Guida ai Featured Snippet: come evidenziare i tuoi risultati di ricerca su Google

Guida ai Featured Snippet: come evidenziare i tuoi risultati di ricerca su Google

Il Featured Snippet è probabilmente la caratteristica più prominente e controversa visualizzata nei risultati di ricerca di Google. In questo post, spiego cos'è il featured snippet, come influisce sul click-through rate e come puoi evitare che il tuo contenuto venga visualizzato lì, se necessario.

Il cosiddetto "Featured Snippet" è un risultato di ricerca evidenziato che viene visualizzato in modo molto prominente nella posizione 1 su Google:

Esempio di estratto di Snippet in primo piano
Esempio di un featured snippet

Di regola, lo snippet contiene un estratto di testo del rispettivo sito web. Tuttavia, possono essere visualizzati anche elenchi e persino tabelle:

Esempio di elenco di citazioni in primo piano
Un elenco di featured snippet
Esempio di tabella dei frammenti in primo piano
Il Featured Snippet "Tabella

In alcuni punti, vengono visualizzate immagini aggiuntive. Sul desktop, ci sono di solito una o due immagini; sullo smartphone, un "carosello di immagini" con sei immagini viene talvolta visualizzato sopra lo snippet.

Tuttavia, le immagini visualizzate non provengono necessariamente dal sito web da cui proviene l'estratto di testo. In caso di dubbio, Google cercherà il materiale appropriato da diversi siti web.

Con l'aiuto dei Featured Snippets, Google vuole principalmente rispondere alle domande (semplici) degli utenti già nei risultati di ricerca. Queste sono di solito domande chiuse a cui c'è una risposta univoca o chiara. Poiché lo spazio nello snippet è limitato, la domanda dovrebbe anche essere in grado di rispondere in poche frasi.

Il Featured Snippet viene eseguito principalmente quando si inserisce una domanda specifica in Google, che viene introdotta con una parola interrogativa corrispondente (perché, cosa, come, ecc.). Ecco alcuni esempi:

  • Perché il cielo è blu?
  • Quali sono le sette meraviglie del mondo?
  • Quanta vitamina C al giorno?

In evidenza sul sito web

Quando gli utenti cliccano sul sito web da cui proviene il featured snippet, Google scorre automaticamente fino al passaggio di testo corrispondente e ne evidenzia anche l'estratto:

In primo piano Snippet Google Highlight
Il passaggio di testo che finisce come featured snippet nei risultati di ricerca

Tuttavia, questo si applica solo agli estratti di testo, non agli elenchi e alle tabelle. Questo è molto pratico per i ricercatori, specialmente con contenuti estesi, poiché vengono automaticamente inoltrati al passaggio di testo appropriato e non devono cercarlo da soli.

Tuttavia, questa procedura può anche essere vista criticamente, poiché Google - al di fuori dei propri risultati di ricerca - ha un'influenza diretta sulla presentazione del rispettivo sito web.

Integrazione nei risultati di ricerca

Il Featured Snippet è molto legato nell'universo di Google alle "Domande simili" (in inglese "People also ask"), che sono anche visualizzate come una caratteristica nei risultati di ricerca:

Featured Snippets Le persone chiedono anche
La funzione di Google "La gente chiede anche

Ogni domanda che viene visualizzata qui è basata su un Featured Snippet. Quindi, se si digita la domanda 1:1 in Google, apparirà un Featured Snippet con lo stesso testo che viene visualizzato nella vista a discesa delle Domande simili.

È importante capire questo contesto per poter forzare o provocare i featured snippets durante la creazione di testi SEO. Più su questo tra un momento. Inoltre, i featured snippets sono talvolta integrati anche nel Knowledge Graph:

Grafico della conoscenza del Featured Snippet
Il grafico della conoscenza su Google

Google di solito usa Wikipedia per il testo della descrizione nel Knowledge Graph. Tramite i Featured Snippets, i siti web più piccoli hanno anche la possibilità di essere visualizzati nel Knowledge Graph in posizione prominente.

Il Featured Snippet occupa molto più spazio nella pagina dei risultati di ricerca ("SERP" = Search Engine Result Page) di un normale risultato di ricerca. Mentre un normale risultato di ricerca è alto solo 100 pixel, un featured snippet può raggiungere un'altezza di più di 450 pixel. 

A seconda delle dimensioni dello schermo, occupa quasi tutta l'area visibile sul desktop ("above the fold"). Sullo smartphone, il featured snippet a volte si estende anche oltre l'area visibile. Recentemente, lo snippet è stato anche allungato per tutta la larghezza dello schermo in singoli casi:

Featured Snippet a schermo intero
Snippet in primo piano su tutta la larghezza dello schermo

Nei risultati di ricerca in lingua inglese, i link a Wikipedia sono stati recentemente inclusi all'interno dell'estratto di testo nel featured snippet. Soprattutto quando si tratta di definizioni di termini. 

I collegamenti sono contrassegnati da una linea tratteggiata. Cliccando sul link si apre un pop-up, che a sua volta visualizza un estratto da Wikipedia. Questo è un featured snippet dentro un featured snippet, per così dire:

Serpentine di link in primo piano
Link inclusi nel Featured Snippet

Quando Google ha introdotto i Featured Snippets nel gennaio 2014, gli snippets erano ancora visualizzati in un Box chiaramente delineato o evidenziato con ombreggiatura. Questo è cambiato di recente: Attualmente, gli snippet sono di fatto visualizzati senza una vera demarcazione. A prima vista, sembra che il contenuto provenga direttamente da Google.

Solo il link blu al sito corrispondente rivela che si tratta di un estratto di una pagina di terzi. Oltre all'aspetto visivo, è cambiato anche il modo in cui gli snippet sono integrati nei primi 10 risultati di ricerca. Inizialmente, il featured snippet era in realtà una vera e propria "posizione 0", quindi 10 risultati regolari venivano ancora visualizzati accanto allo snippet.

Inoltre, il sito web che è stato incluso nello snippet potrebbe anche classificarsi di nuovo più in basso con un risultato di ricerca regolare - il sito web era quindi rappresentato due volte nella top 10. Questo oggi non è più possibile. Attualmente, il featured snippet sostituisce semplicemente la posizione 1.

Poco dopo l'introduzione dei Featured Snippets, si sono alzate voci critiche. Si lamentavano che gli utenti non avrebbero più avuto un motivo per cliccare sul sito web se il contenuto era già visualizzato nei risultati di ricerca.

La storia del sito celebritynetworth.com, per esempio, specializzato nella ricerca dei beni delle celebrità, si legge in modo particolarmente drammatico. Secondo la sua stessa dichiarazione, il traffico mensile di Google è crollato del 65% nel frattempo a causa dell'introduzione dei Featured Snippets. Come risultato, l'operatore ha dovuto licenziare metà del tuo team. Il fatto è che i featured snippets possono avere un'influenza sia positiva che negativa sul tasso di clic sul risultato di ricerca.

La direzione in cui il pendolo alla fine oscilla dipende soprattutto dal tipo di contenuto. Più il contenuto è semplice o banale, più è probabile che il tasso di clic cada. Questo è particolarmente vero per le query di ricerca a cui si può rispondere con una sola frase. Un esempio:

"Come faccio a fare uno screenshot sul Mac?

La domanda ha una risposta chiara e inequivocabile in un featured snippet. Come utente, non ho quindi motivo di aprire il sito web. Quindi il tasso di clic è piuttosto basso qui.

La situazione è diversa per le domande più complesse. O non viene visualizzato nessun featured snippet. E se lo sono, la motivazione a cliccare sul sito per ottenere più informazioni o per approfondire l'argomento è ancora alta. Un esempio:

"Come posso migliorare il mio posizionamento su Google?"

Questa domanda ha anche una risposta per me in un featured snippet. Tuttavia, la risposta è ovviamente molto superficiale. È semplicemente impossibile rispondere a questa domanda in una frase. Il tasso di clic non è quindi probabilmente influenzato negativamente.

I propri dati confermano il modello

Per interesse, ho usato Google Search Console per guardare alcune delle classifiche delle mie pagine che sapevo essere visualizzate come featured snippets.

Per fare questo, ho esaminato i dati di performance su un periodo di due mesi. Ho fatto in modo che la posizione media nel periodo fosse più/meno 1. 

Il tasso di clic variava enormemente a seconda del termine di ricerca. Per domande molto specifiche, a volte era tra il 7 e il 10 per cento:

Featured Snippet Search Console Click Rate
I tassi di clic a confronto

Per le query di ricerca piuttosto aperte o vaghe, d'altra parte, il tasso di clic era talvolta del 23,4 per cento. Per confronto: secondo un'analisi di Sistrix, il tasso di clic per il risultato in posizione 1 è in media del 28,5%.

Anche se naturalmente ho analizzato solo una piccola serie di dati, il modello descritto sopra è stato sostanzialmente confermato:

  • Più concreta (chiusa) è la domanda, più basso è il tasso di clic. E:
  • Più vaga (aperta) è la domanda, più alto è il tasso di clic.

In linea di principio, può essere utile ottimizzare il proprio contenuto per la visualizzazione in un featured snippet. Perché: è meglio avere un tasso di clic del 10% nel Featured Snippet che un tasso di clic del 5% nella posizione 6. 

Come già accennato in precedenza, è possibile utilizzare le "domande simili" che vengono visualizzate per una parola chiave nei risultati di ricerca come guida per l'ottimizzazione. Per "provocare" la visualizzazione in un featured snippet, devi rendere il più facile possibile per il Googlebot. Google è una macchina e le macchine amano le strutture chiare.

Prima di tutto, si tratta della corretta disposizione del "trigger" (la domanda) e del contenuto (la risposta). Il "trigger" dovrebbe essere posto immediatamente prima del contenuto. Sia sotto forma di un sottotitolo che di una frase in grassetto:

Ottimizzazione del contenuto del Featured Snippet
Trigger e contenuto per il Featured Snippet

Inoltre, dipende anche dal design del contenuto. Quindi: che tipo di contenuto è necessario? Una definizione scritta, una lista con punti elenco o una tabella? Non c'è necessariamente un giusto o uno sbagliato qui. Pensate solo a ciò che aiuterebbe di più l'utente.

Google è diventato molto bravo a riconoscere i contenuti rilevanti che si adattano a una domanda specifica dell'utente. È importante formulare il contenuto nel modo più concreto possibile. Quindi non iniziate con Adamo ed Eva e fate a meno di frasi introduttive e frasi vuote. Vai dritto al punto.

È un gioco di domande e risposte dirette. Se qualcuno chiede: "Come faccio a fare uno screenshot sul Mac?", non è necessario (!) spiegare prima cos'è uno screenshot. Concentratevi sul rispondere alla domanda nel modo più concreto possibile:

Esempio di struttura del contenuto del Featured Snippet
La struttura orientata all'obiettivo per il Featured Snippet

Per scopi di test, mi sono concentrato interamente sull'ottenere il maggior numero possibile di featured snippets in un articolo. Il risultato: 23 featured snippet con un solo articolo! Tuttavia, quanti featured snippets si possono ottenere dipende anche dall'ambito o dal tipo di argomento.

Sì, puoi usare un meta tag nel codice sorgente del tuo sito web per dire a Google di non mostrare il tuo contenuto nei Featured Snippets. Ci sono tre modi diversi per farlo - ma sfortunatamente nessuno di essi è abbastanza semplice e impermeabile...

Meta tag max-snippet

La prima opzione è quella di sperimentare il meta tag "max-snippet". Con il tag max-snippet, puoi determinare quanti caratteri del tuo contenuto devono essere visualizzati nei risultati di ricerca di Google. 

Se il valore è inferiore all'estratto di testo possibile, Google si asterrà dal visualizzare il contenuto nei risultati di ricerca (senza garanzia, ovviamente). Il tag è inserito nel meta tag familiare

<meta name="robots">

incorporato. Ecco come potrebbe apparire, per esempio:

<meta name="robots" content="max-snippet:180">

Con questa impostazione, si limita l'output del contenuto nei risultati di ricerca a 180 caratteri. Ma attenzione: influenzate anche il numero di caratteri per la meta descrizione normale!

Se si imposta un valore troppo basso, questo può portare a dei problemi. La meta descrizione normale di solito ha circa 160-170 caratteri. Quindi questa non è proprio una soluzione, ma piuttosto un workaround.

Adattare il tag "max-snippet

Puoi impostare il tag "max-snippet" separatamente per ogni sottopagina con il WordPress SEO-Plugin Rank Math. Questo permette di controllare gli snippet in modo più differenziato.
In primo piano Snippet Rank Math Seo Plugin
Le opzioni Robots Meta in Rank Math SEO

Tag nosnippet

Se vuoi assicurarti che il tuo contenuto non venga visualizzato negli snippet, puoi anche usare il tag "nosnippet". Questo tag è anche incluso nel meta tag robots:

<meta name="robots" content="nosnippet">

A mio parere, l'uso del nosnippet è in gran parte inutile, perché con questo tag si proibisce anche a Google di visualizzare la normale meta descrizione!

Tag inline data-nosnippet

Ultimo ma non meno importante, hai anche la possibilità di escludere singole sezioni di testo da qualsiasi snippet (meta description e featured snippet). Usate il tag inline "data-nosnippet" come segue:

Featured Snippet Meta Tag Data Nosnippet
Uso di data-nosnippet

Questo tag può essere incluso in elementi span, div e section.

Il Featured Snippet è stato introdotto da Google per migliorare ulteriormente l'esperienza dell'utente e per rispondere a domande semplici già nei risultati di ricerca. Per gli utenti, questo è di solito molto utile. Se si gestisce un sito web, tuttavia, il tutto è un'arma a doppio taglio. I Featured snippets possono influenzare il tasso di clic sul risultato di ricerca positivamente, ma anche negativamente.

A seconda del vostro modello di business, questo può avere conseguenze drastiche per il vostro sito web, soprattutto sotto forma di perdite di traffico. Il fatto che Google non offra un modo veramente efficace per escludere il proprio contenuto dai featured snippet dimostra quanto sia importante lo snippet per Google.

Le tue domande su Featured Snippet SEO

Quali domande hai sull'articolo? Aspettiamo i tuoi commenti. Sei interessato ai temi attuali del marketing online e del SEO? Poi segui Raidboxes su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.