creare landingpages ottimizzare il tasso di conversione

Crea una landing page: 10 consigli per aumentare le conversioni

Hai fatto molti sforzi per creare la tua landing page e ora ti rendi conto che stai ottenendo solo poche conversioni o nessuna? Ecco allora 10 consigli su come aumentare il tasso di conversione della tua landing page in modo semplice ed efficace. Creare una landing page non è così difficile, credimi!

Mobile First: ottimizza per i dispositivi mobili

Crea una landing page: Conversioni
Crea una landing page: Considera anche i dispositivi mobili.

Se gestisci annunci tramite Facebook, Google o affiliati, puoi essere relativamente sicuro che una grande percentuale di utenti arriverà sul tuo sito da dispositivi mobili. A meno che tu non abbia configurato gli annunci in modo diverso. Dopotutto, secondo un sondaggio, il 46% degli intervistati dichiara già di effettuare i propri acquisti online utilizzando lo smartphone. Purtroppo molti commettono l'errore di affidarsi a un sito web ben progettato per desktop trascurando completamente la versione mobile della loro landing page.

Assicurati quindi di dare la priorità alla versione mobile e di apportare le modifiche per prima. Inoltre, cerca di mantenere il tempo di caricamento del tuo sito WordPress il più basso possibile, poiché un tempo di caricamento troppo lungo aumenterà inutilmente la frequenza di rimbalzo. Alcuni studi hanno dimostrato che gli utenti che in passato hanno avuto una cattiva esperienza con il sito web mobile WordPress di un marchio hanno il 62% in meno di probabilità di acquistare i prodotti del marchio.

Usabilità: creare strutture chiare

Non c'è niente di più fastidioso per i tuoi visitatori che arrivare sulla tua landing page e poi non trovare le informazioni che stanno cercando entro pochi secondi. Le persone che visitano il tuo sito web di solito prima analizzano i tuoi contenuti per trovare le informazioni che stanno cercando e poi decidono di rimanere sulla tua landing page o di rimbalzare.

Per questo motivo, dovresti progettare la struttura della tua landing page nel modo più semplice possibile: Crea segnali visivi presentando la CTA ("Call to Action") in modo accattivante e struttura la pagina di destinazione assegnando a ogni argomento un colore di sfondo diverso (sottile). Evita anche lunghi passaggi di testo, grafici complicati e formula titoli adeguati che presentino in modo accattivante. In questo modo la scansione sarà più semplice e si eviterà un'elevata frequenza di rimbalzo.

Contenuto: Meno è meglio

Oltre a una struttura chiara, devi anche presentare i tuoi contenuti nel modo più attraente possibile. Può sembrare banale, ma è vero: la brevità è il pepe della vita. Naturalmente, la tentazione di inserire tutte le informazioni sul tuo prodotto nella landing page è forte: dopo tutto, vuoi informare i tuoi clienti nel miglior modo possibile. Ma ricorda:

I clienti scrutano i tuoi contenuti per trovare le informazioni che cercano. I passaggi di testo lunghi sono particolarmente opprimenti sui dispositivi mobili.

Un trucco è quello di nascondere i testi lunghi in una fisarmonica, ad esempio, e di fornire solo titoli che possono essere dispiegati se interessati. Puoi anche racchiudere dati noiosi in una grafica accattivante e, allo stesso tempo, alleggerire un design rigoroso.

Messaggio chiaro: concentrarsi sugli utenti

Chi arriva sulla tua landing page attraverso un annuncio pubblicitario molto probabilmente non conosce ancora la tua offerta. Quindi ti trovi di fronte alla sfida di convincere questa persona di te e della tua offerta in pochi secondi.

Pertanto, concentrati su un messaggio chiaro e formula titoli significativi che diano immediatamente agli utenti una panoramica di ciò che offri e dei vantaggi che ne derivano. Evita i termini tecnici, usa una struttura di frase semplice e cerca di rendere la tua offerta il più tangibile possibile. Infatti, è stato dimostrato che Gli utenti non sono impressionati da lunghi elenchi di funzionalità, ma capiscono molto meglio la tua offerta se elenchi le soluzioni che offri per i loro problemi.

Flussi di utenti mirati: Evita la distrazione

Quando si creano delle landing page, è importante mantenere il giusto equilibrio. Se da un lato non vuoi che il tuo pubblico di riferimento si annoi con i tuoi contenuti, dall'altro non vuoi nemmeno sovraccaricarlo con troppe funzioni. Evita quindi grafiche "fly-in", profili di colore esagerati e link che portano gli utenti fuori dalla pagina.

C'è solo un punto in cui dovresti porre degli accenti visivi: la CTA, ovvero la chiamata all'azione. Perché questa è la parte più importante della tua pagina e deve essere chiaramente riconoscibile. Quindi usa i colori in modo sapiente per guidare i tuoi utenti verso l'obiettivo e per indurli a fare un acquisto. Evita tutte le distrazioni che potrebbero impedire agli utenti di convertire sulla tua landing page.

Costruisci la fiducia: Usa gli elementi di fiducia

Come già detto, gli utenti non conoscono la tua azienda e/o la tua offerta quando arrivano alla landing page. Pertanto, è importante creare fiducia. Secondo uno studio di Bitkom, il 65% dei clienti cerca recensioni su internet prima di acquistare un prodotto.

Risparmia agli utenti il viaggio verso i portali di valutazione e quindi inserisci elementi di fiducia nella tua landing page. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare i voti dei tuoi clienti sotto forma di recensioni o di mostrare premi e sigilli di approvazione. In questo modo, il tuo gruppo target può capire subito che può fidarsi della tua azienda e che si tratta di un'offerta seria che ha già convinto altri.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Questo campo è per la convalida e non deve essere modificato.

Autenticità: suscita emozioni

Probabilmente ti sei imbattuto in una o due landing page che mostrano un'immagine con un motivo naturalistico ad alta risoluzione, supportata da una citazione di un personaggio famoso. Probabilmente ti sei chiesto: "Che cos'è? Giustamente. Perché alcune aziende commettono l'errore di concentrarsi sull'estetica invece che sull'autenticità e sul richiamo emotivo.

Un aspetto autentico è essenziale e il richiamo emotivo può essere un vero e proprio stimolo alla conversione. Un caso di studio condotto da Konversionskraft, ad esempio, ha dimostrato in un test con cinque varianti di landing page che le landing page focalizzate sulle emozioni erano in grado di ottenere un aumento dell'80% delle conversioni.

Non hai bisogno di foto stock ad alta risoluzione per convincere il tuo gruppo target. È importante che tu presenti te stesso e la tua azienda nel modo più personale (ma allo stesso tempo professionale) possibile, in modo che gli utenti sappiano con chi hanno a che fare.

Utilizza le foto dei dipendenti e delle persone di contatto e presentale. In questo modo, gli utenti hanno già creato un delicato legame emotivo quando visitano la tua landing page. E sono più propensi ad acquistare il tuo prodotto o a utilizzare il tuo servizio.

Valore di riconoscimento: display uniformi

Quando crei una landing page, è importante che abbia lo stesso aspetto dell'annuncio. Se il design della tua landing page differisce troppo dal tuo annuncio, si creerà un'interruzione e i tuoi utenti non saranno più sicuri che si tratti dello stesso fornitore. Utilizza quindi la stessa grafica e le stesse parole dell'annuncio per garantire una transizione senza soluzione di continuità e un collegamento all'ultimo punto di contatto.

CTA chiare: incentivi per maggiori conversioni

Anche se il tuo prodotto o servizio è davvero buono, dovresti prima fare ai tuoi utenti un'offerta non vincolante e creare degli incentivi, soprattutto se il tuo prodotto o servizio rientra nel segmento di prezzo più alto. Perché come prima: Le persone che visitano il tuo sito web non conoscono il tuo prodotto e la tua azienda. Permetti al tuo gruppo target di conoscere prima te e la tua offerta e comunica il tuo invito all'azione in modo ripetuto e chiaro sulla pagina di destinazione.

Gli incentivi possono essere forniti, ad esempio, con una consulenza gratuita, un omaggio o un'offerta scontata. Inoltre, l'elemento della scarsità è utile per aumentare le conversioni sulla tua landing page.

Ma non importa quale sia l'offerta che formuli: è importante che la call to action sia formulata in modo semplice e che sia immediatamente chiara ai visitatori della tua landing page, anche quando la sfogliano...

  1. cosa offrite,
  2. quali vantaggi ne traggono e
  3. cosa devono fare ora per accettare la tua offerta.

Conclusione: creare e ottimizzare la landing page

Infine, la cattiva notizia: una landing page non è mai finita. Perché ora è il momento dell'ottimizzazione. Dopotutto, c'è sempre un margine di miglioramento. Quando si ottimizza, è importante non modificare troppi aspetti contemporaneamente.

Quindi, prima prova diversi titoli, poi diversi testi o grafici e infine diverse strutture. In questo modo, potrai identificare chiaramente quale fattore ha migliorato (o peggiorato) il tuo tasso di conversione e quindi avvicinarti sempre di più alla landing page ottimale.

Crea una landing page: Le tue domande per Samira

Quali domande hai per Samira? Sentiti libero di utilizzare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sul tema del marketing online? Allora seguici su Twitter e Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.