed Insights strumento, che spiega, ad esempio, come utilizzare correttamente le risorse CSS e JavaScript compressoTuttavia, per attuare la consulenza, è certamente necessaria la comprensione tecnica. Per i webmaster che non si preoccupano di ciò che accade dietro le quinte, queste pagine offrono poco aiuto concreto. Quindi, in questo caso, è ancora necessario un po' di formazione e di perfezionamento.

Google Test My Site eredita i punti deboli di Google PageSpeed Insights

Inoltre, va detto a questo punto che Google PageSpeed Insights non sempre fornisce suggerimenti significativi per il miglioramento. L'esempio migliore è il browser caching: PageSpeed Insights consiglia di utilizzare meglio il caching per quasi tutti i test che abbiamo fatto in passato. Tuttavia, è importante sapere che le risorse non in cache menzionate da Google sono risorse esterne che non possono essere memorizzate nella cache. E, naturalmente, pensate anche all'ottimizzazione delle pagine. Altrimenti ci si ritrova invischiati in combattimenti di shadow boxe con pseudo-errori invece di affrontare le importanti misure di ottimizzazione. Google Test My Site ha sicuramente ereditato questa debolezza da Google PageSpeed Insights

Conclusione: Google Test My Site è vino vecchio in bottiglie nuove

Il punto è che Test My Site offre pochi vantaggi rispetto ai vecchi strumenti di Google. I dati sono identici a quelli forniti da Webpagetest e PageSpeed Insights Anche i suggerimenti per l'azione provengono PageSpeed Insights e portano le loro debolezze e le loro insidie. Solo chi li conosce può anticiparli in modo sensato durante l'ottimizzazione. Tutti gli altri devono prima conoscere meglio la questione. Test My Site non rende più facile l'ottimizzazione mobile.

Tuttavia, Test My Site non è uno strumento per il cestino. Il design è al top, la maneggevolezza è divertente. E questo è probabilmente il più grande vantaggio di Test My Site. Con la sua buona usabilità a tutto tondo e i risultati presentati in modo vivido, incoraggia i proprietari del sito ad affrontare il tema della velocità di caricamento mobile in primo luogo. E il mobile diventerà sempre più importante nei prossimi anni. Anche se i webmaster meno esperti di tecnologia non possono implementare direttamente i consigli di Test My Site: Sono un primo impulso per scoprire quali lacune di conoscenza devono essere colmate per non perdere la connessione.

Un'analisi davvero buona e profonda del vostro sito si ottiene solo con altri tool. Noi personalmente siamo grandi fan di Webpagetest. Anche se lo strumento richiede una certa formazione, offre eccellenti opzioni di impostazione e fornisce dati in massa.

RAIDBOXER della prima ora e responsabile del supporto. Al Bar- and WordCamps gli piace parlare di PageSpeed e delle prestazioni del sito web. Il modo migliore per corromperlo è con un espresso - o un pretzel bavarese.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.