Guida SEO 2019: Google RankBrain, Mobile First & Voice Search

Michael Schöffmann Ultimo aggiornamento 15.01.2020
6 Min.
Guida SEO 2019 Copertina 1
Ultimo aggiornamento 15.01.2020

Il SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca) è soggetto a nuovi cambiamenti ogni anno. Anche nel 2019 sarà emozionante! Già a partire dagli ultimi anni, l'intelligenza artificiale di Google, Mobile First così come Voice Search sempre più importante accanto ai due fattori di ranking più importanti: contenuto unico e backlink di alta qualità. Inoltre, dovresti mantenere il tuo contenuto "fresco" e aggiornato nel 2019 per assicurarti le prime posizioni nei risultati di ricerca (Google Freshness Algorithm).

L'intelligenza artificiale di Google - RankBrain

Il termine "Rankbrain" è già noto ad alcuni sviluppatori web. Ma cosa fa veramente l'algoritmo di Google, solo gli esperti SEO se ne occupano.

Google ha già riconosciuto molto presto che gli utenti non usano solo "query di ricerca esatta", ma anche frasi, domande o simili. Su RankBrain non sono prevalentemente le "query di ricerca best-match", ma query sconosciute, che Google non conosceva prima. Questi costituiscono Il 15% di tutte le query di ricerca ogni giorno. ogni giorno. Nel 2007, era addirittura il 20-25%.

Ed è proprio con queste query di ricerca sconosciute che RankBrain entra in gioco e cerca di utilizzare l'intelligenza artificiale per ordinare, categorizzare e assegnare meglio queste query di ricerca ai rispettivi argomenti.

I 3 principali fattori di ranking di Google

I primi 3 fattori di ranking sono sicuramente il contenuto, i link e RankBrain. Se diciamo link, contenuto e RankBrain o se nominiamo un ordine diverso, non importa perché ogni query di ricerca è diversa. In generale, possiamo dire che RankBrain interferisce meno con le "query di ricerca a corrispondenza esatta" e interferisce di più con le query di ricerca sconosciute. Oltre a questo, gli altri due fattori che entrano in gioco sono i backlink e il contenuto.

Ecco un breve video (1:07 minuti) dove Google rivela i principali fattori di ranking:

YouTube

Caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più 

Carica il video

PGlmcmFtZSB0aXRsZT0iVG9wIDMgUmFua2luZyBGYWN0b3JzIERpcmVjdGx5IGZyb20gR29vZ2xlIiB3aWR0aD0iMTM4MiIgaGVpZ2h0PSI3NzciIHNyYz0iaHR0cHM6Ly93d3cueW91dHViZS1ub2Nvb2tpZS5jb20vZW1iZWQvSFdRZS1CbXlIczg/ZmVhdHVyZT1vZW1iZWQiIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvdz0iYWNjZWxlcm9tZXRlcjsgYXV0b3BsYXk7IGVuY3J5cHRlZC1tZWRpYTsgZ3lyb3Njb3BlOyBwaWN0dXJlLWluLXBpY3R1cmUiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT4=

RankBrain è in costante apprendimento?

Tutto l'apprendimento che RankBrain fa avviene completamente in background e offline. Google raccoglie questi dati storici e crea le previsioni che sembrano più utili all'utente. Queste previsioni sono testate offline. Se sono buoni, vengono incorporati nell'ultima versione di RankBrain e sono quindi "live" nell'algoritmo. Questo processo si ripete costantemente e quindi RankBrain è in continua evoluzione.

Mobile First Index: il nuovo indice di Google da marzo 2018

Il cambiamento epocale è completo e ora Google sta usando l'indice mobile come indice principale invece dell'indice desktop originale.

Nel marzo 2018, Google ha annunciato l'indice mobile-first sul blog di Google Webmaster Central . All'inizio, solo pochi webmaster hanno ricevuto una notifica in Search Console. Il più grande roll-out è poi avvenuto nel settembre 2018, dove la maggior parte dei webmaster ha ricevuto la seguente notifica:

Google Mobile-First
Messaggio Mobile-First nel blog di Webmaster Central
Indicizzazione mobile
Messaggio di scadenza mobile in Google Search Console

3 consigli per il Mobile-First Index

Suggerimento #1: utilizzare un web design reattivo

Da un punto di vista SEO è meglio se il sito web è dotato di un responsive è fornito. Oltre a questo, ci sono altri due metodi per fornire un sito web su schermi di tutti i tipi di dimensioni. Vale a dire come "Consegna dinamica" o con "URL diversi"..

Suggerimento #2: Ottimizzazione della velocità mobile

Non solo nel SEO, ma anche nel Search Engine Advertising (SEA), il tempo di caricamento è un fattore importante per l'esperienza dell'utente: più di la metà dei visitatori lascia il il sito web dopo un tempo di caricamento di circa 3 secondi.

Con il Google Speed Update di luglio 2018, Google ha stretto i tempi di caricamento dei siti web ed è diventato un fattore di ranking anche per i siti web mobili.

Quali siti web sono interessati dallo Speed Update di Google?

Secondo Google, l'aggiornamento non influisce sulle pagine che hanno già un tempo di caricamento ottimizzato. Questo non dà a questi siti web alcun vantaggio aggiuntivo in termini di classifica. Il focus è sui siti web con un buon ranking, ma che hanno un tempo di caricamento elevato. Esattamente queste pagine devono aspettarsi perdite nelle classifiche.

Il tempo di caricamento non dovrebbe essere considerato solo come un fattore di ranking, ma anche in termini di conversione. Perché più basso è il tempo di caricamento, più alta è la conversione.

Suggerimento #3: accessibilità mobile per il crawler

Il tuo sito web mobile deve essere sempre accessibile per il Googlebot. Se fornisci contenuti diversi su mobile e desktop - Assicurati che tutti i contenuti siano caricati. È anche possibile omettere singoli elementi per il sito web mobile per ridurre il tempo di caricamento.

Voice Search: Il futuro sta cambiando

Al più tardi da quando Siri è disponibile nell'iPhone e sta solo aspettando di essere finalmente utilizzato, il controllo vocale è arrivato tra gli utenti. Al giorno d'oggi, non c'è quasi nessuno smartphone o tablet che non segua le istruzioni tramite controllo vocale. Nel 2013, Google ha anche introdotto il controllo vocale nel suo browser Chrome. Le ricerche vocali sono più spontanee, comode e veloci della digitazione originale.

Come Voice Search e l'ottimizzazione dei motori di ricerca stanno cambiando

Al giorno d'oggi, una pagina è spesso ottimizzata per una parola chiave o in aggiunta per alcune parole chiave a coda lunga. Per lo più, tuttavia, l'ottimizzazione è fatta su una parola chiave principale con un alto volume di ricerca e in aggiunta alcune parole chiave long-tail con un volume di ricerca inferiore.

Il motivo di questo tipo di ottimizzazione è il numero di query di ricerca. La parola chiave focalizzata ha il maggior traffico e poi si scelgono 2-3 parole chiave a coda lunga, che hanno anche un alto volume di ricerca e, se possibile, sono circondate da poca concorrenza.

Come Voice Search cambierà il volume di ricerca

È ovvio - se più persone usano Voice Search in futuro, il volume di ricerca delle "exact match keywords" diminuirà e le parole chiave a coda lunga si sposteranno in primo piano. Inoltre, in futuro, saranno poste più domande che non solo parole singole infilate insieme. Google capisce le singole frasi - Ora tocca all'utente fornire il contenuto appropriato alle domande e capire esattamente la domanda e l'utente.

Come si ottimizza il contenuto per essere compatibile con Voice Search ?

Suggerimento #1: parole chiave in relazione alle domande W

Le query di ricerca su computer/laptop e su dispositivi mobili sono per lo più parole chiave singole, se Voice Search non viene utilizzato. Tuttavia, se la ricerca vocale è ora utilizzata, allora frasi e domande più lunghe si presenteranno più spesso. Per ottimizzare il contenuto, dovresti sempre definire le parole chiave in relazione alle domande W e usarle già nelle intestazioni h2 e nel contenuto.

Il riconoscimento vocale è certamente una sfida per Google, poiché la connessione tra le parole chiave, le domande, l'intento di ricerca e il contenuto deve essere riunito ancora più intensamente. Tuttavia, Google è già sulla buona strada per padroneggiare questo. Attualmente, tuttavia, ci sono pochi contenuti che coprono completamente queste domande W - quindi c'è di nuovo un piccolo divario per i SEO per essere migliori della concorrenza.

Suggerimento #2: Cerca nei forum della rispettiva nicchia/industria

Oltre a utilizzare i classici strumenti per le parole chiave, dovresti anche informarti sui forum e diventare attivo lì. In questo modo scoprirete cosa interessa ai vostri utenti e potrete abbinare con precisione l'intenzione di ricerca - e quindi offrire il corrispondente valore aggiunto con i vostri contenuti.

I forum sono il modo migliore per scoprire le vere domande degli utenti del settore. Lì puoi anche affermarti come esperto (vedi il consiglio 3 nel prossimo passo) in un settore e confermare il tuo status di esperto. È importante essere sempre attivi, interagire con i vostri utenti e mantenere un contatto sicuro.

Suggerimento #3: Sii un esperto nella tua area tematica

Per essere percepito come un esperto del settore, devi prima dimostrare la tua conoscenza attraverso contenuti unici e sostenere le tue affermazioni con fonti di alta qualità. Come già detto, dovresti quindi essere attivo nei forum e attivare sempre la funzione di commento nei tuoi post in modo che gli altri utenti possano mettersi in contatto con te.

Suggerimento #4: includere domande FAQ nel contenuto

I contenuti di alta qualità per il SEO non sono i 300 testi SEO come molti non-SEO amano sostenere. Non ci sono specifiche esatte su quanto debba essere lungo un testo SEO, perché nel 2018 come nel 2019 si tratta solo di coprire l'intero argomento e soddisfare l'intenzione di ricerca al 100%.

Oltre alle domande W appropriate, dovreste anche aggiornare il vostro contenuto con le cosiddette "domande più frequenti" (FAQ). Questo rende l'articolo più completo e soddisfa l'intenzione di ricerca.

Suggerimento #5: usa più parole chiave a coda lunga attraverso una ricerca più intensiva delle parole chiave

Come già detto, la ricerca delle parole chiave di solito non è abbastanza profonda, perché una ricerca dettagliata richiede ovviamente molto tempo. Tuttavia, una buona ricerca vale già oggi. Perché con esso si può riconoscere possibili lacune di contenuto e attaccarli più facilmente e più velocemente con il SEO. In futuro, non si dovrebbe ottimizzare solo per una parola chiave principale, ma sempre più per i longtail.

Suggerimento #6: usa i dati di Schema.Org per le ricerche locali

La ricerca mostra che molte ricerche linguistiche vengono effettuate a livello locale. Pertanto, si dovrebbe sempre integrare i dati di Schema.org e tenerli aggiornati. Inoltre, la voce Google Business dovrebbe essere sempre aggiornata e mantenuta. Inoltre puoi anche includere I rich snippets possono anche essere incorporati nel codice per per aumentare il click-through-rate (CTR).

Conclusione

Spero di essere stato in grado di aiutarvi con i miei consigli SEO per il 2019. Se hai altre domande, consigli o commenti sulle tendenze SEO, sentiti libero di lasciarmi un commento. Sono felice di sentire il tuo feedback!

Michael Schöffmann di Innsbruck vive per il SEO e l'ottimizzazione della velocità. Con la sua piccola agenzia FUXIG nel centro di Innsbruck, ora si occupa con la sua passione di SEO e di varie nuove strategie di social media. Da qualche mese si dedica anche al settore del video marketing, perché in futuro molto accadrà via video e Voice Search .

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.