In 4 fasi: testare e perfezionare le idee di contenuto in anticipo

Jan Tissler Aggiornato il 20.10.2020
7 Min.
Idee per il content
Ultimo aggiornamento il 20.10.2020

Se state pianificando un contenuto elaborato, naturalmente volete sapere in anticipo quanto sia valida la vostra idea. E se ne vale la pena. In questo articolo vi mostrerò come fare. L'aspetto positivo è che si affinano le idee di contenuto allo stesso tempo e si conquistano già i primi potenziali lettori o spettatori.

Forse l'hai già sperimentato tu stesso: crei quello che consideri un contenuto enormemente buono, investi molto tempo e fatica, lo pubblichi e poi... niente. Completo silenzio. Forse un giorno un visitatore si perderà. Ma non c'è traccia delle masse sperate, della gamma desiderata, del successo sicuramente creduto. 

O forse il tuo contenuto sembra avere successo a prima vista perché il tuo video ha molte visualizzazioni o il tuo post sul blog ha molte visualizzazioni. Ma alla fine ti rendi conto che non ti è servito a niente. Perché per misurare il successo dei vostri contenutiAltri indicatori chiave di performance sono di solito importanti: in fin dei conti, siete più interessati a misurare cifre come il vostro fatturato o la soddisfazione dei vostri clienti.

Le ragioni del fallimento possono essere molte e varie. Forse la vostra strategia di contenuto è sbagliata. Poi bisogna pensare fondamentalmente a chi si vuole raggiungere - e con che cosa e come si può fare. Oppure avete completamente dimenticato il vostro Programmare la distribuzione dei contenuti fin dall'inizioin modo che i vostri contenuti non raggiungano il potenziale pubblico in primo luogo.

Nozioni di base sul Content Marketing

Questo articolo fa parte di una serie completa sul content design. Spiega Jan Tissler passo dopo passo come rendere i vostri siti web e i vostri contenuti più efficaci. Vedi tutti i post di Jan nella panoramica.

Fase 1: Domande di base

Soprattutto con contenuti elaborati, ha quindi senso verificare l'idea durante la fase di progettazione. Con i seguenti suggerimenti potete almeno valutare meglio il possibile successo. Naturalmente, nessuno può darvi una garanzia di successo.

Attraverso queste ricerche preliminari scoprirete anche quali domande, quali punti di vista e quali formati di contenuto sono più adatti. In questo modo ottimizzate la vostra idea di contenuto prima ancora di iniziare il lavoro vero e proprio. È importante che vi avviciniate alla vostra analisi in modo obiettivo e sobrio. Potreste trovare un argomento particolarmente interessante e ne siete entusiasti. Ma alla fine, il fattore decisivo è naturalmente la rilevanza del gruppo target che si vuole raggiungere. 

Alcune domande che dovreste porvi all'inizio prima di iniziare a pensare ulteriormente:

  • Questa idea di contenuto aiuta uno dei vostri obiettivi aziendali? E se è così, è un modo efficace per ottenerlo? Quanto è importante questo obiettivo?
  • I contenuti esistenti vi danno un'indicazione del fatto che l'idea potrebbe avere successo? Pensate a una verifica dei contenutiper raccogliere tali informazioni. Questo può anche mostrare che forse si dovrebbe forse migliorare ed espandere un contenuto esistente. Un'occhiata al vostro strumento di statistica è naturalmente utile in questo caso. Strumenti SEO può inoltre mostrare quali contenuti avrebbero bisogno solo di una piccola spinta per uscire dal deserto dei risultati di ricerca pagina 2 ed entrare nell'oasi a pagina 1.
  • I contenuti da voi pianificati diventeranno rapidamente obsoleti? Se sì, c'è un modo per trasformarlo in un "sempreverde" che rimanga interessante a lungo termine o che debba essere aggiornato solo occasionalmente? Se no: ne vale ancora la pena?
  • Avete le risorse per implementare l'idea di contenuto e tenerla aggiornata, se necessario? Questo non include solo le spese di tempo. Chiedetevi anche chi può creare gli elementi necessari, come ad esempio un'infografica. O chi può tradurre il contributo, se necessario.

Le risposte a queste domande possono quindi dimostrarvi che un argomento non vale la pena. O almeno ti danno indizi su come potresti avvicinarti meglio.

Strumenti di audit SEO
Gli strumenti SEO mostrano senza sosta lo stato del vostro sito web

Fase 2: Ricerca delle parole chiave

Nella fase successiva si vuole perfezionare ulteriormente la propria idea di contenuto. Prima di tutto qui dice una ricerca completa sulle parole chiave in funzione. Scoprirete due cose:

  1. Quanto è popolare il mio argomento?
  2. Cosa si cerca esattamente su Google & Co.

Il punto 1 vi dà una stima di quanti utenti potreste raggiungere con i vostri contenuti. Il punto 2 vi dà un'indicazione di dove dovreste sviluppare ulteriormente la vostra idea. Per andare avanti nei motori di ricerca, YouTube, ecc. per una parola chiave, non aiuta molto se i vostri contenuti riguardano un argomento oscuro o solo termini tecnici di nicchia. Un'eccezione può essere fatta qui se questa rara ricerca si adatta effettivamente 1:1 al vostro prodotto o alla vostra offerta molto specializzata.

Nel fare ciò, considerate anche il punto importante dell'"intenzione di ricerca": qual è il probabile obiettivo degli utenti? Vogliono principalmente informarsi perché sono ancora all'inizio della loro ricerca? O vogliono già comprare qualcosa? Naturalmente, questo ha una notevole influenza sui contenuti pianificati.

Istruzioni per l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO)

Come funziona una tale ricerca per parola chiave, è Dominik Stein stato spiegato qui a wp unboxed spiegato in dettaglio. Vedi anche il suo Istruzioni per l'audit SEO.

Fase 3: Analisi della concorrenza

Con le vostre intuizioni dei primi due passi, è giunto il momento di dare un'occhiata al concorso nella vostra area tematica. Dopotutto, di solito non si è la prima persona a scrivere o a parlare di qualcosa oggi.

A seconda del formato di contenuto che cercate, potete guardare, ad esempio, su Google, YouTube o Amazon Kindle per vedere cosa c'è già. Uno strumento come Buzzsumo aiuta a valutare la portata di un articolo o di un post del blog (la ricerca di contenuti in lingua tedesca è disponibile solo con un conto a pagamento).

Quando fate la vostra ricerca, fate anche attenzione a quanto sono popolari questi argomenti. Ad esempio, se vedete molti annunci nei risultati di ricerca su Google, sembra che ne valga la pena. Se non vedete alcun annuncio, avete fatto una scoperta incredibile o il vostro argomento non è così rilevante come pensavate.

Personalizza l'idea del contenuto

In ogni caso, non bisogna scoraggiarsi se si trovano molti risultati di ricerca e il contenuto sembra già avere molto successo. Al contrario, questo potrebbe dimostrarvi che siete sulla strada giusta. Soprattutto, significa che potreste dover investire nel vostro contenuto pianificato a lungo termine e che il vostro successo non arriverà da un giorno all'altro.

Ad esempio, potete guardare i migliori risultati di ricerca su Google e chiedervi quanto più ampi, utili o multimediali potrebbero essere i contenuti pianificati. Tenete presente che probabilmente dovrete offrire molto di più dei vostri concorrenti. Tra gli esperti, si parla di questo con termini come Contenuto del grattacielo oppure Contenuto 10x spiega: Devi distinguerti con il tuo contenuto come un grattacielo.

Allo stesso tempo, assicuratevi che i contenuti esistenti siano effettivamente implementati in modo tale che si rivolgano al gruppo target a cui state mirando. Perché lo stesso argomento può essere trattato in modo molto diverso - e questo a sua volta raggiungerà persone diverse.

Categorie di blog
Le categorie della nostra rivista si rivolgono a diversi gruppi target

Ma potreste giungere alla conclusione che l'argomento della vostra idea di contenuto è già così ben trattato che non potete aggiungervi nulla con le vostre risorse. Anche in questo caso, ci sono diversi modi per personalizzare la vostra idea di contenuto:

  • Pensate se potreste invece occuparvi di una singola domanda di questo settore o di un sottotema. L'obiettivo è quello di rendere i vostri contenuti più specializzati.
  • Guardate le reazioni e le domande che vedete nei commenti sotto un post del blog o sotto i video. Trovate altri approcci a ciò che potreste fare in modo diverso o migliore?
  • Verificare se è possibile aggiungere un punto di vista diverso che non è disponibile negli altri contenuti. Esempio: il vostro argomento è spesso trattato dai marketer, ma voi siete uno sviluppatore web e quindi avete un background completamente diverso.
  • Oppure si decide di cambiare il mezzo e il formato: Per esempio, invece di un post sul blog, si potrebbe fare una pan a un video a.

Quindi, se c'è già molta concorrenza, la tua domanda di base dovrebbe essere sempre: posso aggiungere alle offerte già esistenti qualcosa di molto migliore o abbastanza diverso?

Fase 4: Ulteriori approcci per migliorare la vostra idea

A questo punto, potreste aver bisogno di ulteriore ispirazione per i vostri contenuti. O perché si vuole intraprendere un nuovo percorso con la propria idea. O perché si vuole espandere la propria idea per fornire il miglior contenuto per la domanda.

Forum e gruppi

Per esempio, cercate i forum, i gruppi di Facebook, i subreddit e altri luoghi dove il vostro pubblico può parlare dell'argomento. Idealmente, questo vi darà più idee e una buona comprensione di quali sono le domande più pressanti. Potreste anche trovare nuove parole chiave e frasi di ricerca che vi riporteranno al punto 2.

Chiedete ai vostri clienti, fan e seguaci

Un altro buon modo è quello di chiedere ai vostri clienti esistenti, ai lettori della newsletter, agli utenti del sito web e ai seguaci dei social media. Questo può essere sotto forma di un breve sondaggio su Facebook, Twitter o LinkedIn essere. Oppure potete rendergliela molto semplice e chiedere loro se sono interessati all'idea di contenuto XYZ - con un clic su "Sì" possono poi iscriversi a una lista di distribuzione adatta.

Potete anche chiedere direttamente quali problemi dovreste trattare e spiegare. In questo modo avrete anche un'idea più chiara di come il vostro gruppo target pensa e di cosa si occupa. Questo vi aiuterà a rispondere alle domande dei vostri lettori nel modo più preciso possibile.

Lasciatevi ispirare dal metodo di avvio snello

Oppure si può lasciare l'idea del "Prodotto minimo vitale" dal approccio di avvio snello stimolare. Ad esempio, prima di avviare il servizio, Dropbox ha creato una landing page con un video che mostra le funzionalità previste. All'epoca non esisteva ancora un prodotto. Tuttavia, l'avvio poteva verificare se era sulla strada giusta in base alle reazioni.

Ad esempio, se avete progettato un ampio white paper, create una landing page per esso, spiegando la vostra idea e i possibili contenuti. Dare agli utenti la possibilità di lasciare un'e-mail alla fine. In questo modo, non solo convalidate la vostra idea, ma raccogliete anche i lettori prima ancora di iniziare a scrivere.

Un altro bonus: Potete chiedere ancora una volta a queste persone interessate quali informazioni vorrebbero vedere nel libro bianco. Riceverete quindi ulteriori dati per migliorare la vostra idea. Può anche essere utile promuovere questa pagina di destinazione in via sperimentale, ad esempio con Annunci su Facebook o Google. A proposito di un Test A/B Qui si può anche verificare se alcune formulazioni funzionano meglio di altre.

La mia conclusione

Tra gli esperti di contenuti, una buona pianificazione è oggi più importante che mai. La quantità di contenuti offerti è semplicemente travolgente. Con qualsiasi testo, grafica o video non si vince più un vaso di fiori (alias clienti). A proposito, non si tratta necessariamente di scrivere l'articolo più lungo di tutti. Soprattutto per il vostro gruppo target una serie di articoli più brevi potrebbe essere la cosa giusta. O una serie di video o un download in PDF o un Instagram Story...

In definitiva, non potrete evitare di sperimentare le vostre idee e i vostri formati di contenuti. Perché di solito non è conveniente copiare semplicemente l'approccio degli altri. Dopotutto, non si sa mai esattamente fino a che punto l'approccio di un concorrente sia adatto a voi. In realtà, spesso non si sa nemmeno se il proprio concorrente ha realmente avuto successo, perché le cifre chiave effettivamente decisive come il fatturato realizzato non sono di solito pubbliche.

Sperimentare qui può anche significare che si pianificano diversi formati per uno stesso argomento fin dall'inizio. Se avete un articolo dettagliato per il vostro blog aziendale potete anche realizzare un video per YouTube o un webinar gratuito (e pubblicare le vostre diapositive su Slideshare in seguito). In questo modo, non avrete solo molteplici usi per il vostro lavoro. Avete anche reso più probabile che i vostri contenuti vengano scoperti.

Trova idee di contenuto: Quali domande avete per Jan?

Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Volete essere informati sui nuovi contributi al marketing online per agenzie e liberi professionisti? Poi seguiteci su TwitterFacebook o nella nostra Newsletter.

Jan è un giornalista online e specialista dell'editoria digitale con oltre 20 anni di esperienza professionale. Le aziende lo ingaggiano come autore, consulente o caporedattore. È anche il fondatore e uno dei redattori della rivista UPLOAD. Fotografo, autore della foto: Patrick Lux.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.