Piattaforme per social media a confronto: LinkedIn, Xing, Facebook, YouTube & Co.

Jan Tissler Ultimo aggiornamento 17.11.2021
8 Min.
confronto tra i social media
Ultimo aggiornamento 17.11.2021

Come freelance o in un'agenzia, penserai attentamente a quali piattaforme di social media vuoi e puoi essere attivo. Dopo tutto, le vostre risorse sono limitate. In questo articolo, ti darò alcuni fatti, cifre e strumenti per aiutarti a decidere. Dai classici a Snapchat, TikTok, Pinterest, Clubhouse e altri.

In un post separato, ho già descritto le basi di come trovare le piattaforme di social media giuste per te. Fattori importanti per questo sono, per esempio:

  • Chi stai cercando di raggiungere
  • Qual è il suo obiettivo
  • Quali formati di media sono adatti a te
  • Cosa si può ottenere sulle rispettive piattaforme
  • Ciò che si adatta a voi e alle vostre offerte

In altre parole: devi sapere il più possibile sul tuo gruppo (o sui tuoi gruppi) di riferimento. E d'altra parte, è necessario essere in grado di valutare cosa offrono effettivamente le diverse reti di social media, che carattere hanno e quali utenti vi si trovano. Questo è esattamente ciò di cui tratta questo articolo.

Reti aziendali: LinkedIn e Xing

LinkedIn e Xing (quest'ultimo è conosciuto soprattutto in Germania, Austria e Svizzera) sono gli unici esempi in questo articolo che si considerano reti sociali specificamente per uso professionale e nel B2B. Li elenco qui per primi, perché dal mio punto di vista hanno il maggior potenziale per la maggior parte dei freelance e delle agenzie.

Il loro vantaggio generale è il contesto: gli utenti si aspettano già qui un contenuto che ruota intorno alla vita professionale in qualche forma. Le questioni private tendono a svolgersi ai margini, se non del tutto. Parlare di se stessi e delle proprie competenze è quindi normale. Anche prendere contatti è normale.

linkedin business account
Il conto aziendale di RAIDBOXES a LinkedIn

Questo non dovrebbe indurti a postare senza meta su te stesso e a rivolgerti ad ogni persona con un testo standard e senza senso. Per favore, non farlo! Dovresti sicuramente pensare a cosa vuoi pubblicare qui che sia rilevante per il tuo pubblico di riferimento. Inoltre, dovresti costruire consapevolmente la tua rete, prestare attenzione alla sostenibilità e trattare il tempo degli altri con rispetto. Nonostante questo piccolo avvertimento, vale quanto segue: su LinkedIn e Xing, non ti distinguerai sempre negativamente se parli di te stesso, del tuo lavoro e delle tue capacità.

LinkedIn si è affermato come una rete commerciale internazionale. In Europa, ora ha più di 200 milioni di utenti - più che nel suo paese d'origine, gli Stati Uniti. In Germania, Austria e Svizzera (DACH), la cifra è di 14 milioni. Xing è ancora in testa in questi tre paesi con circa 19 milioni di utenti. Tuttavia, è chiaro che queste cifre da sole non dicono molto. Perché i tassi di interazione sembrano essere più alti suLinkedIn nella maggior parte dei casi. In definitiva, in molti casi si tratta di essere presenti e attivi su entrambe le piattaforme se il vostro mercato di riferimento è la regione DACH. Altrimenti, puoi concentrarti completamente su LinkedIn .

Uno strumento interessante su LinkedIn è il Social Selling Index. Offre supporto a tutti coloro che vorrebbero utilizzare la rete (anche) per conquistare nuovi clienti. In quattro categorie, puoi scoprire come il tuo profilo e le tue attività si confrontano con il tuo settore e i tuoi contatti. Non dovreste prenderlo sul serio al cento per cento. Ma può dare buone idee. Se vuoi andare ancora più in profondità, puoi usare strumenti a pagamento come LinkedIn Sales Navigator. Questo ti aiuta a trovare e contattare i potenziali clienti adatti.

Xing, invece, ha un carattere diverso da LinkedIn. Pubblicare articoli sul proprio profilo o su una pagina aziendale, per esempio, non è così in primo piano qui. La vita si svolge maggiormente nei circa 85.000 gruppi. Qui puoi connetterti meravigliosamente con persone che la pensano come te, scambiare idee e, per inciso, dimostrare la tua competenza (o imparare qualcosa di nuovo).

Reti personali: Facebook, Instagram & Co.

Ora la vita non è solo lavoro - o almeno non dovrebbe esserlo. E per questo, ci sono una varietà di reti che sono principalmente per uso privato e personale. Mentre la vendita diretta e la pubblicità potrebbero non andare così bene qui, queste piattaforme possono ancora giocare un ruolo importante nel tuo marketing.

Dopo tutto, la gente preferisce ancora comunicare con le persone. Inoltre, le nostre decisioni sono spesso basate su ragioni irrazionali ed emotive più di quanto ci diamo credito (vedi economia comportamentale). Quindi un'agenzia o un freelance: all'interno deve essere simpatico al suo pubblico di riferimento e apparire degno di fiducia. E questo è esattamente ciò che si può ottenere su piattaforme di social media come Facebook, Instagram, Twitter & Co.

Inoltre, non sottovalutate il potere dei referral diretti. Se la tua rete sa su cosa stai lavorando e dove si trovano le tue competenze, è più probabile che ti raccomandino una volta che vedono un contenuto appropriato. Diamo un'occhiata più da vicino ad alcuni dei social network:

Facebook 

Facebook è particolarmente utile con i suoi numerosi gruppi. Puoi anche usare la tua pagina di profilo per i tuoi contenuti professionali di tanto in tanto. Questo è particolarmente vero se mantieni i tuoi post principalmente personali e non cerchi di essere un venditore. Nuovi progetti, nuovi apprendimenti, idee e pensieri dal tuo settore, esperienze speciali di successo: Puoi condividere tutto questo con i tuoi contatti.

Naturalmente, puoi anche creare una pagina Facebook per te stesso come libero professionista o agenzia. È solo generalmente più difficile ottenere una portata significativa qui.

Facebook Ads per principianti

Gli annunci a pagamento su Facebook - Facebook Ads - possono essere molto efficaci. Noi di RAIDBOXES lo abbiamo riscontrato più volte. Nella nostra guida Facebook Ads, ti spieghiamo passo dopo passo come impostare la tua prima campagna e raggiungere il tuo gruppo target.

Instagram 

Instagram ha subito un'enorme trasformazione da quando è diventato parte di Facebook. Ed è cresciuto considerevolmente in termini di numero di utenti. Ha circa 21 milioni di utenti solo in Germania, e fino a un miliardo in tutto il mondo.

La varietà di formati di contenuto è ormai enorme. Se prima tutto ruotava intorno alle foto quadrate, ora ci sono anche le "Storie" di grande successo, i "Reel" ispirati a TikTok, le collezioni per luoghi, prodotti o post chiamate "Guide" e IGTV, un'offerta per video più lunghi.

Post di Instagram RAIDBOXES
Per uno sguardo dietro le quinte: Post da RAIDBOXES su Instagram

Ciò che è rimasto lo stesso è l'attenzione al contenuto visivo. Naturalmente, questo funziona particolarmente bene per argomenti e industrie come la moda, che sono visuali per natura. Ma la piattaforma può essere utilizzata anche come sviluppatore web. Quindi si potrebbe usare la funzione storia per pubblicare brevi how-to o mostrare buoni esempi. Oppure puoi dare uno sguardo dietro le quinte del tuo lavoro. Con le guide, potresti presentare post utili che hai pubblicato tu stesso o salvato su altri profili.

Ogni profilo può essere convertito in un "Profilo aziendale". In cambio, ottieni statistiche migliori e puoi offrire un contatto diretto sul tuo profilo. Allo stesso tempo, non ci sono svantaggi diretti per la portata del tuo contenuto. Inoltre, con un profilo business di Instagram hai ancora le stesse possibilità e funzioni di un privato. Da questo punto di vista, ci sono solo vantaggi nell'usare questa opzione.

YouTube 

YouTube è un ibrido tra un motore di ricerca visivo e un social network. Da un lato, puoi creare un profilo qui e raccogliere abbonati che seguono direttamente le tue attività. D'altra parte, i tuoi video possono ancora essere trovati settimane, mesi o addirittura anni dopo. Questo è un vantaggio da non sottovalutare rispetto a molte altre piattaforme del web sociale.

Se non sei troppo timido di fronte alla macchina fotografica, ti consiglio sicuramente di attivarti qui. Non c'è nemmeno bisogno di essere un capolavoro raffinato. I video esplicativi e i video how-to sono una buona idea. Mostrano la tua competenza e (si spera) ti fanno sembrare competente e degno di fiducia. E se ti senti ancora insicuro Pratica, pratica, pratica. Molti canali YouTube di successo oggi hanno iniziato in modo piccolo e umile. Finché sai di cosa stai parlando e puoi comunicarlo bene, il resto verrà con la routine.

All'inizio, puoi realizzare i tuoi video con mezzi relativamente semplici. Il tuo smartphone, un treppiede e forse una luce ad anello sono sufficienti. Oppure si può iniziare con una (buona) webcam. La portata potenziale è enorme: secondo gli studi, fino al 65% della popolazione dai 14 anni in su usa questa piattaforma.

Twitter, Snapchat, TikTok, Pinterest, Clubhouse e altro....

Twitter, Snapchat, TikTok, Pinterest e ancora di più l'ancora giovanissima app audio Clubhouse sono offerte di nicchia tra le piattaforme di social media, ognuna con un focus molto chiaro. Sarebbe troppo lungo parlarne qui.

Ognuno di essi può avere un potenziale interessante e sono particolarmente adatti se voi stessi "ne avete solo voglia". Perché sì: i social media possono anche essere divertenti. Lo è davvero. Anche se questo articolo è principalmente su come si possono usare queste piattaforme in modo professionale, questo non dovrebbe essere dimenticato.

Perché alla fine della giornata, come già detto, potrai mantenere attivamente solo alcuni profili. E tra questi dovrebbero esserci anche quelli che vi piacciono. I tuoi seguaci noteranno la differenza.

Strumenti per l'analisi dei social media

Un'altra base per la vostra decisione dovrebbe essere costituita da numeri concreti. E questo da due punti di vista:

  1. Quanto successo ha effettivamente quello che state facendo finora?
  2. Quanto successo hanno gli altri nel suo settore?

Per il punto 1, la difficoltà maggiore è trovare i numeri giusti per misurare il tuo successo. Come ho scritto nel mio articolo sui KPI di contenuto, i valori veramente interessanti sono spesso i più difficili da scoprire. Perché ovviamente puoi vedere a colpo d'occhio se hai guadagnato o perso follower:dentro, ma cosa significa esattamente questo per il successo del tuo business? Prima di tutto, quasi niente.

Il tasso di clic su un post sui social media è più interessante. Le reti sociali spesso forniscono già queste cifre gratuitamente. Grazie ai parametri UTM e a uno strumento di web analytics adatto, puoi, per esempio, tracciare anche quanti download di whitepaper sono arrivati tramite il tuo post su LinkedIn . Non è affatto male.

Per il secondo punto, l'analisi dei concorrenti, è in realtà ancora più difficile. Perché qui vedrete solo i numeri che sono resi pubblici. Così si vedono i follower (moderatamente interessanti) e si può avere un'idea del tasso di interazione. Guardando quanti like e commenti ci sono (un po' più interessante). Ma sfortunatamente non si vede alla fine quante entrate sono venute fuori.

Con questa restrizione in mente, iniziate la vostra analisi e usate strumenti come la ricerca gratuita di Talkwalker per aiutarvi. Per esempio, puoi usarlo per vedere quanta risposta ha ottenuto l'azione dell'hashtag della tua concorrenza o chi sta parlando di te sul social web. Altri esempi sono mention, quintly o Fanpagekarma. Per gli imprenditori individuali, tali servizi completi possono a volte essere troppo costosi. Logicamente, il calcolo è diverso se li usi in parallelo per i tuoi clienti.

La mia conclusione sulle piattaforme di social media

Naturalmente, le piattaforme di social media aziendali LinkedIn e Xing sono spesso raccomandate per prime quando si tratta dell'uso aziendale dei social network. Questo è particolarmente vero nel settore B2B e ha anche senso. Ma vorrei sottolineare un altro punto qui alla fine, che ho già spiegato sopra: Piattaforme come Facebook o Instagram possono essere altrettanto grandi per te. Anche qui le persone parlano del loro lavoro, dei loro successi, dei loro progetti.

Allo stesso tempo, non bisogna sottovalutare l'importanza del lato umano nelle decisioni aziendali. Se poi tieni d'occhio il successo delle tue attività, prima o poi ti ripagherà.

La tua domanda sulle piattaforme di social media

Che domande hai per Jan? Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sul marketing online? Allora seguiteci su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Jan è un giornalista online e specialista dell'editoria digitale con oltre 20 anni di esperienza professionale. Le aziende lo ingaggiano come autore, consulente o caporedattore. È anche il fondatore e uno dei redattori della rivista UPLOAD. Fotografo, autore della foto: Patrick Lux.

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.