WordPress ecologico

Come puoi rendere il tuo sito WordPress più sostenibile?

Internet è uno dei maggiori consumatori di energia del nostro tempo. Questo include i numerosi siti web che ci intrattengono, ci informano o attraverso i quali facciamo acquisti. Più di un terzo di essi si basa su WordPress e WooCommerce. Si tratta di una cifra notevole, che offre un grande potenziale di risparmio. In questo articolo andiamo a fondo della questione: come si possono rendere più sostenibili i siti web con WordPress?

Tutti lo conoscono e tutti lo usano: internet. Metà dell'umanità è ormai online e consuma diligentemente i dati. Potresti pensare: è fantastico, perché ci risparmia la lunga produzione di libri, cataloghi o DVD. Anche un incontro online è molto meglio che dover attraversare mezzo paese per una semplice conversazione, non trovi?

In linea di principio, tutto questo è vero, ma c'è un problema. Nel frattempo, lo scambio di informazioni online ha assunto proporzioni enormi. E questo richiede elettricità, molta elettricità. Probabilmente avrai sentito questo paragone: se Internet fosse un paese, sarebbe al terzo posto in termini di consumo di elettricità, subito dopo gli Stati Uniti e la Cina - e la tendenza è in rapido aumento.

Hosting WordPress Energia Eolica
Da dove viene l'energia per il tuo hosting WordPress?

Questo confronto mi ha fatto riflettere molto. Un problema di questo tipo è senza dubbio il fatto che all'inizio non ci si accorge di questo enorme consumo di risorse. Tutti notano una ciminiera fumante o uno scarico maleodorante e sanno che bisogna fare qualcosa per risolvere il problema dell'inquinamento. Un computer o uno smartphone, invece, sono silenziosi, silenziosi e presumibilmente puliti. Ma purtroppo troppo raramente sono veramente verdi. E con l'uso sempre più diffuso di cloud, streaming video e siti web sempre più elaborati, il "consumo" di tecnologie digitali continua a crescere silenziosamente. 

A un certo punto mi sono chiesto cosa potevo fare per ridurre il mio personale "consumo di dati". Perché una cosa è chiara: tutti usiamo internet. Quindi ognuno di noi, me compreso, può fare la sua parte per essere responsabile online. Possiamo inviare un'infinità di tweet al giorno, passare ore a guardare serie su Netflix o a inviare video di gatti inutili. Oppure possiamo usare internet in modo consapevole e con un reale valore aggiunto.

Se gestisci personalmente uno o più siti web WordPress, puoi iniziare ancora prima. Puoi cercare di rendere i singoli siti web il più possibile sostenibili. Ma come si fa? E tu che influenza hai su di esso?

Quanto è sostenibile il tuo sito web?

Gestisco diversi progetti basati su WordPress. Un paio di anni fa ho iniziato a familiarizzare con il mondo di WordPress. Nel processo, probabilmente sono caduto in tutte le trappole che WordPress può offrire, perché non sono uno sviluppatore. Io uso anche un page builder di WordPress, come fanno in molti, forse lo fai anche tu?

Naturalmente, ora potrei affidare a un'agenzia il compito di creare un sito web WordPress personalizzato per me, spendendo un sacco di soldi. L'ideale sarebbe che fosse ben studiato fin nei minimi dettagli e che non fosse un byte troppo grande. Ma non tutti gli utenti di WordPress possono o vogliono permetterselo, così come non tutte le agenzie di WordPress hanno idea dello sviluppo sostenibile. Ecco perché ho deciso di vedere di persona cosa potevo fare per ottenere il meglio da WordPress con mezzi semplici.

Come vengono creati i tuoi siti web?

Questa è la prima domanda che voglio chiarire con te. Si tratta di aspetti a cui potresti non pensare a prima vista quando pensi a un sito web. Ma una cosa è chiara: una homepage non esiste e basta. Deve essere pianificato, concettualizzato, programmato e riempito di contenuti. Tutto questo richiede lavoro e consuma risorse.

Se diamo un'occhiata ad alcuni dettagli, ci sono un numero incredibile di modi per rendere il tuo sito web più sostenibile già prima del suo lancio. E la cosa migliore è che puoi avere un'influenza diretta. È una sorta di bilancio:

  • Hai un ufficio enorme o lavori in un piccolo spazio di coworking?
  • Hai sempre l'hardware più recente o, ad esempio, acquisti il tuo computer usato o ricondizionato?
  • A pranzo ti cucini qualcosa con ingredienti acquistati localmente o mangi solo cibi pronti al discount?
  • Utilizzi elettricità prodotta in modo convenzionale o hai una tariffa per l'elettricità verde?

Vedi, molto dipende dal tuo stile di vita generale. Ma questo è proprio un punto importante. Perché il modo in cui affronti le cose nella vita di tutti i giorni si riflette anche nel tuo hobby o nel tuo lavoro.

Ora ti starai chiedendo: cosa c'entra questo con il mio sito web? Credo che abbia molto a che fare con questo. Perché la sostenibilità funziona solo in misura limitata come misura unica. Se spedisco i miei pacchi in modo neutrale dal punto di vista climatico, all'inizio è ovviamente positivo. Ma se poi la sera torno a casa con un grande SUV, questo non è coerente, ma rientra nella categoria del "greenwashing".

Marketing verde

Quanto è "verde" il tuo lavoro di agenzia o di freelance? È solo un lavoro in più o ti ripaga? E le tue misure non si limitano a tranquillizzare se stessi o i clienti? Leggi il nostro articolo sul green marketing.

Concetto sostenibile per il tuo sito WordPress

Se decidi di utilizzare WordPress come sistema di gestione dei contenuti (CMS), ovviamente alcune condizioni tecniche sono già stabilite. Ad esempio, WordPress si basa sul linguaggio di scripting PHP, che non puoi cambiare, anche se esistono alternative più "snelle". Oltre a questo, però, hai molte possibilità di influenzare il fatto che il tuo sito web sia un mostro di dati vorace o un agile camoscio di informazioni.

La struttura del tuo sito web

Il design strutturale dei tuoi progetti web è molto importante. I tuoi utenti si orientano rapidamente e raggiungono le informazioni che cercano con pochi clic? Oppure "vagano" da una pagina all'altra fino a raggiungere la loro destinazione? Il tuo obiettivo deve essere quello di far sì che gli utenti trovino ciò che stanno cercando con il minor numero di clic possibile. Perché ogni sottopagina aggiuntiva caricata comporta un trasferimento di dati (possibilmente non necessario), che a sua volta costa energia.

Inoltre, una struttura pulita è anche un importante argomento SEO: i motori di ricerca come Google amano le pagine ben strutturate e ti premieranno con un posizionamento migliore. Consulta l'articolo di wp unboxed sull'argomento WordPress SEO.

WordPress Plugins

I plugin di WordPress sono sia una maledizione che una benedizione. Il bello è che esiste una soluzione per ogni problema sotto forma di plugin. In questo modo potrai progettare il tuo sito web esattamente come vuoi tu, anche senza avere conoscenze di programmazione. Tuttavia, devi fare molta attenzione nella scelta dei plugin: Ogni volta, prima di installare un nuovo plugin, rispondi alla seguente domanda: ho davvero bisogno di questa estensione? Consulta l'articolo Consigli per la scelta dei plugin di WordPress.

Ogni plugin aggiuntivo può gonfiare inutilmente il tuo sito web, caricando sempre più dati ogni volta che la pagina viene richiamata. Questo rende il tuo sito lento e non è affatto sostenibile. Quindi pensa bene a quali funzioni ed effetti ti servono davvero. Agisci seguendo rigorosamente il motto: il maggior numero di plug-in necessari, il minor numero possibile.

Sviluppare i plugin di WordPress in modo sostenibile

Danny van Kooten sviluppa il noto plugin Mailchimp per WordPress. Grazie a uno sviluppo più snello, ha risparmiato circa 59.000 kg di CO2 al mese. Come ci è riuscito? Leggi la nostra intervista Sviluppo sostenibile di plugin con lui.

Tema WordPress sostenibile

Come per i plugin, la scelta dei temi WordPress che determinano l'aspetto del tuo sito web è vastissima. E tu devi decidere quale tema è più adatto a te. Vuoi che sia particolarmente sostenibile? Lo stesso vale per il tuo tema WordPress: il più possibile, il meno possibile. 

Scegli un tema che faccia esattamente ciò di cui hai bisogno, e non di più. Infatti, più funzioni vengono integrate in un tema, più grande diventa il pacchetto di codice. Lo sviluppatore di WordPress Jack Lenox una volta ha portato all'estremo e ha dimostrato quanto WordPress possa essere snello con il suo tema WordPress Susty. Provoca un trasferimento di dati di soli 6 kB. Ci sono temi che hanno dimensioni di diversi MB, una differenza davvero notevole.

Tema WordPress Susty
Ridotto e sostenibile: il tema WordPress Susty WP

Certo, Susty è già molto ridotto - ma forse questo minimalismo è davvero bello per questo o quel semplice blog? Ma se vuoi qualcosa di più, ci sono altri consigli per temi WordPress particolarmente snelli e quindi "sostenibili". Ad esempio:

In che modo il design influenza la sostenibilità?

Immagini, video e font costituiscono gran parte del tuo sito web. Se utilizzi immagini di grande formato con la massima qualità, diventano rapidamente di diversi megabyte e quindi il contrario di sostenibili. È anche problematico utilizzare un'infinità di font diversi solo perché ti piacciono. Meno font si utilizzano, meno dati devono essere caricati su ogni singola pagina.

Un design WordPress "sostenibile" è quello che se la cava con pochi font e una grafica volutamente posizionata. Quando integri i video, devi anche chiederti: si tratta semplicemente di un "nice to have" o di un vero e proprio valore aggiunto? Per quanto riguarda le immagini, è molto importante che tu pensi alle dimensioni e al tipo di compressione.

Comprimere e ottimizzare le immagini

Esistono numerosi modi per ridurre al minimo il flusso di dati attraverso l'ottimizzazione delle immagini, per non parlare del fatto che in genere si include solo la quantità necessaria di immagini per pagina. Consulta le nostre guide sui plugin per la compressione delle immagini, sulle dimensioni delle immagini di WordPress e sul SEO delle immagini per WordPress.

Come già detto: riduci le dimensioni - invece di inserire foto in alta qualità per riempire lo schermo - e assicurati anche di comprimere ogni singola immagine nel modo più efficiente possibile. Puoi fare in modo che questo avvenga tramite un plugin di WordPress. Ma sarebbe meglio se riuscissi a farne a meno (come descritto all'inizio dell'articolo). Non è poi così difficile: la maggior parte dei programmi di modifica delle immagini ti permette di comprimere i file di immagine in modo semplice, veloce e automatico.

Photoshop riduce le dimensioni dell'immagine
Ottimizza le dimensioni delle immagini o dei file con Photoshop

Prova diverse impostazioni. In questo modo potrai scoprire quanto puoi comprimere senza che la qualità ne risenta troppo. La mia esperienza mi dice che è possibile fare molto! Procedo come segue:

  • Con Photoshop limito sempre la larghezza dell'immagine a 2.000 pixel. È più che sufficiente anche per gli schermi di grandi dimensioni.
  • Poi vado su "Salva per il web" e seleziono "basso" per la qualità. Il risultato è perfetto e le mie immagini sono solitamente molto più piccole di 300 kilobyte.
  • Gli ultimi byte vengono poi estratti dai miei file con la versione browser di tinyPNG. Questo strumento comprime in modo molto efficiente e ti fa risparmiare un plug-in aggiuntivo.

Se l'ultimo passaggio è troppo stressante per te, puoi anche integrare tinyPNG come plugin di WordPress. Queste immagini ottimizzate sono una buona base.

Successivamente, dovresti dare un'occhiata alle tue "miniature". Quando carichi un'immagine su WordPress, questa viene salvata in diverse dimensioni chiamate "miniature". Alcune sono predefinite da WordPress, altre sono impostate dal tuo tema. E spesso non ti servono tutti. Ad esempio, il tuo tema potrebbe memorizzare le miniature di un negozio WooCommerce che non utilizzerai mai se non gestisci un negozio.

Quindi sarebbe un'ottima idea se WordPress creasse solo le miniature di cui hai bisogno, no? Naturalmente, l'ideale sarebbe un tema su misura per le tue esigenze. Ma puoi anche influenzare le miniature che WordPress salva. Consulta le istruzioni relative ai file immagine e alle miniature su wp unboxed.

Mantenere l'ordine

Se stai creando un nuovo sito web WordPress, ti consiglio di tenere le cose in ordine fin dall'inizio. Perché se installi plugin a casaccio e carichi immagini a casaccio, finirai nel caos. Molti plugin memorizzano infiniti dati nel database di WordPress senza rimuoverli quando si elimina il plugin. Più il tuo sistema WordPress è ordinato e snello, più è veloce e più è sostenibile. Anche se a volte è difficile, sii sempre ordinato e pulisci regolarmente il tuo sistema.

E se il caos fosse già presente?

All'inizio non ho seguito questo consiglio. A un certo punto, si sono accumulate enormi quantità di dati (apparentemente "proprio così") provenienti da immagini inutilizzate, vecchi backup e plug-in della Galleria che da tempo erano caduti in disuso. Quindi non è stato d'aiuto: ho dovuto ricompormi e passare giorni a riordinare. Alla fine sono riuscito a cancellare diversi gigabyte di dati dal mio spazio web!

Forse anche il tuo sito WordPress è cresciuto per anni, insieme alla tua esperienza e alle tue capacità. Forse sei arrivato al punto in cui ti rendi conto che il tuo progetto è nel caos. Quindi cosa stai aspettando? Una grande pulizia è all'ordine del giorno. Questo è positivo in termini di sostenibilità, ma ha senso anche in termini di SEO. Perché Google ama i siti web puliti, ordinati e veloci!
Uno strumento pratico per la pulizia è WP Optimize. Se si tratta solo di pulire il database, trovo molto utile WP DB Cleaner.

Page Builder e sostenibilità di WordPress

I page builder di WordPress(ecco una panoramica) sono pratici e ti permettono di ottenere risultati piacevoli in modo rapido ed efficiente. Tuttavia, sono anche noti per gonfiare il codice delle pagine web e aumentare i tempi di caricamento. Tuttavia, ci sono alcune cose che puoi fare per ridurre questo effetto e rendere il tuo page builder il più sostenibile possibile:

  • Limitati alle funzioni integrate e fai a meno di plugin di design aggiuntivi per il tuo page builder.
  • Se utilizzi dei plugin aggiuntivi, assicurati di poter disattivare completamente tutte le funzioni che non usi veramente.
  • Mantieni la struttura della pagina semplice. Crea il minor numero possibile di blocchi e colonne annidate. I creatori di pagine utilizzano un "contenitore" per ognuno di questi elementi, che diventano rapidamente troppi. Google PageSpeed Insights critica questo aspetto come "dimensione eccessiva del DOM". Il modo in cui puoi ridurre questo sovraccarico è ben spiegato in questo video di YouTube
  • Per i singoli articoli del blog, è meglio rinunciare completamente al Page Builder e utilizzare invece l'editor integrato Gutenberg .

SEO e sostenibilità

In linea di massima, quasi tutto ciò che è positivo per la SEO (cioè per l'ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca) è anche un guadagno in termini di sostenibilità. Perché si tratta soprattutto di strutture pulite e di pagine veloci con un basso trasferimento di dati. E dato che si tratta di un aspetto così importante, troverai anche tante buone istruzioni e strumenti utili per ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca.

A questo punto, vorrei quindi elencare brevemente cosa puoi fare in più e quali strumenti o istruzioni ti saranno utili:

  • Rimuovi altre zavorre inutili (font superflui, servizi esterni inutilizzati o non necessari come Google Analytics o Google Maps, script incorporati non necessari). 
  • Riassumere il codice sorgente e semplificarlo comprimendolo, vedi il tutorial Ridurre HTML, CSS e JavaScript.
  • Disattiva gli elementi non necessari come le emoji, la funzione di commento non utilizzata, gli avatar, ecc. Questo viene fatto dal plugin Asset CleanUp con pochi clic del mouse (assicurati di fare un backup in anticipo).
  • Tuttavia, Asset CleanUp svolge una funzione ancora più pratica: ti permette di specificare per ogni pagina esattamente quale codice extra deve essere caricato e quale no. Se gestisci un negozioWooCommerce , WordPress carica il codice necessario su ogni pagina, anche sulle pagine del tuo blog senza alcuna funzione di negozio. Con Asset CleanUp puoi escludere tutto il codice che non è urgentemente necessario per ogni pagina. 

I plugin SEO come Yoast o Rank Math ti danno molti consigli sull'ottimizzazione della pagina. Rivelano gli errori tecnici (come immagini mancanti, link non funzionanti e così via) e ti aiutano a risolverli. Un sito web pulito e privo di errori non è sostenibile solo in termini di SEO.

Hosting WordPress sostenibile

Una volta che il tuo progetto WordPress è attivo e funzionante, c'è una terza considerazione importante quando si parla di WordPress e sostenibilità: il tuo host. Questo è il luogo in cui vengono eseguiti i server non appena gli utenti arrivano sul tuo sito web. Ogni volta che questo accade, vengono scambiati dei dati. E questo costa energia.

Vale quindi la pena di dare un'occhiata più da vicino. La domanda più ovvia è, ovviamente, da dove proviene l'elettricità che il tuo host utilizza? Se l'energia proviene da fonti pulite come l'energia idroelettrica, eolica o solare, è un grande vantaggio.

Hosting WordPress sostenibile

Noi di Raidboxes vogliamo offrire un hosting WordPress non solo neutrale dal punto di vista climatico, ma addirittura positivo per il clima. Compensando il consumo di CO2 che si verifica durante l'hosting dei tuoi siti web. Puoi scoprire di più sulle nostre misure concrete nell'articolo Hosting verde per WordPress: quanto può essere sostenibile il web hosting?

Ma questo non è affatto tutto. I provider di hosting hanno bisogno di molte risorse per aree quali:

  • Infrastruttura tecnica
  • Forniture e attrezzature per ufficio
  • Marketing
  • cibo
  • Pulizia
  • Mobilità e viaggi

Come per il tuo stile di vita, anche la filosofia aziendale del tuo provider di hosting WordPress è un elemento importante per una maggiore sostenibilità. Se la mensa serve cibo regionale, se i viaggi di lavoro vengono fatti in treno o se vengono utilizzati mobili da ufficio usati, anche questi piccoli accorgimenti renderanno i tuoi progetti WordPress un po' più sostenibili. Assicurati quindi che il tuo provider di hosting faccia davvero sul serio e non si limiti ad apparire verde, ma agisca in modo davvero positivo per il clima.

Naturalmente c'è un altro aspetto importante: le prestazioni o il quadro tecnico del tuo pacchetto di hosting. Perché più il tuo sito web è "fluido", più è veloce e più è sostenibile. Per questo motivo ha senso scegliere un pacchetto di hosting specifico per WordPress. Presta attenzione a quanto segue:

  • I dati devono essere archiviati su moderni e veloci (ed economici) hard disk SSD, preferibilmente in un data center del tuo paese. Almeno se gli standard di sostenibilità sono altrettanto elevati.
  • Dovrebbe essere incluso anche un limite di memoria elevato, preferibilmente di 256 MB.
  • Importanti funzioni standard dovrebbero essere integrate sul lato server (ad esempio, caching, backup, ambiente di staging o reindirizzamento). In genere non solo è più efficiente, ma ti fa anche risparmiare tutta una serie di plugin, rendendo automaticamente il tuo sito più veloce e sostenibile. Consulta l'e-book Gestire da 5 a 100+ progetti WordPress, disponibile anche come post sul blog.
  • Una versione aggiornata di PHP, un certificato SSL gratuito e HTTP/2 dovrebbero essere standard.

Un sito web sostenibile è utile?

Forse stai pensando a te stesso: Wow, c'è un sacco di lavoro che mi aspetta! Devo ammetterlo: Puoi davvero dedicare molto tempo a questo argomento. Ma ho capito subito che ne valeva la pena. Perché la maggior parte delle misure in termini di sostenibilità hanno un effetto positivo sui tempi di caricamento e sull'ottimizzazione per i motori di ricerca allo stesso tempo.

Per verificare la sostenibilità dei tuoi siti web, puoi utilizzare il servizio websitecarbon.com, che fornisce informazioni interessanti e descrittive sull'impronta di carbonio del tuo sito WordPress. Molto istruttivi sono anche i risultati dei test di velocità dei siti web come GTMetrix o Google's PageSpeed Insights. Non solo riceverai una valutazione del tuo sito web, ma anche molti consigli su cosa fare per ottenere risultati ancora migliori.

Se il tuo sito web si carica velocemente, anche i tuoi visitatori saranno ovviamente contenti. E questo, a sua volta, può significare denaro contante per te: Molti abbandonano il sito se impiega più di tre secondi a caricarsi. Se gestisci un negozio, questo significa una perdita diretta di entrate. Ma un sito web veloce fa anche la felicità di Google: più veloce è il caricamento del tuo sito web, migliore è il posizionamento su Google. Questo significa che tu e la tua azienda sarete trovati meglio.

Ora mi piace molto guardare dove posso ottenere ancora di più dai miei progetti WordPress. Il successo immediato gioca un ruolo importante: molti cambiamenti possono essere misurati direttamente attraverso vari test di velocità del sito web.

Le tue domande su WordPress sostenibile

Quali domande hai per Martin o per l'Hosting Green WordPress? Sentiti libero di utilizzare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sull'argomento WordPress e sostenibilità? Allora seguici su Twitter e Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Immagini nell'articolo: Martin Donat, Peter Beukema

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.