Insieme su RAIDBOXES: Salute Mentale e Comunicazione Nonviolenta

Michael Firnkes Ultimo aggiornamento 25.01.2021
9 Min.
salute mentale
Ultimo aggiornamento 25.01.2021

Sempre più aziende promuovono la salute mentale e fisica dei loro dipendenti. Su RAIDBOXES , diversi team stanno lavorando su questo, tra cui "Mental Health". Come vogliamo garantire più soddisfazione sul posto di lavoro - e perché questo è così importante per noi.

Non c'è dubbio: un grande affare sta andando molto bene su RAIDBOXES . L'innovativo concetto di ruolo dell'olocrazia promuove gerarchie piatte e la massima responsabilità personale. In questo modo, ognuno nel team può cercare aree di lavoro che sono percepite come particolarmente significative - e che si adattano ai loro punti di forza individuali. Eppure siamo consapevoli che i fattori di stress sono presenti anche in un'azienda.

Personalmente, mi piace molto lavorare su RAIDBOXES. Non perché non abbiamo conflitti. Ma perché vogliamo usare metodi e stabilire una cultura aperta per affrontare questi fattori di stress. In questo articolo presenterò due di questi metodi. Ma prima, quali possono essere le possibili cause di conflitto e di stress nelle aziende? Tra gli altri:

  • Un carico di lavoro pesante dovuto a progetti multipli.
  • La forte crescita del team porta a nuove strutture e processi. Questi possono inizialmente fare più lavoro di quello che compensano.
  • I conflitti sorgono anche quando i ruoli e quindi le responsabilità sono definiti tra di loro.
  • RAIDBOXES sta diventando più diversificato. Questo è meraviglioso, ma anche qui ci sono delle sfide da affrontare. Per esempio, quando si tratta di valori diversi o di una comunicazione consapevole in cui nessuno si sente escluso.

Vogliamo affrontare per tempo l'insoddisfazione emergente e avere un'influenza positiva duratura sull'atmosfera di lavoro. Questo è assicurato da un intero pacchetto di misure:

salute mentale

Su RAIDBOXES c'è un ruolo separato o un piccolo team chiamato "Mental Health". Questo dimostra quanto l'argomento stia a cuore ai nostri direttori Torben e Johannes . La Salute Mentale è stata introdotta per la semplice ragione di rendere i dipendenti di RAIDBOXES più felici. Al lavoro, ma anche oltre, se necessario. Il nostro team ha i seguenti compiti, tra gli altri:

  • Riconoscimento dei segni di condizioni psicologiche critiche nei dipendenti e nei team.
  • Persona di contatto in caso di sovraccarico dovuto a sfide professionali o private.
  • Formazione in mindfulness verso un team diversificato e nuovi colleghi, cultura della comunicazione mindful in ufficio e in sede. Slack (visto che lavoriamo in gran parte a distanza).
  • Protezione contro il bullismo. Fortunatamente, questo non è stato ancora necessario, ma vogliamo evitarlo fin dall'inizio.
  • Prestare particolare attenzione ai bisogni introversi e garantire opportunità di ritiro, ad esempio per il lavoro concentrato.
  • Supporto per raggiungere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata.
Insieme su RAIDBOXES: Salute Mentale e Comunicazione Nonviolenta
I contatti personali sono attualmente carenti, nonostante le riunioni online e la "birra dopo il lavoro" virtuale.

Insieme abbiamo sviluppato diversi metodi per raggiungere questi obiettivi:

  • Punto di contatto anonimo: questo vale per problemi di qualsiasi tipo, sia che sorgano sul lavoro o nella vita privata (e che quindi abbiano anche un'influenza sulla situazione lavorativa).
  • Riservatezza: Siamo contatti informali per tutti i dipendenti per tutte le domande che non dovrebbero andare direttamente alla direzione/team leader/colleghi. Chiediamo sempre in anticipo alle persone che vengono da noi prima di rivolgersi a qualcun altro con le loro preoccupazioni. Per esempio, per aiutare a risolvere il conflitto.
  • Mediazione e supervisione: se necessario, facciamo da mediatori neutrali in situazioni di conflitto tra dipendenti, team o tra dipendenti e direzione.
  • Responsabilità personale: Allo stesso tempo, iniziamo sempre a fare appello alla responsabilità personale delle persone colpite. Questo significa che forniamo loro consigli e metodi per affrontare inizialmente il conflitto da soli - più su questo tra un momento. Lo facciamo in modo che la cultura della squadra diventi più aperta e trasparente a lungo termine. Solo quando questo non è possibile - per qualsiasi motivo - gli altri metodi hanno effetto.
  • Togliersi il peso dallo stomaco: Ci sono situazioni in cui è utile togliersi il peso dallo stomaco. Secondo il motto "Le interruzioni hanno la priorità".
  • Sondaggi (anonimi): servono a registrare lo stato d'animo della squadra. Qui ci affidiamo allo strumento Echometer. Questo ci permette di misurare lo sviluppo dei dipendenti e dei singoli team secondo vari criteri.
  • Organizzazione di workshop: Per esempio, sulle cause e le strategie di coping dello stress mentale, ma anche sulla comunicazione consapevole. Di più su questo tra un momento.

In alcuni casi, il Mental Health Team ha già il necessario background professionale, per esempio attraverso precedenti lavori e formazione. In tutti gli altri casi, ci formiamo da soli - sempre con il sostegno finanziario di RAIDBOXES.

Rafforzare la responsabilità personale

Un'area come la Salute Mentale - o come la si voglia chiamare - richiede la partecipazione di tutti i dipendenti allo stesso tempo. Quindi è ovvio che non possiamo avere occhi e orecchie dappertutto, soprattutto non in tempi di Corona e di lavoro a distanza. Dipendiamo dalle persone che hanno bisogno di parlare con noi, per segnalare i sovraccarichi nei singoli team o, se necessario, per dirci che un altro collega non si sente bene.

Il punto della "responsabilità personale" è di centrale importanza. Un canale come Mental Health può essere solo il primo passo. È buono e giusto che i dipendenti si rivolgano a noi prima di "ingoiare" la loro rabbia. O prima che si sviluppi una cultura del "ranting and raving". Il passo successivo, tuttavia, è quello di motivare tutti i membri della squadra a parlare non appena sorge un conflitto. All'interno della squadra, ma anche verso i dirigenti.

Senza proprietà, metodi come il Mental Health portano a conflitti che vengono nominati (in modo anonimo) ma non risolti adeguatamente. Nel peggiore dei casi, i colleghi insoddisfatti si nascondono dietro il canale, mentre altri mettono in dubbio la sua utilità. Non da ultimo, l'accettazione della procedura ne soffrirebbe.

Come già detto, rafforziamo la responsabilità personale fornendo ai dipendenti i metodi necessari per riflettere su se stessi e per affrontare direttamente i conflitti. Questo si estende a piccole sessioni di coaching one-to-one in cui sviluppiamo possibili opzioni di azione insieme alle persone interessate - in modo molto pratico e sulla base di casi specifici.

Comunicazione nonviolenta (GfK)

Un'atmosfera di lavoro rilassata ha molto a che fare con la consapevolezza della comunicazione all'interno dell'azienda. I conflitti vengono idealmente risolti in modo costruttivo e insieme. E non attraverso attacchi personali o evitando l'altro in caso di disaccordo. Perché entrambi portano all'insoddisfazione e a una minore crescita.

Esiste un approccio metodico per risolvere i conflitti nelle squadre (e nell'ambiente privato), la cosiddetta comunicazione non violenta - fondata dallo psicologo statunitense Marshall B. Rosenberg. RAIDBOXES sponsorizza workshop mensili sulla Comunicazione Nonviolenta per i suoi dipendenti, così come i relativi corsi introduttivi (l'immagine risale ai tempi pre-Corona):

Comunicazione nonviolenta Münster
Formazione in comunicazione non violenta a Münster

La formatrice Marianne Oshege viene regolarmente nel nostro ufficio per insegnarci il modello. La comunicazione secondo il modello GfK avviene in quattro fasi:

  1. Osservazione: "Quando sento/vedo/sperimento..."
  2. Dare un nome ai sentimenti: "allora mi sento..."
  3. Esprimere il bisogno: "Ho il bisogno/Ecco perché ho bisogno..."
  4. Fai una richiestaspecifica : "Puoi per favore..."

Qui di nuovo come grafico:

Passi della comunicazione nonviolenta
I quattro passi della Comunicazione Nonviolenta

Esempio:

"Se non ricevo una risposta da te per Slack , allora non mi sento preso sul serio/consigliato/frustrato. Sento il bisogno di efficienza/sostegno/apprezzamento. Quindi, in futuro, fatemi sapere brevemente se avete letto il mio messaggio e quando potete rispondere.

Alcune altre semplici regole della comunicazione consapevole sono:

  • Evita di giudicare la tua controparte o il suo comportamento. Invece, rimani con te stesso.
  • Uno strumento per questo: Non rivolgersi in messaggi "tu" ("Hai fatto così e così"), ma in messaggi "io" ("Io penso che..."). Questo mantiene la conversazione costruttiva.
  • Anche la formulazione "Siamo del parere" è raramente utile. Da un lato, non si può sempre supporre un consenso nella squadra, e dall'altro, ci si allontana dal livello autentico. Oppure nascondi la tua opinione personale che non vuoi rivelare.

Per molti, l'approccio della Comunicazione Nonviolenta non è familiare all'inizio. Da un lato, le persone sono riluttanti a parlare dei loro sentimenti in un contesto aziendale, e dall'altro, l'approccio concreto richiede apertura e coraggio. Soprattutto le personalità piuttosto introverse si trovano spesso di fronte a una grande sfida. Alcuni personaggi "offensivi", invece, sorridono degli approcci psicologici che sono inequivocabilmente contenuti nei quattro passi.

Regole della comunicazione nonviolenta
Risultati esemplari delle formazioni

Le sessioni di pratica con Marianne Oshege ci aiutano a ridurre le riserve da entrambe le parti. Usando esempi concreti dalla vita quotidiana di un team, impariamo come i conflitti possono essere identificati più rapidamente usando il GfK, come possiamo affrontarli al meglio e come possiamo risolverli. Personalmente (io-messaggio 😉 ) noto come la mia comunicazione diventa più onesta, orientata alla soluzione, riflessiva e coraggiosa.

Mindfulness per il business

Sempre più aziende e agenzie hanno a che fare con strutture mentali in cui i bisogni di tutti i dipendenti sono continuamente riflessi e indirizzati. Ma perché è necessaria la conoscenza della comunicazione consapevole in un contesto professionale?

Marianne Oshege vede la seguente ragione: in un mondo del lavoro sempre più complesso e in rapida evoluzione, le aziende scelgono forme organizzative di auto-organizzazione con strutture decisionali decentralizzate per affrontare queste sfide. Le decisioni che prima erano prese dalla struttura e dalla gerarchia sono quindi sempre più affidate all'individuo.

Secondo Marianne, questo significa che sempre più requisiti di competenza vengono spostati sull'individuo. Si trovano così di fronte alla situazione di dover agire e lavorare in modo indipendente e flessibile. In altre parole, gli impiegati hanno bisogno di un orientamento più forte per le decisioni e le azioni che prendono di propria iniziativa rispetto a quanto avviene nelle aziende classicamente gerarchiche. Qui, ogni persona nella squadra è sfidata a sviluppare una bussola interiore che fornisce direzione e orientamento. E inoltre:

Sono convinto che le aziende hanno bisogno di una comunicazione consapevole per operare con successo. La mindfulness ci aiuta a rispondere in modo appropriato agli impulsi del mondo esterno. Ci aiuta ad essere in contatto con noi stessi in modo tale da essere chiari: di cosa abbiamo bisogno? E come vogliamo affrontare ciò che incontriamo? Troviamo l'orientamento all'interno dove ci manca all'esterno.

Allo stesso tempo, la consapevolezza e la comunicazione consapevole aiutano a comunicare questo processo interiore e le nostre intenzioni di agire all'esterno in modo apprezzabile e cooperativo. In questo modo è possibile per la squadra lavorare insieme, affrontare la diversità e risolvere o sopportare le tensioni.

Quali progressi ha fatto il team di RAIDBOXES da quando abbiamo iniziato a studiare la comunicazione nonviolenta e l'azione consapevole? Marianne commenta:

Vedo dei progressi nel fatto che sempre più impiegati si stanno avvicinando all'argomento della comunicazione consapevole e non violenta. Sono disposti a lavorare su se stessi per un modo diverso di vivere insieme e ad investirci del tempo.

Vai avanti:

Qualcosa è cambiato per me nella consapevolezza di RAIDBOXES . Ho l'impressione che gli impiegati si rendano conto che fa la differenza il modo in cui parlano e interagiscono con i loro colleghi. E che c'è bisogno di un cambiamento comportamentale.

Il desiderio di un insieme apprezzabile e autentico è tangibile. Il processo che può rendere questo possibile è sicuramente in corso su RAIDBOXES , dice il formatore.

Promuovere la consapevolezza

La salute mentale e la comunicazione non violenta sono solo due delle misure con cui RAIDBOXES promuove una maggiore consapevolezza. Nel team, ma anche verso i nostri clienti e la società. Ecco una selezione da diverse aree:

  • Promozione sociale e della salute: questo viene fatto per tutti i dipendenti. Per esempio, attraverso schemi pensionistici aziendali, budget per i dipendenti, budget per la formazione continua personale, per il fitness, ecc.
  • Uguaglianza di ruolo: L'area di responsabilità include, tra le altre cose, il rispetto e il mantenimento dell'uguaglianza di tutti i generi. Anche punti come le pari opportunità in azienda, la compatibilità tra famiglia e lavoro, la diversità culturale/religiosa e sessuale (LGBTQI+) così come le misure contro la discriminazione personale e strutturale.
  • Ruolo di Happy Management: Il team di RAIDBOXES si incontra regolarmente per eventi comuni. Attualmente, naturalmente, purtroppo rallentato dalla situazione attuale. L'Happy Management si occupa dell'organizzazione di tali eventi, così come del benessere in ufficio e non solo. Nella scena delle startup e dei nuovi lavori, il termine è ben noto, a volte viene anche chiamato Feelgood Management.
  • Aiuto Corona: Sosteniamo i clienti delle industrie che sono state particolarmente colpite dalle conseguenze della pandemia: Cultura, gastronomia, hotel ed eventi. Per saperne di più sul nostro programma.
  • Azione #supportyourlocals: Corona è una crisi per i rivenditori locali, mentre piattaforme come Amazon stanno raccogliendo grandi profitti. Questo è un altro motivo per cui sosteniamo l'azione #supportyourlocals con l'hosting gratuito per i portali che collegano digitalmente le imprese locali.
  • Codice di condotta: Il Codice di condotta di RAIDBOXES è un codice di condotta, in alcune aziende chiamato anche Team Agreement. Contiene delle linee guida su come vogliamo modellare l'interazione e la comunicazione all'interno del team - su una base mentale. In questo modo, dà alle nostre misure una struttura sostenibile. Più su questo presto in un post separato (sentitevi liberi di iscrivervi nei commenti se volete essere informati).

Naturalmente, questo include anche il nostro Green Hosting. Con molte iniziative sul tema della sostenibilità, che indirettamente prevedono anche un'interazione mentale e sociale.

Portare il messaggio

QuindiRAIDBOXES sta già facendo la differenza. Eppure ci sono aree in cui vogliamo fare ancora meglio. Siamo già attenti a lavorare con fornitori che lavorano essi stessi in modo sostenibile. Ma che dire di questioni come i modelli di lavoro precario e il monitoraggio dei dipendenti? Per esempio, con i molti servizi di consegna online che stanno nascendo e che sono oggetto di critiche? O ad Amazon, come recentemente documentato dalla rivista VICE?

Qui ci aspettano altri compiti, ma ci sono già dei piani anche per questi. Per esempio, come parte di un ruolo di sostenibilità nuovo o ampliato. Siamo consapevoli che il nostro approccio porterà a maggiori spese finanziarie interne. O che la convenienza soffrirà in un posto o nell'altro. Ma lo accettiamo. Per fare la nostra parte come squadra nel creare un ambiente di lavoro migliore.

Qual è il suo contributo?

Come fate voi o il vostro team a creare un'atmosfera di lavoro migliore? Quali domande avete sui metodi menzionati? Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Vuoi altri consigli su business e sostenibilità? Allora seguici su Twitter, Facebook o tramite la nostra newsletter.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.