Ricerca di parole chiave

Successo SEO con la ricerca delle parole chiave: istruzioni passo dopo passo

Qual è l'errore più comune che i lavoratori autonomi e le aziende commettono nel marketing online? Non fanno alcuna ricerca sulle parole chiave. In questo modo si creano contenuti che nessuno cerca e non si ottengono risultati su Google & Co. Questa guida passo dopo passo ti aiuterà a realizzare un'analisi delle parole chiave per avere la meglio sui tuoi concorrenti.

La buona notizia è che la ricerca delle parole chiave può richiedere molto tempo, ma ne vale la pena. La maggior parte dei siti web è piena di potenziale che rimane inutilizzato. Alcune aziende, agenzie e liberi professionisti hanno raddoppiato il loro traffico e molto altro ancora dopo un'approfondita ricerca di parole chiave.

Questo accade, ad esempio, quando la ricerca rivela che sei già posizionato per termini di ricerca con un alto volume di ricerca, ma mancano ancora i contenuti appropriati:

Il successo dell'analisi delle parole chiave
Aumento significativo grazie ai contenuti adattati

Le basi della ricerca delle parole chiave

Prima di mostrarti gli strumenti e le possibili tecniche che puoi utilizzare per la ricerca delle parole chiave, voglio farti iniziare con le basi.

Cosa sono le parole chiave?

Quando parliamo di parole chiave nell'ambito dell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), ci riferiamo alle parole chiave e ai gruppi di parole che gli utenti inseriscono nel motore di ricerca di loro scelta.

Sia Google che vari strumenti online forniscono dati sulla frequenza di ricerca di questi termini al mese. Questo è anche chiamato volume di ricerca. Questo volume di ricerca ti aiuta nel marketing online a distinguere tra parole chiave significative e insignificanti. In modo da utilizzare e scrivere contenuti che siano effettivamente ricercati.

Controlla la SEO del tuo sito web

In generale, vuoi sapere come si comportano i tuoi siti web nell'ottimizzazione per i motori di ricerca prima di iniziare a lavorare sulla tua strategia per le parole chiave? Allora leggi prima il mio tutorial sulla verifica SEO. Ti spiega passo dopo passo come ottenere un miglior posizionamento su Google & Co.

Questo rende la ricerca delle parole chiave un must per tutti coloro che vogliono creare traffico organico. In questo modo potrai scoprire in anticipo se vale la pena investire in testi e contenuti adeguati. E il tempo è denaro, come tutti sappiamo.

Tipi di parole chiave

Nell'ottimizzazione dei motori di ricerca, le parole chiave sono suddivise in diverse categorie. Ogni categoria influenza l'intenzione di ricerca dell'utente e il tipo di risultati visualizzati nei risultati della ricerca. Se stai facendo una ricerca di parole chiave per la prima volta, è sufficiente conoscere i seguenti tre tipi di parole chiave:

Parola chiave genereProprietà
Parole chiave a coda cortaTermini di ricerca limitati a una o due parole, brevi e pertinenti. Hanno un alto volume di ricerca e quindi di solito hanno molta concorrenza. Ad esempio: "pizza".
Parole chiave a coda lungaTermini di ricerca molto più specifici per un argomento. Hanno un volume di ricerca molto più basso, ma relativamente meno concorrenza e tassi di conversione più elevati. Ad esempio: "Quanto deve essere spessa la pasta della pizza?
Parole chiave locali (parole chiave di geobiettivo)Termini di ricerca che si riferiscono a un luogo o a una posizione geografica. Ad esempio: "Servizio di consegna pizze a domicilio a Berlino".

Puoi trovare maggiori informazioni sulle categorie di parole chiave nelle Linee guida sulla qualità della ricerca di Google a partire da pagina 66 (PDF).

Intenzione di ricerca: contenuti che vengono ricercati

I motori di ricerca si sono imposti di fornire sempre agli utenti la migliore risposta a una domanda. Non è così facile con un pool di migliaia di possibili risposte. Per fornire i risultati più pertinenti a chi effettua le ricerche, i motori di ricerca hanno sviluppato dei metodi per dedurre quanto segue: Che tipo di risultato si aspetta un utente? In questo modo il motore di ricerca può inserire annunci pubblicitari ancora più mirati per l'utente e quindi guadagnare di più.

Nel mondo dell'ottimizzazione per i motori di ricerca, questo aspetto viene definito anche "intento di ricerca".

Offri una soluzione

Se gestisci un sito web, devi sempre chiederti, durante la ricerca delle parole chiave, quali sono le informazioni che gli utenti cercano e utilizzare solo le parole chiave per le quali puoi offrire una soluzione o una risposta.

Dal 2020, i motori di ricerca come Google e Bing hanno apportato sempre più modifiche ai loro algoritmi, che per la prima volta utilizzano l'apprendimento automatico per differenziare i significati delle stesse parole. Alla fine del 2019, Google ha introdotto per la prima volta tale riconoscimento con l'aggiornamento BERT.

Esistono i seguenti tipi di intenzioni di ricerca (fonte: Semrush):

  • Orientato alle informazioni: Gli utenti vogliono trovare una risposta a una domanda specifica
  • Orientato alla transazione: Gli utenti vogliono eseguire un'azione (conversione)
  • Commerciale: gli utenti vogliono saperne di più su marchi o servizi
  • Orientato alla navigazione: vuoi ritrovare una pagina o una sottopagina specifica

Esempi pratici: Come soddisfare l'intenzione di ricerca

Non fare: con questi accorgimenti rischi di bruciare soldi:

  • Crea contenuti che ritieni rilevanti ma che non sono interessanti per i tuoi futuri visitatori (ad esempio, partecipazione a concorsi o corsi di formazione, premi).
  • Crea pagine satellite. Si tratta di pagine clonate in cui viene cambiata solo la parola chiave locale (ad esempio, da "Berlino" a "Monaco"). Questo solo per la speranza di classificarsi in un'altra città o distretto.
  • Skyscraper Contenuto per un intento di ricerca (ad esempio, una parola chiave transazionale) per il quale un contenuto lungo non è rilevante perché i ricercatori si aspettano un prodotto o un servizio.

Dos - Come farlo bene:

  • Adatta i contenuti a una specifica intenzione di ricerca. Se tutti i risultati di una ricerca sono prodotti, offri anche un prodotto per questa parola chiave.
  • Cerca di riempire il tuo sito web con contenuti che siano in linea con il tuo tema. Usa le parole chiave della ricerca per parole chiave.
  • Non lesinare sulla qualità del testo. I contenuti scritti da esperti hanno solitamente un effetto più duraturo e qualitativo rispetto ai testi acquistati a basso costo su una piattaforma di testo. Ciò significa che questi contenuti di solito funzionano meglio a lungo termine e devono essere aggiornati meno frequentemente. Si tratta di contenuti sempreverdi.

Esempio pratico: Quale parola chiave è rilevante per la tua attività?

Poiché l'intenzione di ricerca determina il contenuto futuro del tuo argomento, è consigliabile dare prima un'occhiata ai risultati della ricerca.

Prendiamo come esempio la parola chiave "assemblare PC". Vengono visualizzati solo i webshop che offrono un generatore sul sito web. L'intento di ricerca dietro questo termine è chiaro per Google: "orientato alla transazione":

Parola chiave Intento transazionale
Risultati di ricerca orientati alla transazione su Google

Cambiando la query di ricerca in "consigli per la compilazione del PC", emerge improvvisamente un'intenzione completamente diversa. Google ora fornisce invece contenuti informativi:

Parola chiave Intento informativo
Qui Google offre contenuti orientati alle informazioni

Con brevi query di ricerca come quelle appena citate, puoi farti un'idea del tipo di contenuti desiderati dagli utenti.

Un negozio online con un configuratore di PC potrebbe perdere preziose opportunità di traffico se si affida esclusivamente alla commercializzazione del configuratore. In questo modo non si posizionerebbe per le query di ricerca informative. Quindi ha senso aggiungere al sito web contenuti informativi sull'argomento "consigli", se necessario in una sottopagina separata.

Ricerca prima della creazione dei contenuti

È importante interiorizzare questo meccanismo. Nell'esempio precedente, una guida su comeassemblare un PCsarebbe uno sforzo sprecato perché la ricerca è dominata da altri contenuti. Consulta anche i contenuti del nostro e-book sul content marketing e sulla strategia dei contenuti.

Passo dopo passo per la ricerca delle parole chiave

Esistono diversi metodi per condurre una ricerca sulle parole chiave. In questo tutorial ti aiuterò a creare una mappa mentale di parole chiave rilevanti. Il tutto avrà un aspetto simile a questo:

Parola chiave Fertilizzante Mindmap
Una mappa mentale come risultato dell'analisi delle parole chiave

Tra le parentesi della mappa mentale puoi vedere il volume di ricerca delle parole chiave. Il vantaggio di questo metodo è che le parole chiave vengono ordinate per volume di ricerca, strumento o intenzione di ricerca. In questo modo ti sarà più facile strutturare le parole chiave in un secondo momento.

Ottimizzare i collegamenti interni

Le parole chiave della mappa mentale che non sono state inserite nel contenuto sono ottime per i post separati del blog o per le sottopagine che verranno pubblicate in seguito. In questo caso, il riferimento alle tue parole chiave più importanti (argomento principale) può essere rafforzato attraverso il linking interno.

Dopo la ricerca delle parole chiave, inseriamo le parole chiave di questa mappa mentale nella seguente struttura:

Parola chiave Struttura del fertilizzante
La struttura e i titoli appropriati delle parole chiave

In questo esempio, il fertilizzante per piante è la "parola chiave di partenza", che costituirà il titolo principale (H1) della nostra pagina di esempio. Le parole chiave correlate con il volume di ricerca più elevato costituiranno i sottotitoli (H2). Anche i titoli H2 sono importanti: i visitatori di un sito web di solito cercano solo informazioni specifiche. I sottotitoli sono una guida perfetta per aiutarti a iniziare i tuoi contenuti.

Anche i motori di ricerca traggono vantaggio da questa struttura, in quanto possono assegnare meglio i paragrafi successivi alla parola chiave della tua headline. Questi argomenti possono poi essere ampliati con ulteriori sotto-argomenti (H3 o H4). Questi sottotitoli ti aiutano in seguito a completare l'argomento con contenuti significativi.

Il vantaggio di questo metodo è che non devi essere un esperto di un argomento. Sulla base della ricerca delle parole chiave e della struttura sviluppata con essa, sei immediatamente consapevole di quali contenuti vengono ricercati dalle persone reali. Devi solo concentrarti a fornire i contenuti per queste parole chiave.

Passo 1: Raccogliere idee per le parole chiave

In questa guida, parto dal presupposto che tu abbia già un'idea di quale parola chiave iniziale (H1) vuoi ottimizzare. Se non è questo il caso, apri un documento separato e prendi appunti sui potenziali argomenti di cui vuoi scrivere. Sono sufficienti parole chiave approssimative.

  • Hobby o argomenti che ti interessano
  • Problemi che tu o il tuo ambiente avete affrontato negli ultimi mesi e che siete riusciti a risolvere
  • Decisioni di acquisto in passato
  • Servizi nella tua azienda

Ma non pensare solo ai prodotti che vuoi vendere tu stesso. Ma pensa anche ai tuoi concorrenti e alle domande che potrebbero indurre i visitatori a guardare il tuo prodotto. Due esempi da settori diversi: "Come si determina il valore di un immobile?- Quali attività sportive sono consigliate dopo questo intervento?".

Poi inserisci le tue idee nella maschera di input di Google. Il completamento automatico di Google o la funzione Google Suggest ti suggeriranno le aggiunte mentre digiti. Puoi usare queste aggiunte come ispirazione per le parole chiave che vengono ricercate in combinazione con il tuo servizio:

Parola chiave Google Autocomplete
Suggerimenti di Google Autocomplete o Google Suggest

Alla fine dei risultati della ricerca troverai altri suggerimenti per la parola chiave inserita nella maschera. Questi possono anche contenere suggerimenti utili per la tua ulteriore ricerca di parole chiave. Maggiori informazioni in questo tutorial.

Passo 2: Panoramica delle parole chiave

La forma della tua panoramica delle parole chiave dipende da te. Alcuni usano le mappe mentali, altri preferiscono le tabelle come quelle di Excel. Le tabelle sono solitamente preferite dagli ottimizzatori dei motori di ricerca perché i dati possono essere filtrati meglio nello strumento.

Sia Mindmup (online) che FreeMind (offline) possono essere utilizzati gratuitamente per creare una mappa mentale. Il flusso di lavoro completo è il seguente:

  • Apri la tua mappa mentale e scrivi l'argomento principale al centro. Questa parola chiave avrà il volume di ricerca più alto.
  • Ora costruiamo i nostri temi partendo da questa parola chiave. Usa il tasto tabulatore per creare una nuova scheda. Ordina le parole chiave in base agli strumenti utilizzati o all'intenzione di ricerca.
  • Ordina sempre le parole chiave trovate in base al volume di ricerca più alto.
  • Puoi cancellare gli argomenti completati in un secondo momento con un pennarello per non perderne il ricordo.

Ecco due esempi di come potrebbe apparire il risultato:

Esempio di mappa mentale per parole chiave
Esempio di mappa mentale per strumenti
Parola chiave Mappa mentale ad albero
Mappa mentale raggruppata per intenzione di ricerca

Fase 3: Idee dall'analisi delle parole chiave

Nella prima fase sei già riuscito a raccogliere le prime idee per i contenuti. Nella fase successiva, integreremo la nostra mappa mentale con le raccomandazioni sulle parole chiave dei nostri strumenti SEO. Tra poco ti mostrerò quali strumenti puoi utilizzare per trovare questi suggerimenti. Ecco come potrebbero essere le idee concrete per i contenuti:

Ricerca delle parole chiave fase tre
Idee di contenuto dall'analisi delle parole chiave

Fase 4: concorrenza e risultati di ricerca

Nella fase finale della nostra ricerca di parole chiave, valutiamo ogni singola parola chiave della nostra mappa mentale per vedere se vale la pena di scrivere contenuti per questa parola chiave. Lo facciamo sulla base di un'analisi della concorrenza. Semrush ha scritto un'ottima guida al riguardo: Analisi dei concorrenti nell'ottimizzazione dei motori di ricerca.

Dopo aver inserito il nostro termine di ricerca nella maschera di input di Google, diamo un'occhiata completa ai risultati di ricerca presentati. Già dalle serp (Search Engine Results Page) si possono raccogliere molte informazioni su una parola chiave:

Intenzione di ricerca

Che tipo di contenuti dominano i risultati di ricerca? Si tratta prevalentemente di prodotti, siti di e-commerce e annunci di shopping? In questo caso sarà difficile raggiungere le classifiche con una pagina di puro contenuto. Chiediti: sei in grado di soddisfare l'intento di ricerca? Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo nell'articolo di Semrush sull'intento di ricerca.

Competizione

Quanto sono "forti" i domini nelle prime cinque posizioni? I risultati sono domini di grande autorità (ad esempio Wikipedia) o piuttosto siti web privati, portali di notizie e forum? I risultati o le pagine sono ottimizzati?

Buone meta descrizioni, landing page ben progettate o testi lunghi possono essere indicatori di un'ottimizzazione di successo sui motori di ricerca e aumentare i requisiti dei tuoi contenuti.

Gli structured data

Vengono visualizzate ulteriori informazioni sul termine di ricerca direttamente nei risultati o viene data una risposta? Anche questo può essere un indicatore del successo dell'ottimizzazione dei motori di ricerca. In quanto gestore di un sito web, in questo caso devi fare come la concorrenza:

  • Stelle delle recensioni (stelle di Google) nei risultati di ricerca
  • Le query di ricerca trovano risposta direttamente nei risultati di ricerca
  • Caselle "FAQ" / "Come fare per" sotto la maschera di input
  • "Ricette" (Rich Cards) direttamente nei risultati della ricerca

I cosiddetti rich snippet sono resi possibili dai dati strutturati e possono influenzare fortemente il CTR(click through rate) dei risultati di ricerca. Se nessuno nella nicchia utilizza i dati strutturati, puoi considerare questa opportunità come un'opportunità per emergere maggiormente nei risultati di ricerca o addirittura per apparire in posizioni di rilievo:

Rich Snippets Schede Ricche
Rich Snippets e Rich Cards su Google

Strumenti per la ricerca di parole chiave

Se da una rapida occhiata ai risultati di ricerca emerge che potrebbe trattarsi di una parola chiave con una concorrenza medio-bassa, il passo successivo è quello di verificare la redditività della parola chiave. Per questo abbiamo bisogno di uno strumento di ricerca delle parole chiave.

Gli strumenti a pagamento sono sempre più affidabili di quelli gratuiti. Di solito hanno un database di parole chiave più ampio e aggiornato. I database più grandi sono detenuti dagli strumenti Semrush e ahrefs. Tra poco ti fornirò alcuni esempi di strumenti online. I seguenti parametri sono importanti in ogni caso:

  • Il volume di ricerca indica quante ricerche vengono effettuate al mese per una parola chiave. Un volume di ricerca elevato è auspicabile, ma non sempre è la scelta migliore, poiché la concorrenza è elevata e l'intenzione di ricerca non è sempre chiara.
  • Il costo per clic (CPC) indica quanto gli inserzionisti pagano in media per un clic su un annuncio per quella parola chiave. I prezzi elevati dei click sono un indicatore di una forte concorrenza o di nicchie in cui è possibile ottenere alti profitti.

UberSuggest - per requisiti bassi

UberSuggest ti mostra tutti i dati di cui hai bisogno per la tua ricerca di parole chiave. Nella versione gratuita, tuttavia, la ricerca è limitata a 3 ricerche al giorno.

Volume di ricerca Ubersuggest
Analisi delle parole chiave con Ubersuggest

I domini possono essere analizzati anche per le parole chiave più redditizie. Questo ti dà l'opportunità di scoprire quali sono i contenuti che devi scrivere per colmare il gap di contenuti con il tuo concorrente più vicino.

Nella scheda "Idee per le parole chiave" vedrai altri suggerimenti per parole chiave correlate. I risultati sono ordinati in base al volume di ricerca mensile:

Idee per le parole chiave di Ubersuggest
Ordinare le idee di parole chiave in base al volume di ricerca

Dato che le parole chiave dell'esempio hanno un alto volume di ricerca, dovresti prendere in considerazione la possibilità di trattare questi argomenti anche sul tuo sito web. Sembra che questi argomenti siano rilevanti per la maggior parte degli utenti. Scrivi questi suggerimenti nella tua mappa mentale.

Semrush (variante gratuita)

Più ampio è il database di uno strumento SEO, più alta è la possibilità di ottenere nuove idee per parole chiave precedentemente sconosciute. Uno strumento come UberSuggest di solito non è più sufficiente. A questo punto entrano in gioco strumenti come Semrush, Sistrix (per l'area di lingua tedesca) o Ahrefs. Perché più dati richiedono anche più informazioni sul traffico della concorrenza.

Panoramica delle parole chiave di Semrush
Ricerca di parole chiave con Semrush

Gli abbonamenti più economici per questi strumenti partono solitamente da 100 euro al mese. Esiste un'iscrizione gratuita limitata per Semrush, che è del tutto sufficiente per i primi passi nella ricerca di parole chiave. Include:

  • Accesso limitato a quasi tutti gli strumenti SEO (verifica del sito, ecc.)
  • Visualizza dati come il volume di ricerca o il CPC
  • Analisi della difficoltà di posizionamento per questa parola chiave (Keyword Difficulty)
  • Forza dei backlink di un dominio nelle serp

È possibile effettuare fino a dieci ricerche al giorno. Con i giusti filtri, otterrai sempre risultati diversi anche nella versione gratuita, basta selezionare i giusti criteri di ricerca. Inoltre, puoi accedere alla "Procedura guidata per le parole chiave":

Parole chiave Mago magico
La procedura guidata per le parole chiave per un'analisi più dettagliata

Questo ti darà molti altri suggerimenti su parole chiave potenzialmente interessanti e sul loro volume di ricerca. Scrivi tutte le parole chiave rilevanti di questa fase nella tua mappa mentale.

Contributi di Expert:innen

Poniti l'obiettivo di scrivere sempre l'articolo più dettagliato su un argomento che non tralasci nessuna (!) domanda. Il risultato dovrebbe essere LA risorsa sul web che viene considerata un contributo di esperti sull'argomento in questione. Un articolo di questo tipo merita il primo posto nei risultati di ricerca, ed è proprio questo l'obiettivo che devi raggiungere quando scrivi nuovi contenuti.

Usa il suggerimento automatico di Google come strumento per le parole chiave

Il più potente di tutti gli strumenti di ricerca delle parole chiave è sempre stato davanti ai tuoi occhi. Ed è anche gratuito: Google Search stesso! Per essere precisi: La funzione di suggerimento automatico della schermata di inserimento.

Anche se questo strumento non fornisce dati sul volume di ricerca, i suggerimenti possono sicuramente tenere il passo con i risultati di altri strumenti. I suggerimenti sono ordinati per volume di ricerca. Ecco come utilizzare il suggerimento automatico di Google per la ricerca di parole chiave:

  • Apri una scheda in incognito in un browser di tua scelta. La ricerca non deve essere falsata dai cookie o dalla cronologia. Esci da tutti gli account Google.
  • Vai su google.com.
  • Se non vuoi vendere un prodotto locale, assicurati di bloccare l'accesso alla tua località, come mostrato nella schermata sottostante, per evitare di ricevere suggerimenti di parole chiave dalla tua zona.
  • Inserisci la parola chiave e la lettera "a" nella maschera di input.
  • Scrivi nella tua mappa mentale i suggerimenti rilevanti per la tua parola chiave.
  • Continua con il resto dell'alfabeto.
Parole chiave Ricerca Google Posizione
Restringi il luogo della ricerca

Questo processo richiede un po' di tempo, ma ha il vantaggio di mostrarti solo i termini di ricerca pertinenti che vengono cercati frequentemente da altre persone. Quali dati sono più affidabili di quelli forniti da Google stesso?

Parole chiave suggerite automaticamente
L'analisi con Google Suggest, lettera per lettera

Di solito, troverai una serie di parole chiave specifiche a coda lunga o interrogative con una concorrenza debole. Annota nella mappa mentale le parole chiave rilevanti da utilizzare in futuro. Questo processo può essere applicato anche ad altri prodotti Google, come YouTube:

Parole chiave Youtube Auto Suggest
Analisi delle parole chiave in YouTube

In questo modo potrai trovare altre idee per altri tipi di contenuti.

Ricerca automatica di parole chiave

Puoi accelerare il processo utilizzando strumenti come Hypersuggest. Lo strumento svolge il lavoro su più piattaforme e con un'ampia gamma di domande, in modo che tu possa raggiungere il tuo obiettivo più velocemente. Tuttavia, la versione gratuita include solo 20 risultati per ogni ricerca.

Parole chiave Hypersuggest
Hypersuggest come strumento per le parole chiave

Google Trends

Quando si tratta di parole chiave ad alto volume (marchi, prodotti, film, celebrità), Google Trends è uno strumento meraviglioso per studiare la popolarità di una query di ricerca:

Parole chiave Google Trends
Ricerca di parole chiave in Google Trends

Le statistiche riportate nell'esempio mostrano che l'interesse per i "fertilizzanti" è cresciuto negli ultimi anni. Inoltre, riceverai altre idee di parole chiave per il termine di ricerca nella sezione "Query di ricerca simili". Con un po' di fortuna, potresti anche trovare suggerimenti che sono diventati interessanti solo negli ultimi mesi.

Lo svantaggio di questo metodo è che Google Trends spesso funziona solo con termini di ricerca popolari. E in particolare con quelli che hanno un alto volume di ricerca. Per le nicchie con un basso volume di ricerca, è difficile trovare informazioni rilevanti.

Idee di parole chiave dalla concorrenza

Purtroppo questo metodo di ricerca delle parole chiave è utilizzato attivamente da pochissime aziende. A mio parere, è il modo più efficace per ottenere idee per nuove fonti di traffico.

Hai assolutamente bisogno di uno strumento di ricerca che sia in grado di visualizzare le classifiche dei tuoi concorrenti. Più grande è il database di parole chiave, più alta è la possibilità di mappare correttamente il traffico della concorrenza.

In questo tutorial utilizzo Semrush per questo scopo. Per farlo, richiama la voce di menu "Ricerca organica". Naturalmente, puoi anche utilizzare l'analizzatore di traffico gratuito di UberSuggest.

Approfittando della pigrizia della concorrenza

La verità è che: Poche aziende sanno quali parole chiave generano traffico per i loro siti web. E se lo fanno, solo le parole chiave più importanti vengono perseguite attivamente.

Naturalmente, la maggior parte degli operatori ha sempre una vaga idea di quali siano le parole chiave "importanti" per cui vuole posizionarsi. Tuttavia, le query di ricerca con bassi volumi di ricerca vengono rapidamente dimenticate - o sono sconosciute.

Tuttavia, queste parole chiave possono essere interessanti anche per la tua azienda. Uno strumento come Semrush mostra che la concorrenza si sta già posizionando per questa parola chiave. Ma non devi scoraggiarti immediatamente, perché di solito la concorrenza ha menzionato solo brevemente la parola chiave nel contenuto e ha quindi costruito passivamente un ranking per la parola chiave. Ma in termini di contenuto, la parola chiave non è molto importante.

Il bello di parole chiave come queste è che la disattenzione della concorrenza può essere la tua più grande opportunità di creare traffico.

Scopri le classifiche dei tuoi concorrenti

Per prima cosa inserisci l'URL del tuo concorrente in uno strumento per le parole chiave di tua scelta. Filtriamo le posizioni da 3 a 20. Se non vengono trovati risultati, puoi espandere il filtro alle posizioni da 20 a 30.

Traffico della concorrenza Semrush
Analisi delle parole chiave dei concorrenti, con lo strumento Semrush

Je nachdem, wie umfangreich die Vorschläge sind, kannst du die Ergebnisse mit zusätzlichen Kriterien filtern. Durch ein Mindest-Suchvolumen (<150) werden dir nur jene Keywords vorgeschlagen, für die es sich lohnt, Inhalte zu erstellen. Wo du persönlich die Grenze für deinen Aufwand setzt, ist natürlich dir selbst überlassen.

Prova i filtri di ricerca

Gioca con i filtri di ricerca nella tua ricerca. Se non ottieni alcun risultato corrispondente, riduci il rigore dei criteri di ricerca. In questo modo potrai trovare più risultati.

Quindi analizza le parole chiave dei tuoi concorrenti per individuare i punti deboli:

  • La parola chiave (posizione da 4 a 20) è sufficientemente coperta dal sito web? Puoi creare contenuti migliori per questa parola chiave?
  • L'intenzione di ricerca della parola chiave nell'URL del concorrente è soddisfatta?
  • Si tratta di un URL creato appositamente per questo termine di ricerca? Se sì: in che misura questa sottopagina è stata ottimizzata per i motori di ricerca?

Tieni sempre presente l'intenzione di ricerca. Se hai trovato una parola chiave interessante che ha ricevuto poca attenzione da parte della concorrenza, dai un'occhiata anche agli altri risultati di ricerca.

Potrebbero esserci siti web per la stessa parola chiave che sono già così altamente ottimizzati da farti decidere di non ottimizzarli per questa parola chiave. Tuttavia, puoi riutilizzare questi domini per la ricerca di parole chiave della concorrenza, che a sua volta ti dà accesso ad altre idee di parole chiave.

In pratica, questo processo può essere ripetuto un numero infinito di volte. Scrivi di nuovo le parole chiave importanti nella tua mappa mentale.

Rafforzare il traffico locale

Se stai commercializzando un servizio locale, ha senso osservare la concorrenza in altre città. In questo modo puoi vedere come le aziende creano il loro traffico. Consulta anche la guida alla Local SEO.

Idee per le parole chiave dalla Search Console

Nell'ultima sezione di questo tutorial, vorrei che rispondessi sinceramente alle due domande seguenti:

  • Sai per quali parole chiave si posiziona il tuo sito web?
  • Sai quali parole chiave generano il tuo traffico?

Se la risposta è "no", vai alla Google Search Console all'indirizzo https://search.google.com/search-console/. Se non l'hai ancora fatto, verifica il tuo sito web e attendi qualche giorno per i primi dati.

La maggior parte delle persone che gestiscono un sito web si concentra solo sulle parole chiave che hanno un alto volume di ricerca. O su parole chiave già ottimizzate nel corso dell'ottimizzazione dei motori di ricerca. Nel corso del processo, molti siti web guadagnano posizioni per altre parole chiave senza mai avvisare l'utente.

Non è raro che i siti web migliori si classifichino per centinaia di altre parole chiave senza che il contenuto sia mai stato ottimizzato per queste parole chiave. E questo in modo piuttosto passivo. Con un po' di fortuna, si possono trovare parole chiave che hanno anche un alto volume di ricerca, ma per le quali manca solo il contenuto "ottimale".

Soprattutto per i nuovi siti web che non hanno ancora acquisito l'autorità necessaria per posizionarsi rapidamente per una parola chiave significativa, queste parole chiave sono un buon inizio per raggiungere i primi visitatori e gettare così le basi per ulteriori posizionamenti.

Query principali Search Console
Le principali query in Search Console

Nel menu "Prestazioni" puoi ottenere informazioni sulle prestazioni dei tuoi siti web nella ricerca di Google. Verrai informato sul maggior numero di clic e sulle query di ricerca più importanti. Nascondere i dati sulle impressioni / CTR e visualizzare solo le posizioni. In fondo alla pagina, puoi definire il numero di risultati che vuoi visualizzare per pagina. Imposta questo valore a 500. Ordina le posizioni per classifica crescente ed esporta l'elenco.

Come nell'esempio dell'analisi della concorrenza, annota le parole chiave nelle posizioni da 4 a 20 e l'URL che si posiziona per esse. Ora puoi utilizzare uno strumento come Semrush per verificare il volume di ricerca di queste parole chiave. Per analizzare se esiste l'opportunità di espandere ulteriormente la parola chiave.

Un esempio: il sito web dell'illustrazione precedente contiene molti contenuti sull'argomento "diritto del lavoro". Si posiziona al 6° e all'8° posto con le parole chiave "rimborso del bonus natalizio" e "bonus natalizio in caso di licenziamento", anche se non esiste un sito web ottimizzato per questo. Ampliando i contenuti per queste parole chiave, possiamo migliorare le classifiche, raggiungere nuovi clienti e persino aumentare il nostro traffico.

Aggiungi contenuti - aumenta il ranking delle tue pagine

Osserva attentamente il contenuto di ogni URL e giudica in modo critico:

  • L'argomento (parola chiave) deve essere trattato più intensamente, in termini di lunghezza del testo e qualità dei contenuti?
  • Risolvo il problema dei miei visitatori (parola chiave: intenzione di ricerca)?
  • I link interni delle pagine tematicamente appropriate vanno a questa sottopagina?
  • Altri domini si collegano alla tua sottopagina?

Puoi leggere altri consigli sull'audit dei contenuti nel mio articolo Passo dopo passo per l'audit SEO.

Altri strumenti per la ricerca di parole chiave

Per effettuare una ricerca di parole chiave di successo, hai bisogno di strumenti che ti mostrino le parole chiave con il loro volume di ricerca mensile. E ti serve un modo per strutturare le parole chiave che trovi.

Strumenti gratuiti:

Strumenti a pagamento:

Ti consiglio di effettuare la ricerca delle parole chiave in modo coscienzioso e attento. Non è un aspetto trascurabile per il successo del tuo sito web. Se hai delle domande, scrivile nei commenti.

Aiuto nella ricerca delle parole chiave

Quali domande hai sull'analisi delle parole chiave? Sentiti libero di utilizzare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sul tema del marketing online e della SEO? Allora seguici su Twitter e Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più i nostri contenuti. Grazie!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.