10 consigli per un social video marketing di successo

Katja Kupka Ultimo aggiornamento 20.10.2020
6 Min.
Social media video marketing
Ultimo aggiornamento 20.10.2020

Il social video marketing trasmette messaggi e valori attraverso cortometraggi, livestream e storie. Se YouTube, TikTok o Instagram è più adatto dipende dal tuo gruppo target e dai tuoi argomenti. Con la giusta strategia e i nostri dieci consigli, anche le piccole e medie imprese (PMI) con un basso budget possono beneficiarne.

Perché il contenuto video funziona

Perché i video sono così popolari in rete? La televisione classica e lineare sta passando di moda e gli utenti di Internet stanno diventando i propri direttori di programmi. Solo sul leader del mercato YouTube, vengono caricate 400 ore di materiale video ogni minuto. Quando si dice social video o video marketing, la maggior parte delle persone pensa a YouTube. Ma non vogliamo dimenticare i fornitori di nicchia come Twitch o gli astri nascenti come TikTok in questo post del blog. 

Il formato giusto

I video possono essere utilizzati in una varietà di modi: da spot pubblicitari accattivanti che portano i marchi alla vita con una narrazione intelligente a video esplicativi.

Spiegare ai tuoi clienti come funzionano i tuoi prodotti in utili cortometraggi soddisfa due obiettivi: 

  1. I vostri clienti sono contenti di avere una spiegazione breve e veloce piuttosto che di dover leggere pagine e pagine di istruzioni. La durata dell'attenzione della gente è stata ridotta sempre di più da internet e dai social media. 
  2. Con dei buoni video esplicativi, alleggerisci la tua hotline e il tuo servizio clienti. I colleghi non hanno più bisogno di rispondere a domande sull'applicazione dieci volte al giorno, ma forse solo una volta al giorno. 

Pubblicare video sociali

Puoi incorporare i video sul tuo sito web, blog o webshop e condividerli sulle piattaforme di social media. Se pubblichi regolarmente dei video come azienda, è meglio creare il tuo canale su YouTube. 

La piattaforma giusta

Oltre ai film accuratamente prodotti per l'immagine e il branding, ci sono numerose immagini in movimento che vengono mostrate solo temporaneamente. Questi includono livestreams su Instagram, Facebook o Twitter, ma anche brevi video su Snapchat o le storie su Instagram o Facebook.

Anche se i tuoi video sono visibili solo per un breve periodo, dovresti fare attenzione. Prendiamo un livestream come esempio. Pensate a quello che volete fare prima di iniziare, e almeno preparate bene la voce. Inoltre, tieni conto che gli spettatori vanno e vengono a piacimento durante un livestream. Pertanto, non fa male tornare sempre all'argomento centrale e ripetersi. 

10 consigli per il tuo social video marketing

Suggerimento 1: conosci il tuo gruppo target

Non si può sbagliare con i video, dato che sono popolari in tutte le fasce d'età. Tuttavia, le piattaforme sono diverse. YouTube è diventato da tempo una piattaforma trasversale dove anche i surfisti d'argento cercano istruzioni o ricordano con clip di "Dalli Dalli". I Best Agers hanno anche una forte presenza su Facebook e consumano video anche lì.

Twitch e l'app in rapida crescita TikTok stanno attirando solo gradualmente le persone di età superiore ai 30 anni. Twitch si aggrappa ancora alle sue origini nella scena dei giochi elettronici, e molti utenti di TikTok sanno che una volta si chiamava musical.ly ed era usato principalmente da adolescenti donne. Quei giorni sono passati da un pezzo e su TikTok troviamo persino la Tagesschau, che sta lavorando duramente verso il mezzo milione di utenti, o avvocati e farmacisti. Chiunque sia attivo lì deve presentare contenuti al punto e non deve annoiare con i suoi film. 

Tuttavia, lo stile e la storia differiscono notevolmente. Se raggiungete i vostri clienti molto giovani con cambi d'immagine rapidi e colori brillanti, la fascia d'età 40+ preferisce qualcosa di più serio. Come al solito nel marketing, può aiutare lavorare con le personas. Invece di rivolgersi alla madre lavoratrice nella casa a schiera, con Monika si ha in mente una persona concreta. 

Suggerimento 2: scegliere l'attrezzatura giusta in combinazione con una strategia intelligente

Ora la domanda eccitante: ho bisogno di un cameraman professionista con attrezzature costose o sono sufficienti la fotocamera del mio cellulare e un programma di editing gratuito? 

L'attrezzatura tecnica di base nel video marketing include:

  • uno smartphone o una macchina fotografica digitale di alta qualità
  • un treppiede
  • un microfono esterno e 
  • un semplice strumento per la post-elaborazione.

Come potete vedere, l'attrezzatura necessaria può essere messa insieme senza costi elevati. Questo è un vantaggio, ma può portare a "sparare e basta". Ma anche qui, una strategia ben studiata dovrebbe venire prima - perché ciò che conta davvero è la storia che si vuole trasmettere.

Suggerimento 3: Colpisci con contenuti rilevanti e di qualità

Il web trabocca di contenuti - e ci sono ora un numero inflazionato di video. Se vuoi distinguerti dalla massa, hai bisogno di contenuti rilevanti e di un'implementazione creativa. Anche la qualità dovrebbe essere giusta, anche se il tuo film non deve essere necessariamente pronto per Hollywood. Idealmente, il tuo contenuto dovrebbe essere informativo o divertente, o entrambi allo stesso tempo.

Se si vuole produrre un video esplicativo, questo dovrebbe arrivare con una strizzatina d'occhio. Il valore di riconoscimento è importante. Prendiamo come esempio la catena di vendita al dettaglio Edeka. I loro spot hanno un proprio linguaggio narrativo, che di solito rende chiaro dopo pochi secondi da dove proviene il video commerciale.

YouTube

Caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica il video

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LnlvdXR1YmUtbm9jb29raWUuY29tL2VtYmVkLzkwMmNnSzdfZ2xVIiBhbGxvdz0iYWNjZWxlcm9tZXRlcjsgYXV0b3BsYXk7IGVuY3J5cHRlZC1tZWRpYTsgZ3lyb3Njb3BlOyBwaWN0dXJlLWluLXBpY3R1cmUiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0iIiB3aWR0aD0iNTYwIiBoZWlnaHQ9IjMxNSIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiPjwvaWZyYW1lPg==

Suggerimento 4: non dimenticare il messaggio principale e la call-to-action

Hai una buona idea e un approccio creativo. Può diventare un film avvincente, ma avete trasmesso il vostro messaggio principale?

I film sono un ottimo modo per far passare un messaggio. Non sovraccaricare il cortometraggio: concentrati sull'unico messaggio che vuoi indirizzare e non cercare di inviare diversi appelli allo stesso tempo. Per assicurarsi che anche gli spettatori non concentrati capiscano il messaggio, dovrebbe idealmente apparire due o anche tre volte: all'inizio, durante il film e di nuovo alla fine. Se vuoi attirare gli spettatori nel tuo webshop come call-to-action, la tua endcard dovrebbe mostrare l'URL.

YouTube

Caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica il video

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LnlvdXR1YmUtbm9jb29raWUuY29tL2VtYmVkL1BqLV84OFFYZ0pnP3N0YXJ0PTI4IiBhbGxvdz0iYWNjZWxlcm9tZXRlcjsgYXV0b3BsYXk7IGVuY3J5cHRlZC1tZWRpYTsgZ3lyb3Njb3BlOyBwaWN0dXJlLWluLXBpY3R1cmUiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0iIiB3aWR0aD0iNTYwIiBoZWlnaHQ9IjMxNSIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiPjwvaWZyYW1lPg==

Suggerimento 5: attira gli spettatori con un'introduzione e uno storytelling scattanti

Per farsi notare nel rumore di fondo di internet, hai bisogno di una grande immagine di copertina e di un titolo comprensibile che attiri l'attenzione. Naturalmente, questo da solo non basta. I primi secondi devono catturare gli spettatori. Perché il video diventi virale, deve fare appello alle emozioni e motivare gli utenti a condividere il messaggio nella loro rete.

Forse vi ricordate il successo dello spot #homecoming di Edeka. È stata una narrazione altamente emotiva al suo meglio, ma forse un po' troppo prevedibile. Con uno sviluppo drammatico, un eroe e un antagonista, sei sicuro di ottenere l'attenzione dei tuoi spettatori. 

Suggerimento 6: non troppo lungo e non troppo corto

A causa del "sovraccarico di informazioni" della maggior parte degli utenti di Internet, la loro capacità di concentrarsi per lunghi periodi di tempo ne risente. Pertanto, ci sono pochi formati lunghi che funzionano ancora. I video esplicativi appartengono a questa categoria se sono ben fatti così come i film di celebrità. Il noto detto "la brevità è il sale della vita" sembra essere stato inventato per YouTube e Co. Inoltre, dovrebbe essere chiaro dopo pochi secondi di cosa si tratta - altrimenti l'utente impaziente passa immediatamente al film successivo. 

Suggerimento 7: eseguire regolarmente un'analisi del successo

Puoi vedere quanto bene il tuo video è ricevuto su YouTube guardando i "mi piace" e i "non mi piace". Per imparare dai risultati del tuo monitoraggio, dovresti approfondire l'analisi. L'analitica di YouTube ti mostra da dove vengono gli spettatori, quando rimbalzano e quale percentuale guarda il filmato fino alla fine. Se molti spettatori rimbalzano dopo 20 secondi, c'è qualcosa che non va nel tuo film a quel punto. Sta diventando noioso o incomprensibile? Aiuta anche l'identificazione del punto caldo del tuo film in quale punto del video i miei utenti guardano ripetutamente?

Se confronti i tuoi video pubblicati in precedenza, potresti scoprire che i tuoi spettatori preferiscono filmati più lunghi. Inoltre, guarda i video dei tuoi concorrenti: quanto sono lunghi i loro filmati di maggior successo?

Le metriche importanti includono il numero di visualizzazioni dei video e il numero di abbonati. Inoltre, il tasso di visualizzazione e il tasso di coinvolgimento sono significativi. Il tasso di coinvolgimento mette i like e i commenti in relazione alle visualizzazioni del video. In YouTube, il rapporto like/dislike è un altro parametro importante.

Suggerimento 8: pensa ai sottotitoli

Dato che molte persone guardano i video senza suono, dovresti fornire dei sottotitoli. Un'altra ragione per i sottotitoli è quella di rendere i film accessibili. YouTube può creare automaticamente i sottotitoli. Dovresti controllarli prima di caricare il video. A seconda di quanto chiaramente parlano le persone nel tuo video, ci possono essere degli errori. 

Suggerimento 9: pubblicare regolarmente un video

Sulle piattaforme di social media, è bello avere un programma di pubblicazione regolare, come una volta alla settimana o una volta al mese. Se ti attieni a questa sequenza, i fan fedeli sanno quando possono aspettarsi nuovi contenuti. Con un ritmo settimanale, un giorno fisso della settimana è ideale per caricare il nuovo film. Ma anche in questo caso è importante osservare da vicino il proprio gruppo target e chiedersi l'analitica menzionata al punto 7: costa ai follower se si pubblica un nuovo video troppo spesso o, al contrario, si perdono fan se si offre un nuovo filmato troppo di rado? 

Suggerimento 10: Coltivare la comunità

Guarda i commenti dei tuoi fan e rispondi prontamente e pubblicamente, a meno che non siano troll. Prendete sul serio le possibili critiche dei vostri fan e approfittate della ricerca di mercato gratuita attraverso il feedback degli spettatori. Se attivi la scheda "Comunità" in YouTube, puoi scambiare informazioni con i tuoi fan e anche comunicare con loro tra un video e l'altro. Per esempio, puoi dare un'occhiata alla realizzazione di un video particolarmente popolare. Puoi anche linkare e prendere in giro altri post.

Conclusione 

Con i video e le storie, puoi trasmettere chiaramente i tuoi prodotti e argomenti. Quale piattaforma è adatta dipende dal tuo gruppo target: È più probabile che tu raggiunga persone più anziane tramite YouTube, persone più giovani su TikTok o Twitch. Con un'introduzione accattivante, una storia coinvolgente e una call-to-action scelta in modo intelligente, puoi raggiungere fan e clienti in modo mirato. Coltiva la tua comunità, controlla regolarmente le tue statistiche e non dimenticare di assicurarti che i tuoi film siano accessibili. 

Hai delle domande per Katja sul social video marketing?

Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sul marketing online per agenzie e freelance? Allora seguici su Twitter, Facebook o tramite la nostra newsletter.

Katja Kupka è uno specialista di social media e PR. Scrive per blog, riviste commerciali e online e gestisce i canali dei social media. Consiglia e forma aziende, NPO e freelance sul social media marketing e sul copywriting per i media online e sociali. Ha lavorato a lungo nella finanza, nell'industria e nella revisione contabile. O'Reilly pubblica il suo manuale pratico "Social Media Marketing".

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.