Pinterest Marketing per liberi professionisti e agenzie: cosa c'è da sapere sulla rete di immagini

Valerie Wagner Aggiornato il 24.01.2020
8 Min.
Pinterest Marketing per le agenzie
Ultimo aggiornamento il 24.01.2020

Il social image network Pinterest è un suggerimento per il marketing online da parte di freelancer e agenzie. Anche le aziende dell'ambiente B2B riferiscono di campagne che a volte hanno più successo delle storie su Instagram. L'articolo mostra cosa è importante e come collegare Pinterest ad WordPress esso.

Molti lavoratori autonomi e molte aziende non sanno cosa fare con Pinterest - hanno dei pregiudizi. "Che cosa pubblicherò?" è un'obiezione che si sente ripetere in continuazione. Se guardate i vostri concorrenti o i freelancer di successo su Pinterest, sono particolarmente felici e hanno successo nella condivisione o nel risparmio:

  • Immagini dei dipendenti nel processo di lavoro o uno sguardo dietro le quinte, come strumento di reclutamento
  • Sostegno a progetti sociali
  • Processi di produzione del vostro prodotto
  • Infografia con un'entusiasmante conoscenza di base del vostro prodotto o del vostro mondo di servizi
  • Foto di copertina dei post del blog e molto altro ancora

Pinterest è stato a lungo più di una semplice rete di nicchia. La società è stata quotata in borsa nell'aprile del 2019. Da marzo 2019 è possibile inserire annunci su Pinterest. Non si dovrebbe trascurare il motore di ricerca visivo. Può essere un vero e proprio booster di traffico se lo si utilizza correttamente.

Ogni giorno, in Germania, oltre 4 milioni di idee vengono appuntate su Pinterest

Jan Firsching scrive in il suo articolo su Futurebiz:

Per la Germania, il gruppo target è costituito da un numero di utenti Pinterest attivi mensili compreso tra 8,3 e 11,2 milioni.

Prima i fatti concreti della rete:

  • 250 milioni di utenti in tutto il mondo
  • 175 miliardi di idee memorizzate (i cosiddetti pin)
  • Il 77% degli utenti (Pinners) ha scoperto un marchio o un prodotto su Pinterest
  • L'82% ha acquistato un prodotto trovato attraverso Pinterest

Ci sono molte buone ragioni per utilizzare correttamente Pinterest per il vostro marketing. È anche divertente creare spille o infografiche per il tuo sito web, la pagina del prodotto o il blog. E questo ci porta al punto principale: immagini, immagini, immagini, immagini! Ma di questo parleremo più tardi.

Come registrarsi su Pinterest e creare un conto aziendale

Il primo passo è la creazione di un conto privato con Pinterest in funzione. Una volta registrati, è possibile passare gratuitamente al sito di un'azienda:

Registrazione degli interessi
Registrati con Pinterest

Poi si scelgono i propri interessi. Dovrebbero adattarsi all'oggetto del vostro modello di business:

Interessi di interesse
Inserisci gli interessi su Pinterest

Poi inserite il nome della vostra pagina aziendale e selezionate informazioni più dettagliate al riguardo:

Conto commerciale con Pinterest
Apri un conto commerciale gratuito con Pinterest
Impostare il profilo aziendale di Pinterest
Creare un profilo aziendale

Nella fase successiva inserite l'URL del vostro sito web. In questo modo il sito web della vostra azienda sarà trovato dai seguaci che seguono le vostre bacheche o il vostro account. E naturalmente, ogni spilla dovrebbe portare a una landing page o a un post sul blog:

Sito web di Pinterest
Link al sito web e agli account collegati

Potete anche collegarvi ad altri profili di social media. Dalla fine del 2018 è possibile collegare il vostro account Instagram o il vostro canale YouTube a Pinterest.

Il profilo aziendale ottimale di Pinterest

Dovreste assolutamente creare un profilo aziendale, anche per il vostro blog. Anche se Pinterest non è un social network comune: vale la pena avere un profilo chiaro e mostrare ciò che voi e la vostra azienda rappresentate. Questo è l'unico modo per ottenere un effetto di riconoscimento.

Allo stesso tempo è necessario un focus tematico. Non è utile se si confondono i propri interessi di interior design con contenuti rilevanti per la propria attività, anche se vanno in una direzione diversa. Barbara Riedl di KaleidoCom spiega come usare Pinterest in modo strategico nel suo articolo 7 importanti strategie di Pinterest scritto.

Nel profilo di Pinterest è possibile inserire il proprio nome utente e personalizzare l'URL di Pinterest:

Profilo di Pinterest
Modifica il profilo su Pinterest

Ho lo stesso nome su tutti i canali, compreso il mio account Pinterest. Questo è più facile da ricordare per i vostri lettori e seguaci. Vi troveranno più rapidamente anche attraverso la funzione di ricerca. Alla voce "Impostazioni del conto" inserite ulteriori informazioni su di voi:

Nome utente Pinterest
Definizione del nome e del nome utente

Le vostre bacheche

A seconda dei prodotti o dei servizi offerti, è possibile creare diverse bacheche su Pinterest. Ho impostato le mie bacheche secondo le categorie del mio blog: Ad esempio, i visitatori troveranno bacheche per "Digitalizzazione nel settore alberghiero", "E-commerce nel settore alberghiero" o "Social Media Tips per gli hotel".

Assicuratevi di fornire alle bacheche una descrizione significativa e con le vostre parole chiave. Le parole chiave sono importanti per farvi apparire nei risultati di ricerca sotto parole chiave corrispondenti:

Funzione di ricerca Pinterest
Funzione di ricerca e pinboard della rete

Queste parole chiave, per le quali volete essere trovati, devono essere incluse nella descrizione del vostro profilo, nella descrizione delle vostre bacheche e nei pin stessi.

Perché i Rich Pins sono così importanti e perché è necessario un Pin-it-Button

Ci sono diversi modi in cui i vostri contributi possono essere condivisi su Pinterest. Sul vostro sito web o blog potreste avere dei pulsanti dei social media che i vostri lettori possono utilizzare per condividere, sopra o sotto i vostri post.

Verifica Rich Pins
Verifica il tuo sito web per Rich Pins

Per esempio, io uso il Plugin involucro shariffa per WordPress . Grazie alla soluzione a 2 clic è anche conforme alla normativa di base RGPDsulla protezione dei dati.

Suggerimento: consultate la nostra guida gratuita RGPDper WordPress agenzie, liberi professionisti e operatori di siti web. Voi Trovalo qui.

Questo Plugin offre un pulsante pin-it tra gli altri social network. Questo pulsante accede all'immagine che hai aggiunto al tuo articolo in Shariff:

ricchi di spille WordPress RGPD
Impostazioni Rich Pins per WordPress Shariffa

La procedura è la seguente:

  1. Pinterest ottiene il titolo del vostro articolo o pagina
  2. Genera il testo di descrizione dalla descrizione del tag ALT. Non dovreste usare questo per Pinterest, ma meglio per l'accessibilità del vostro sito web e come una buona descrizione dell'immagine per Google.
  3. Infine, si carica l'immagine che i lettori vedranno durante la condivisione tramite il pulsante pin-it.

Questo rende più facile la condivisione per i vostri lettori. Voi fornite già il testo e loro non devono inventarsi qualcosa da soli. Perché mano sul cuore: Nessuno lo fa!

Ricchi spilli ti aiutano con il ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO). Si prendono due piccioni con una fava:

  • Si finge come viene descritto il pin e cosa c'è scritto. Ad esempio, parole chiave importanti per voi e per la vostra azienda.
  • Ottimizzate l'immagine per la ricerca di immagini su Google e sarete trovati meglio.

Sapevate che i contenuti con le immagini convertire fino a sette volte di più che senza? Gli esperti SEO prevedono che l'ottimizzazione visiva dei motori di ricerca Voice Searchcontinuerà ad acquisire importanza. Le applicazioni Google Lens, Bing Visual Search o Obiettivo Pinterest.

Con Pinterest Lens, potete catturare le idee nell'app e sulla fotocamera del vostro smartphone. La piattaforma mostra poi i pin che corrispondono.

Creare immagini accattivanti con un titolo significativo

Proprio come su Facebook, Instagram e Co., le immagini su Pinterest hanno un formato predefinito. E tu dovresti attenerti a questo: Il rapporto d'aspetto consigliato è 2:3, ad esempio 600 × 900 pixel. Vedi anche questo contributo.

Per l'infografica è possibile regolare la lunghezza dell'immagine. Con Canva è molto facile creare una grafica attraente. Ecco un esempio, con la base di un Immagine da Pexels:

Info grafica Pinterest

La grafica informativa è popolare anche perché permette di presentare contenuti complessi in modo visivo e di facile comprensione. Questo legge e condivide più velocemente dei fatti sobri.

Booster del traffico: Video Pins!

I primi video pin sono stati possibili negli USA già nel 2012. Ma quest'anno Pinterest ha aggiornato e lanciato i formati di immagini in movimento in tutto il mondo. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che Pinterest vuole far avanzare ulteriormente la piattaforma, insieme alla pubblicità e all'IPO. Il video sta ricevendo maggiore attenzione anche su altre reti, attivate da algoritmi corrispondenti. I vostri video pin appaiono in cima ai risultati della ricerca e sulle vostre bacheche.

Ho provato i video pin. Di solito uso Tailwind per distribuire i miei contenuti su Pinterest.

Suggerimento: A proposito di Tailwind ho su bloggerabc.com ha pubblicato un articolo.

Purtroppo la condivisione di video tramite Tailwind non è ancora possibile nella versione tedesca. Ma è possibile pubblicare un video pin direttamente in Pinterest. Al posto di un'immagine, si carica semplicemente un file video. Potete trovare esempi di questo qui.

Video Pinterest
Video tutorial su Pinterest

Pinterest riproduce MP4 o MOV. La dimensione del file non deve superare i 2 GB. I formati consigliati sono 1:1 (quadrato) o 2:3 (verticale). Pinterest non fa alcuna dichiarazione sulla lunghezza massima dei video. Tuttavia, il vostro video dovrebbe rapidamente catturare l'attenzione dei vostri lettori e poi portarlo sul vostro sito web o blog. Perché, proprio come per i pin immagine, anche qui si memorizza un URL.

Conclusione: il marketing d'interesse vale la pena perché...

Pinterest è ora adatto a vari formati di contenuto. Con immagini, infografica e ora video, potete attirare l'attenzione dei vostri lettori sui contenuti e poi inoltrarli al vostro sito web, al vostro negozio online o al vostro blog.

Fino all'anno scorso era ancora pratica comune distribuire i pin su diverse bacheche. L'unica cosa importante era il pin attivo - il motore di ricerca voleva vedere un'attività più volte al giorno. Pinterest preferisce ancora contenuti freschi e nuovi - e il più regolarmente possibile. Tuttavia, la qualità e i contenuti orientati al gruppo target stanno diventando sempre più importanti.

Creo molte immagini diverse in formato Pinterest per un post sul blog o un episodio in podcast. Dal momento che lavoro con Vento di coda Lo faccio una volta al mese. E poi pianificare in anticipo con lo strumento. Questo ha aumentato il mio traffico: Pinterest è la mia terza fonte di traffico dopo Google e Facebook.

Il marketing su Pinterest è utile anche per i freelancer e le agenzie. Perché:

  • I contenuti visivi attirano di più l'attenzione.
  • Ci sono molte possibilità diverse, anche per il B2B (immagini, infografiche, video, tutorial, FAQ).
  • Come early adopter di Pinterest, sei in prima linea. Soprattutto nei paesi di lingua tedesca e quando i vostri concorrenti non utilizzano ancora la rete.

Ulteriori link a Pinterest

  • Ogni anno Pinterest pubblica le tendenze per l'anno in corso. Le tendenze di punta per il 2019 trovate qui.
  • Il Blog Kaleidocom.at Posso consigliare vivamente a tutti coloro che sono interessati a Pinterest.
  • Pinterest stesso fornisce anche informazioni sulla piattaforma. Particolarmente emozionanti sono le cifre sul Comportamento d'acquisto su Pinterest.

Avete domande sul marketing con Pinterest? Si prega di utilizzare la funzione di commento. Volete ricevere consigli per il vostro marketing online in futuro? Poi seguiteci su Twitter, Facebook o nella nostra Newsletter.

Immagine caratteristica: Pixabay

Valerie Wagner scrive sul tuo blog sulla gestione digitale degli hotel. In qualità di E-Commerce Manager studiata, supporta gli albergatori nel loro cammino verso il futuro digitale. Condivide regolarmente le sue conoscenze di oltre 15 anni di esperienza alberghiera sul suo blog e nel podcast Hotel-O-Motion on Air.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.