Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

20 Min.
confronto hosting wordpress 2020

Web Hoster generici, WordPress Hosting o Managed Hosting - a cosa devi prestare attenzione? Nel nostro Confronto WordPress Hosting 2021 abbiamo suggerimenti su argomenti importanti come le prestazioni WordPress, la sicurezza e il supporto e ti facciamo vedere cosa conta davvero quando si tratta di WordPress Hosting!

Confronto WordPress Hosting basato su criteri validi - come funziona?

Per il confronto abbiamo dato un'occhiata più da vicino ai seguenti fornitori:

Inoltre abbiamo valutato anche i seguenti piccoli fornitori di hosting:

Se osservate diversi confronti hosting, spesso per un confronto vengono utilizzati i seguenti criteri:

  • Prezzo 
  • Numero di banche dati
  • Numero di caselle di posta elettronica 
  • Numero di GB di memoria
  • Limite di memoria PHP 

Questi criteri possono ovviamente essere meravigliosamente messi a confronto e visualizzati in una tabella. Molti fornitori approfittano di questo e non perdono l'occasione di ridurre i costi base mensili attraverso offerte iniziali allettanti e costi di installazione per i processi automatizzati. Offerte con 100 GB e 1.000 caselle di posta elettronica e banche dati non sono rare.

La grande massa finisce con due societá

Purtroppo la grande massa dei clienti di piccole e medie dimensioni (PMI) rientra in questo tipo di confronto, per questo un WordPress Hosting spesso inizia con hoster generici come STRATO o 1&1. Queste due marche del gruppo United Internet ospitano quindi il 60% di tutti i siti web WordPress .

L'altra grande societá americana è GoDaddy, con i suoi marchi Host Europe, DomainFactory e ManageWP, con una quota di mercato stimata al 30%. Il resto del mercato è condiviso da fornitori più piccoli.

Non preoccuparti della memoria e delle banche dati

Per installare WordPress sono necessari 50 MB. Molto spesso per un'installazione WordPress sono piú che sufficienti 2 GB. Anche i blog più grandi con a volte 1.500 articoli hanno bisogno solo di 1,5 GB. Solo il tre per cento dei nostri clienti ha bisogno di uno spazio di memoria superiore ai 5 GB.

Anche WordPress ha esattamente una banca dati! Solo in casi eccezionali può accadere che sia necessaria una banca dati aggiuntiva per un'ulteriore applicazione indipendente da WordPress. E questo vale anche per le caselle di posta elettronica: come regola una persona in azienda non ha più di due caselle di posta elettronica.

In tutte le offerte che abbiamo esaminato il numero delle banche dati, gli account di posta elettronica e lo spazio di memoria è assolutamente sufficiente. Quindi puoi eliminare questi criteri dal tuo confronto.

Limite di memoria RAM e PHP come criterio valido

Oltre al prezzo, l'unico criterio valido nella mia lista di cui sopra è in realtà il limite di memoria PHP. In ogni caso qui è necessario un limite di memoria PHP di 128 MB. Per le installazioni WooCommerce dovrebbe essere di 256 MB. Il limite di memoria PHP descrive la memoria massima utilizzabile per ogni richiesta al server. Quanti piú plugin e quanto più esteso è il loro consumo di memoria, tanto più il limite di memoria PHP deve essere regolato verso l'alto. Ma attenzione: il semplice aumento di questo valore non è un certificato di buona salute per un sito web stabile!

Criteri validi per un confronto

Dal nostro punto di vista un confronto WordPress Hosting dovrebbe essere effettuato sulla base dei seguenti aspetti:

  1. Prezzo 
  2. Prestazioni
  3. Risparmio di tempo 
  4. Sicurezza
  5. Supporto

Certo, questi criteri sono a volte difficili da capire. Questo vale in modo particolare per i profani, che usano "solo" WordPress e non sono dei tecnici. E proprio per questo motivo i confronti tra i WordPress Hoster forniscono al massimo solo una valutazione soggettiva delle prestazioni. Le misurazioni concrete delle prestazioni sono purtroppo una rarità.

Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

Confronto WordPress Hosting: prezzo

Come nascono i prezzi dell'hosting 

Naturalmente il prezzo dovrebbe giocare un ruolo importante nella scelta di un fornitore. Tuttavia nel mercato dell'hosting solo tra i professionisti di WordPress si parla di come nasce il prezzo.

Il seguente esempio di calcolo rende chiaro il principio universale nell'hosting. Per questo servono solo i costi di un server, dei suoi core di CPU e il numero di siti web.

Cosí nascono i prezzi di hosting
Costi bassi = basse prestazioni 

Esempio di hosting 1 - Costi bassi

  • Costo per un server al mese = 350 € 
  • Numero di core di CPU sul server = 24
  • Siti web sul server = 500 
  • Costo per ogni sito web: 350 € / 500 siti web = 70 centesimi a sito 
  • Potenza di CPU per sito web: 24 core / 500 siti = 4,8% di un core di CPU

Risultato: il prezzo dell'hosting è buono. Nel mercato dell'hosting si punta a un margine del 10%. Il prezzo netto per l'hosting sarebbe quindi di 7 euro. Per portarlo a 3,50 euro, dovrebbero essere aggiunti al server altri 500 siti.

Esempio di hosting 2 - Doppia performance 

  • Costo per un server al mese = 350 € 
  • Numero di core di CPU sul server = 24
  • Solo la metà dei siti web sul server = 250 
  • Costo per sito web: 350 € / 250 siti = 1,40 € pro sito web
  • CPU Power per sito web: 24 core / 250 siti = 9,6% di un core della CPU

Risultato: il rendimento pro sito web è raddoppiato, ma anche i costi. Al contrario i costi possono essere dimezzati molto facilmente. Ma contemporaneamente anche il rendimento si dimezza!

Esempio di hosting 3 - Siti web illimitati 

Come si presenta il nostro esempio, se i clienti possono caricare un numero illimitato di siti web sul loro hosting? Supponiamo che in media "solo" due siti vengano gestiti con un pacchetto di hosting.

  • Costo per un server al mese = 350 € 
  • Numero di core di CPU sul server = 24
  • Il doppio dei siti web sul server = 1.000 
  • Costo per pacchetto: 350 € / 1000 siti = 35 centesimi a pacchetto
  • CPU Power per sito web: 24 core / 1.000 siti = 2,4% di un core della CPU

Risultato: ogni pagina web ha solo la metà della potenza della CPU, che era già bassa. 

Esempio di hosting 4 - Prestazioni massime 

  • Costo per un server al mese = 350 € 
  • Numero di core di CPU sul server = 24
  • Siti web sul server = 72 
  • Costo per pacchetto: 350 € / 72 siti = 4,90 € a pacchetto
  • CPU Power per sito web: 24 core / 72 siti = 33% di un core della CPU

Risultato: ogni sito web ha quasi sette volte più potenza di elaborazione disponibile rispetto all'economico esempio 1!

"Alla fine la performance di un sito dinamico dipende da quanta CPU e RAM ha a disposizione".

Solo pochissimi fornitori di WordPress Hosting sono trasparenti

Questo principio universale è anche la ragione per cui RAIDBOXES è significativamente ancora più veloce di 1&1, anche se alcuni elementi, come NGINX al posto di Apache Server, sono già stati copiati.

Su RAIDBOXES giá dalla tariffa STARTER hai le risorse garantite di un core di CPU e 2 GB di RAM. Anche per questo i professionisti di WordPress arrivano alla conclusione che l'offerta è economica e giusta. I profani dell'hosting invece spesso non lo capiscono, perché non possono stimare veramente le prestazioni offerte.

Elogio per ALL-INKL

Secondo la nostra ricerca c'è solo un fornitore in Germania che lo comunica in modo trasparente: ALL-INKL. Qui si inizia nel pacchetto più piccolo con altri 99 clienti su un server - nel pacchetto più grande invece con altri 29 clienti.

Dal momento che i clienti possono far girare fino a 100 siti su un pacchetto, l'esatta relazione tra la capacità del server e i siti web non è tuttavia chiara. Nonostante tutto altri fornitori potrebbero prendere esempio da questo, dato che la distribuzione non è menzionata da nessun altro fornitore. Non è neppure raro che anche la RAM venga completamente nascosta.

Qual è il prezzo giusto per il mio WordPress Hosting?

Fondamentalmente non si puó rispondere a questa domanda in modo generale. In America, ad es., il prezzo medio per WordPress Hosting è di 30 dollari (netti) al mese. I tedeschi sono particolarmente sensibili ai prezzi.

Proprio per questo motivo il motto generale dei provider è: "Meglio molti siti web su un server ad un prezzo più economico". I prezzi partono generalmente da 3 euro (netti).

300 € per un sito WordPress - Come può essere? 

Come può essere che molte aziende pagano anche 300 euro (netti) per un solo sito web WordPress? Questo è legato ad esempio al valore commerciale di un sito web. Un grande negozio WooCommerce con 100 ordini all'ora vuole la massima potenza, perché dieci ordini in meno all'ora potrebbero anche significare piú di 300 € in meno di entrate nette all'ora (!).

Al contrario gli amici e i conoscenti di un privato blog di viaggio sicuramente perdoneranno il fatto che le foto hanno bisogno di quasi 10 secondi per caricarsi. In questo caso la performance gioca un ruolo piuttosto subordinato, poiché non è collegata ad una perdita economica.

Qual è il valore del piú importante canale di marketing per un'azienda?

Le piccole e medie imprese dovrebbero essere particolarmente consapevoli del fatto che oggi il loro sito web rappresenta il loro canale di marketing più importante. Anche una sola richiesta in meno all'anno a causa di lunghi tempi di attesa per il caricamento può significare per te come imprenditore una perdita di diverse centinaia di euro.

Il solo risparmiare 20 euro al mese per un hosting più economico è imprenditorialmente piuttosto negligente. Soprattutto se in precedenza sono stati investiti almeno 2.000 euro nello sviluppo o nella riprogettazione del sito web.

Il nostro prezzo consigliato

Secondo noi sarebbe ragionevole valutare i seguenti prezzi netti per l'hosting del tuo sito WordPress:

Informazioni dettagliate per i proprietari di negozi possono essere lette nel nostro articolo del blog su WooCommerce Hosting. Tutti i nostri articoli sull'argomento WooCommerce si trovano qui.

La scelta di consigliare questo prezzo si basa non solo sulla potenza del processore, ma anche sul supporto, che mostrerò più avanti.

Per la maggior parte dei provider il prezzo per un'offerta "ottimizzata" WordPress arriva al massimo fino a 20 euro. Se si richiedono maggiori prestazioni, si deve optare per un'offerta di vServer cloud o di server specializzati.

Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

Confronto WordPress Hosting: prestazioni

Come giá detto sopra, le ragioni per cui é importante avere tempi di caricamento veloci sono facilmente identificabili. È molto probabile che tu perda fatturato se il tuo sito è troppo lento. Inoltre non solo si ha una prima impressione negativa del tuo business, ma è ancheuno dei fattori di ranking per Google.

Due secondi di tempo di caricamento invece di Google PageSpeed Score 

Non permettere al Google PageSpeed Insights Score  di farti impazzire. Dovresti usarlo in realtá solo per scoprire il tuo potenziale di ottimizzazione. È molto più importante invece controllare e ottimizzare il tempo di caricamento effettivo del tuo sito. Fondamentalmente si dovrebbe mirare a un tempo di caricamento di due secondi - naturalmente se é piú breve è anche meglio.

TTFB come criterio di confronto delle prestazioni 

Per la prestazione valutazione dell'hosting, uno dei migliori criteri di valutazione é il cosiddetto Time To First Byte (TTFB). Qui il tempo è misurato in millisecondi dalla prima richiesta dell'utente fino alla prima risposta del server. Altri fattori importanti, come la programmazione del tema, vengono lasciati da parte per il momento.

Importante: il numero, la qualità e la dimensione del tuo plugin possono anche far salire il TTFB. Pertanto, se si fa girare lo stesso sito web su due server, il TTFB diventa rappresentativo per il server.

L'utente è interessato al tempo totale di caricamento 

Anche se il TTFB è significativo per il server, ai visitatori del tuo sito web importa ben poco. Si preoccupano di quando potranno interagire con il sito o quando potranno vedere qualcosa del sito. Nel migliore dei casi il contenuto del tuo sito dovrebbe essere completamente visualizzabile in meno di un secondo.

Per questo ci sono due valori importanti:

  1. Load Time - First View: questo ti fa vedere il tempo di caricamento dei visitatori, che per la prima volta visitano il tuo sito.
  2. Load Time - Repeat View: questo ti fa vedere il tempo di caricamento dei visitatori, che per la seconda volta visitano il tuo sito.

I valori sono chiaramente differenti, perché i browser, i server o i plugin possono mettere in cache il tuo sito. Le pagine chiamate quindi vengono caricate direttamente dalla cache e non più dal server stesso.

Confronta le prestazioni di WordPress Hosting - ma fallo bene!

Come misurare correttamente il tempo di caricamento 

Ad es., se vuoi sapere se con RAIDBOXES la tua pagina è più veloce, devi seguire la seguente procedura:

  1. Lascia che il nostro servizio di trasferimento sposti il tuo sito WordPress gratuitamente. Dopodiché potrai metterci alla prova gratuitamente e senza impegno. Il sito spostato è quindi una "copia uno-a-uno" del tuo sito attuale su un sottodominio di RAIDBOXES, per es.: "xyz.myraidbox.com".
  2. Ora inserisci l'indirizzo attuale del tuo sito su Webpagetest.org e il sottodominio RAIDBOXES in una seconda finestra del browser. In questo esempio il suddetto "xyz.myraidbox.de".
  3. Fai un confronto fra i valori TTFB, First View, Repeat View, preferibilmente in modo relativo. I colori del semaforo in alto a destra ti fanno vedere il potenziale di miglioramento. Se sei soddisfatto, devi solo collegare il tuo dominio con l'hosting e il tuo trasferimento é terminato.

Se vuoi renderlo ancora piú semplice: 

Puoi semplicemente inserire il seguente testo nel nostro modulo per il trasferimento: "Si prega di confrontare le prestazioni". Noi allora facciamo i passaggi 2-3 al posto tuo e ti diamo la valutazione dopo il trasferimento.

Per il passaggio 1 hai bisogno di un totale di cinque minuti e dei dati per il tuo login WordPress .

Procedura alternativa per le prove di rendimento 

In teoria si puó fare lo stesso con qualsiasi altro fornitore di WordPress Hosting. Sfortunatamente peró è nel complesso molto più complicato:

  1. Migrare il sito web da soli con un plugin o manualmente. In questo caso consigliamo di usareMigrate Guru. Cosí è possibile spostare il proprio sito con SFTP su qualsiasi hoster.
  2. Misurare il sito web attuale e annotare i valori
  3. Far migrare il sito web completamente con il dominio, probabilmente con un downtime un po' più lungo
  4. Prova il nuovo sito web 
  5. Invertire tutto, se non si è soddisfatti, e richiedere i soldi indietro. Fortunatamente ogni fornitore offre una garanzia di rimborso.

Poiché questo processo è molto difficile, nessun "hoster di massa" teme di affermare a gran voce che il proprio hosting è veloce e sicuro. Crediamo peró che, quando si tratta di prestazioni, non devono contare le affermazioni, ma solo i valori reali. Sfortunatamente è possibile ottenerli però solo misurando e confrontando correttamente, e questo richiede molto tempo a seconda del numero dei fornitori testati.

"Il miglior confronto di prestazioni è provare personalmente il nuovo fornitore".

Il nostro confronto delle prestazioni da oltre 250 test di velocità 

Noi di RAIDBOXES non potremmo definirci con sicurezza il piú veloce hoster di WordPress in Germania, se non lo avessimo sperimentato noi stessi.

La nostra procedura per il confronto di prestazioni di diversi fornitori di hosting

In totale l'anno scorso abbiamo fatto un confronto fra il prima e il dopo su oltre 250 trasferimenti, esattamente come descritto sopra. Per il confronto abbiamo usato il tempo di completamento del documento della prima visualizzazione.

I risultati mostrano cosa aspettarsi da un trasferimento a un hoster specializzato WordPress.

Sono una sezione trasversale dei seguenti elementi: 

  • Pacchetti diversi 
  • Diversi siti web 
  • Diverso numero di trasferimenti per fornitore

Un altro approccio sarebbe quello di installare diversi tipi di siti web su tutti i siti dei fornitori, in pacchetti di diverso prezzo e misurarli in diversi momenti, il che richiederebbe molto tempo. Un test di performance molto dettagliato relativo ai vari hoster WordPress (incluso RAIDBOXES) si può trovare nel WordPress Hosting Performance Benchmark di Review Signal.

Confronto di prestazioni di WordPress hosting - Test di velocità del sito web

Hoster web testati con un'offerta WordPress Numero di misurazioni di prestazioniMiglioramento medio di prestazioniMiglioramento massimo di prestazioniMiglioramento minimo di prestazioni 
STRATO 37124%1764%0%
1&1 3250%482%0%
DomainFactory 2366%234%8%
Host Europe1446%161%2%
webgo 442%81%5%
ALL-INKL 2335%337%-4%
Mittwald 631%104%15%
United Domains778%189%25%
Cloudflare833%135%2%
Altro8474%963%-1%
Il confronto prende il nostro RAIDBOXES WordPress hosting come punto di riferimento. 


Interpretazione dei risultati 

Miglioramento delle prestazioni del 100% = dimezzamento del tempo di carica con RAIDBOXES

Per un sito web, che prima carica in 10 secondi e dopo il trasferimento in 5 secondi, il miglioramento della velocità è del 100%. I risultati dei maggiori hoster sono i più significativi, poiché il numero dei trasferimenti a confronto è il maggiore.

Inoltre anche i valori minimi e massimi sono indicati nella rappresentazione. Proprio questi valori mettono in evidenza che un miglioramento delle prestazioni ha sempre a che fare con lo stesso sito web. Per certi siti è utile un cambio di server, ma ci possono essere anche casi in cui il miglioramento delle prestazioni è piuttosto piccolo.

Spesso quindi il TTFB è tre volte piú efficiente, ma il miglior server non ha ancora un effetto così forte sulla velocità complessiva. In tal caso aiuta solo prendersi cura dell'ottimizzazione del sito web. Che la causa del problema di performance sia un server lento, è stato almeno escluso. Pertanto rimane l'affermazione:

"Il miglior confronto di prestazioni è provare personalmente il nuovo fornitore".

Casi di studio di clienti soddisfatti

Fortunatamente in tempi di social media si stanno affermando sempre più fornitori, che riescono anche a mantenere le loro promesse. Pertanto ecco alcuni esempi di clienti che hanno fatto e poi pubblicato un confronto di prestazioni durante i loro trasferimenti. Molti clienti soddisfatti raccomandano RAIDBOXES per convinzione e partecipano al nostro programma di affiliazione ricevendo commissioni per le loro raccomandazioni.

Anche per i seguenti provider si é visto recentemente un miglioramento delle prestazioni con almeno un raddoppio del tempo di caricamento: Host Europe, DomainFactory, Siteground, 1&1 eAmazon Web Services (AWS).

Come mostra l'esempio di WP Engine, le prestazioni degli specialisti di WordPress a confronto sono molto simili. Come descrive molto bene Michelle di HootProof, qui ci si può concentrare su altre caratteristiche di confronto.

Confronto di WordPress hosting - Ottimizzazione in corso

Internet è estremamente rapido. Costantemente vengono sviluppate nuove tecnologie, che in alcuni casi rendono Internet drasticamente rapido. Solo negli ultimi due anni progressi tecnici come PHP 7 (fra un po' ci saráPHP 8), HTTP2, Brotli o la compressione GZIP, OPCache o processori più recenti hanno ampliato le possibilità di ottimizzazione delle prestazioni. 

Spesso queste tecnologie sono accompagnate da un miglioramento del 10-30% delle prestazioni, a volte anche da un raddoppio delle prestazioni stesse!

Ci sono 1,5 anni di differenze tecnologiche tra i fornitori 

Qui è importante avere un fornitore che valuti tutte le tecnologie e le integri nei suoi sistemi, per approfittare a lungo termine degli sviluppi tecnologici. Fondamentalmente queste innovazioni tecnologiche alla fine si affermeranno su tutto il mercato. L'unica questione da valutare è se il fornitore è proattivo o è un ritardatario. Questo spesso puó giustificare una differenza di tempo di 1,5 anni.

Nel nostro confronto tra i vari provider si nota che 1&1, Timme Hosting e Host Europe sono gli unici ad affidarsi al più rapido server NGINX. La compressione Brotli, in particolare, non è stata ancora adottata esplicitamente da nessun fornitore.

"Il primo al mondo!" - Dischi rigidi SSD 

Il miglior esempio di questo sono i dischi rigidi SSD. Questi adesso sono diventati standard e sono stati utilizzati da RAIDBOXES fin dall'inizio. Oggi ci sono ancora numerosi fornitori che li pubblicizzano come una novità e innovativi.

Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

Confronto di WordPress Hosting: risparmio di tempo

Anche questo criterio non è elencato in nessun confronto di hosting. In realtá è ancora meno misurabile del criterio "performance". Per questo si presenta molto semplicemente:

Un'ora di tempo risparmiato nella gestione del sito web significa per 

Lavoratore autonomo: 

  • 1 ora in più di tempo libero, per es. da passare con i bambini, con gli hobby ecc.
  • 1 ora guadagnata per occuparsi del business reale 

Aziende meno impegnate: 

  • 1 ora di tempo corrisponde ad almeno 30 € di costi del lavoro diretti risparmiati

Aziende di servizi impegnate bene:

  • 1 ora di tempo di solito corrisponde ad almeno 60 € di salario all'ora, che non può essere calcolato

Su RAIDBOXES abbiamo alcuni clienti, che ospitano da noi più di 150 siti web e che cosí riescono anche a risparmiare un amministratore di sistema per 5.000 € al mese.

Il tempo molto spesso viene trascurato nelle considerazioni e invece viene incluso solo dopo aver avuto un anno di "spesa di tempo" alle spalle. Questo dispendio di tempo diventa particolarmente chiaro quando si lavora come web designer o sviluppatore con un server root e qui bisogna anche eseguire gli aggiornamenti del sistema. Managed Hosting e le caratteristiche corrispondenti in questo caso possono essere un grande sollievo.

Confronto di hosting - caratteristiche che fanno risparmiare tempo 

Qui ci sono alcune caratteristiche che fanno risparmiare tempo nella gestione del sito web. La stima del tempo dipende dal livello di esperienza del rispettivo utente. Gli utenti inesperti a seconda del caso devono provare tre plugin, testarli per un po' e sostituirli finché non si trova la soluzione davvero affidabile ed efficiente al cento per cento.

Trasferimento del sito web: 0,75 - 6 ore.

Se si sta per effettuare un cambio di hoster, questa è la prima quantitá di tempo che si presenta. Per i web designer e le agenzie copiare e importare in un ambiente di sviluppo è spesso standard.

Risparmio di tempo stimato: pochissimi fornitori riportano questa quantità di tempo. A seconda del sito possono essere necessari solo tre quarti d'ora per i processi di trasferimento conosciuti. Tuttavia non è raro che un trasferimento richieda anche sei ore, in caso di problemi tecnici.

Backup: 0,5 - 4 ore per sito 

Questa caratteristica potrebbe anche essere sotto sicurezza, dato che è una delle caratteristiche più importanti qui. Una cosa è chiara: nessun sito WordPress dovrebbe essere ospitato senza backup. Questo può essere effettuato tramite il fornitore di hosting o tramite un plugin. Qui spieghiamo i vantaggi di un sistema di backup presso l'hoster.

Importante: un backup non dovrebbe proteggere solo il database, ma l'intero sito web! Allo stesso tempo è importante che i backup possano essere ripristinati attraverso la stessa interfaccia utente.

Mentre tre quarti dei fornitori dichiarano di fare dei backup, non è chiaro per quanto tempo questi siano conservati e come possano essere ripristinati. Da Mittwald, ad es., questo costa 50 euro.

Risparmio di tempo stimato: il numero di ore risparmiate dipende da quanto gli utenti conoscano e possano impostare sistemi di backup e se si verificano problemi nel tempo.

Caching integrato: 0,5 - 4 ore per sito web 

Questa caratteristica è essenziale quando si tratta di ottimizzare la velocità di caricamento del tuo sito web. Se non si usa la cache, si può perdere la possibilità di dimezzare il tempo di caricamento. Ci sono una varietà di plugin, che possono essere utilizzati in questo caso. Tuttavia, a seconda dei plugin, anche questi devono essere acquistati e poi gestiti.

Gli specialisti di WordPress hanno quindi già integrato il caching. Non c'è più bisogno di installare e configurare i plugin. Tutti i parametri sono già adattati a WordPress o WooCommerce e sono continuamente curati e riconfigurati.

Risparmio di tempo stimato: il numero di ore risparmiate dipende da quanto gli utenti conoscano e possano impostare i sistemi di caching e se si verificano problemi nel tempo.

Aggiornamenti di sicurezza gestiti WordPress: 1 - 4 ore per sito all'anno

WordPress fornisce aggiornamenti sulla sicurezza a intervalli molto regolari. Si fa una distinzione tra i cosiddetti aggiornamenti minori e gli aggiornamenti maggiori.

Gli aggiornamenti minori sono "piccoli aggiornamenti", che sono tuttavia molto importanti, perché spesso chiudono lacune di sicurezza o correggono piccoli bug. Questo si riferisce, per es., a un salto di versione da 5.3.1 a 5.3.2.

Gli aggiornamenti maggiori possono causare più problemi in determinate circostanze. In questo caso i produttori di plugin devono adattare i loro plugin e almeno testarli con la nuova versione. Questo significa per es. un salto di versione da WordPress 5.5. a WordPress 5.6.

Per questo motivo si consiglia di aspettare un po' per gli aggiornamenti maggiori. Spesso poco dopo un grande salto di versione viene fornito l'aggiornamento minore successivo, per es. 5.6.1, che contiene già la correzione per una vulnerabilità nella sicurezza, che si è verificata nella versione maggiore.

Risparmio di tempo stimato: eseguire gli aggiornamenti di sicurezza è un must. Mentre i rilasci minori possono essere eseguiti rapidamente, possibilmente quattro volte all'anno, i rilasci maggiori richiedono più attenzione e tempo. Questi si verificano circa una o due volte all'anno.

Aggiornamenti gestiti plugin : 2 - 8 ore per sito web e anno

Una delle piú comuni vulnerabilità nella sicurezza quando si usa WordPress sono i plugin non aggiornati. Su un sito WordPress possono essere installati da 5 a 120 plugin. Una media stimata su migliaia di siti web è di 25 plugin. Ciò che vale per gli aggiornamenti di sicurezza di WordPress, è rilevante anche per i plugin. Anche i produttori di plugin chiudono le lacune che si verificano frequentemente nella sicurezza o migliorano continuamente il loro prodotto.

Non tutti gli aggiornamenti di plugin chiudono una falla nella sicurezza. In generale, comunque, é importante che i plugin vengano tenuti sempre aggiornati. Il modo migliore per farlo è il seguente processo:

  1. Verificare gli aggiornamenti dei plugin
  2. Creare un backup
  3. Aggiornare i plugin
  4. Controllare il sito web
  5. Importare backup in caso di problemi

Nella nostra tariffa Fully-Managed questo avviene in modo completamente automatico per tutti i 55.000 plugin, a condizione che sia stato memorizzato un codice di licenza. Fondamentalmente una gestione integrata dei plugin, dove tutti i plugin possono essere aggiornati con due clic, fa risparmiare molto tempo. Soprattutto se i backup vengono realizzati automaticamente ogni notte.

Risparmio di tempo stimato: coloro che vogliono correre il rischio di avere dei malware, non devono aggiornare i loro plugin e quindi non devono sprecare del tempo. Per tutti gli altri invece dipende dal tipo e dal numero di plugin.

Staging per modifiche a plugin & temi: 0,5 - 3 ore per azione

Chiunque utilizzi seriamente il proprio sito per i propri scopi di marketing o per attività commerciali, apporta spesso dei cambiamenti. Questo può essere il nuovo Landingpage Tool, un nuovo evento plugin o la sostituzione di uno slider plugin. Per non mettere in pericolo la pagina live e non presentare uno slider difettoso ai visitatori, i cambiamenti dovrebbero essere prima testati in un ambiente di sviluppo.

Per fare questo si copia il sito web su un altro hosting, si fanno le modifiche necessarie e poi si cerca di trasferire le modifiche al sito principale senza alcuna complicazione. Poiché questo è un processo abbastanza complesso, non c'è modo di evitare l'uso di plugin speciali. Gli specialisti di WordPress Hosting offrono a questo proposito unambiente Staging.

Risparmio di tempo stimato: questo dipende da quanto intensamente lavoriate con il vostro sito web. Il risparmio di tempo può ammontare a ben tre ore con un rischio significativamente minimo di distruggere qualcosa sulla pagina live.

Impostazione SSL: 0,4 - 3 ore per sito web 

Per dirla tutta: i certificati SSL convalidati dal dominio non dovrebbero più costare nulla oggi! Con l'iniziativa Let's Encrypt attori globali, come Google, hanno giustamente proclamato l'era dell'Internet criptato.

Nel frattempo Google Chrome non solo contrassegna i siti web, che usano SSL, in verde con "Sicuro", ma ora con il passo successivo contrassegna i siti web, che non usano SSL, come "Non Sicuro".

SSL quindi non solo dovrebbe essereincluso gratuitamente nell'hosting, ma dovrebbe anche essere possibile impostarlo rapidamente. Su WordPress non solo SSL deve essere installato sul server, ma anche l'inoltro interno, così come una ricerca e la sostituzione sul sito web devono essere eseguiti per impostare effettivamente SSL. Con RAIDBOXES questa procedura è completamente automatizzata con un clic.

Risparmio di tempo stimato: i professionisti possono impostare SSL nell'arco di 20 minuti, perché conoscono bene il processo. Per i principianti da soli possono certamente servire anche tre ore finchè SSL viene finalmente implementato sul sito web.

Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

Confronto di WordPress Hosting: sicurezza

Naturalmente ogni fornitore propaganda di essere sicuro. Ma la sicurezza di WordPress non riguarda solo il roll out degli ultimi aggiornamenti di sistema per il server. Questa dovrebbe essere una cosa ovvia ai nostri giorni. Si tratta di conoscere bene il software stesso e di prevenire l'intrusione di malware su WordPress. Di seguito vengono presentate alcune caratteristiche della sicurezza:

Sicurezza per le installazioni con 1 clic

WordPress stesso ora si assicura che gli utenti inseriscano password complicate. Questo è assolutamente necessario. Le password troppo semplici sono un punto debole molto negligente nella sicurezza. Anche se l'area delle password è protetta dal blocco degli IP, grazie alle password troppo semplici gli aggressori possono entrare nel sito web.

Queste sono le due cose a cui dovresti prestare attenzione nelle installazioni con 1 clic offerte dai fornitori:

  1. Viene sempre installata automaticamente l'ultima versione di WordPress?
  2. Viene applicata una password sicura? 

Il punto 2 ha ridotto significativamente da noi il tasso di malware, quando ci siamo resi conto che gli utenti usano spesso password troppo semplici.

Sicurezza dell'area di accesso 

L'area di login di WordPress è fondamentalmente sensibile. Gli aggressori sanno che possono provare ad accedere tramite "your-domain.com/wp-admin". Questo non viene fatto manualmente, ma tramite i cosiddetti attacchi di forza bruta, che provano automaticamente diverse password.

Pertanto è importante che l'area di accesso venga protetta in modo standard. Su RAIDBOXES puoi facilmente impostare da solo il numero dei tentativi di accesso grazie al "RB Login Protector". Questo impedisce agli aggressori di provare le password centinaia di volte. In combinazione con una password complicata questo sistema assicura quasi al cento per cento la sicurezza dell'area login.

Sicurezza dell'interfaccia XML-RPC 

XML-RPC è un'interfaccia che ti permette di controllare a distanza il tuo sito web WordPress. Quindi viene spesso usata dagli hacker e dai bot come un gateway. Su RAIDBOXES questa interfaccia è bloccata in modo standard. Tuttavia può anche essere sbloccata con un solo clic. In ogni caso la protezione dell'interfaccia impedisce l'intrusione attraverso questa strada.

File di configurazione WP protetto 

Se un hacker riesce comunque ad accedere al tuo sito web, può fare grandissimi danni nel file WP-Config. Questa rappresenta la configurazione di base del tuo sito WordPress . Pertanto da noi questa è di sola lettura, come impostazione predefinita. Ulteriori voci o il cambiamento del prefisso della tabella possono essere effettuati tramite la stessa dashboard di RAIDBOXES. Questo rende quasi impossibile ad un aggressore riuscire a paralizzare completamente il tuo sito web.

Aggiornamento veloce o automatico di plugin

Un'altra vulnerabilità nella sicurezza è rappresentata dal mancato aggiornamento dei plugin. Nel caso ideale il fornitore di hosting aggiorna i plugin automaticamente o almeno fornisce (come descritto nel punto risparmio di tempo) una possibilità per aggiornare facilmente tutti i plugin entro due minuti.

Sistema di backup

Il sistema di backup è assolutamente centrale per qualsiasi sforzo di sicurezza. Il primo passo per un malware è importare un backup. Qui ci possono essere anche dei backup che non coprono solo gli ultimi tre giorni, ma al massimo si può andare indietro di 30 giorni.

Aiuto in caso di malware

Importante da sapere: Se tutte le misure di cui sopra vengono utilizzate, questo significa che il livello di sicurezza del tuo sito WordPress é molto alto. Se comunque il sito web viene attaccato da un malware, è importante che questo venga rimosso professionalmente. Anche strumenti affermati come Sucuri o SiteLock a volte raggiungono i loro limiti in queste situazioni. Nel migliore dei casi l'hoster stesso offre un servizio per rimuovere il malware senza lasciare residui.

Confronto WordPress Hosting 2021: cosa ci fanno vedere i nostri 250+ siti web Speed Test?

Confronto di WordPress Hosting: supporto

Come ultimo punto, ma non meno importante, diamo un'occhiata al supporto dell'hosting WordPress . Anche in questo caso ci rendiamo conto che come utente è spesso difficile valutarlo in anticipo. Una possibilità è, naturalmente, quella di guardare prima le recensioni dei clienti - per es. su Trusted Shops. Come per le precedenti sotto-aree dell'hosting, tuttavia, anche qui vale quanto segue: è meglio testare il supporto personalmente! Perché le esigenze e le richieste al supporto clienti possono variare molto a seconda della competenza o del gruppo di utenti. Pertanto raccomandiamo fornitori che permettono di testare gratuitamente l'hosting, comprese tutte le caratteristiche e il supporto.

Tempi di risposta sotto i 10 minuti e alta reperibilitá

Infatti il supporto clienti di RAIDBOXES è una delle ragioni principali per cui molto spesso i clienti ci raccomandano. Internamente abbiamo stabilito un tempo massimo di risposta di 10 minuti per una richiesta di supporto. Questo è il nostro standard, che abbiamo mantenuto fin dall'inizio, valutato costantemente attraverso il nostro Support Tool e sempre seguito. Non ci sono da noi ingombranti ticket di supporto, con lunghi tempi di attesa per una risposta, perché ci siamo affidati con successo al supporto dal vivo fin dall'inizio!

tempo medio di risposta da parte del supporto wordpress

"Secondo noi il supporto dovrebbe essere sempre accessibile, diretto e personale. Grazie a questo tipo di supporto impariamo in prima persona dove dobbiamo lavorare al nostro prodotto per renderlo migliore".

Competenza tecnica nel supporto 

In almeno l'80% dei casi in cui un sito web non è accessibile, il problema non è il server, ma un WordPress plugin. Qui è fatale se i dipendenti del supporto non hanno esperienza di WordPress, non conoscono gli strumenti appropriati (come la modalità di debug di WP) e, nel peggiore dei casi, non possono nemmeno disattivare un plugin difettoso. Il risultato sarebbe una non disponibilità del sito web per diversi giorni, malgrado il server sia sempre in funzione.

Con gli hoster specializzati in WordPress si può essere sicuri che la competenza WordPress è disponibile e che un sito web può essere visto anche a livello di codice WordPress.

Il supporto ha il suo prezzo

Anche se un'azienda paga al suo personale di supporto solo il salario minimo, il che non è necessariamente improbabile, il costo totale con tutti i contributi previdenziali è di almeno 15 euro all'ora. Uno sviluppatore web con esperienza WordPress costa all'azienda almeno 35 euro all'ora.

Con una tariffa di 3 euro WordPress e un prezzo annuale di 36 euro, la persona di supporto più economica può quindi dedicare un massimo di due ore per ogni cliente, mentre la persona di supporto più cara un massimo di un'ora all'anno. Poi, però, l'intero profitto annuale sarebbe sparito e i clienti non sarebbero più redditizi.

Qui è assolutamente logico che qualsiasi richiesta del cliente venga ridotta al minimo. Questa è una delle ragioni per cui raccomandiamo il prezzo di 9 € (netto) per sito web. A prezzi inferiori la qualità del supporto e la qualità del prodotto ne soffrirebbero automaticamente.

La nostra conclusione

Speriamo che tu non sia stato sopraffatto nel nostro confronto di WordPress Hosting e che ora ti senta in grado di giudicare meglio l'hosting WordPress .

ALL-INKL, quando si tratta di prezzo: se veramente vuoi considerare solo il prezzo e fare molto da solo, ti consigliamo ALL-INKL Sono l'unico fornitore che mostra trasparenza su un criterio di prestazione importante invece di fare grandi discorsi. Questo in combinazione con un buon supporto telefonico, dovrebbe essere premiato.

Hosting specializzato quando la qualità e il tempo sono importanti 

Spero che abbiamo potuto dimostrare che gli hoster specializzati WordPress (come ad es. RAIDBOXES) offrono chiari vantaggi quando si tratta di ottimizzare le prestazioni, il tempo e la sicurezza. Naturalmente sono più cari dei fornitori standard. Ma ti fanno anche risparmiare un sacco di tempo, che puoi investire di più nel tuo business invece di mantenere e gestire il tuo sito web.

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.