Non ancora utilizzabile gutenberg

"Gutenberg non è utilizzabile in questo momento".

Gutenberg

Ha ancora alcuni problemi iniziali, ma il nuovo editor WordPress Gutenberg è già un impressionante Plugin in beta. Questo perché il nuovo sistema a blocchi impressiona quando viene testato e fa capire il potenziale di Gutenberg . Sfortunatamente, c'è attualmente un grosso problema: non è adatto al funzionamento dal vivo.

100.000 installazioni attive: Questo è il limite magico che Matt Mullenweg ha emesso. Se il nuovo editor Gutenberg dovesse raggiungere questo numero di installazioni attive, Plugin verrebbe integrato nel nucleo di WordPress .

Mi piacerebbe dare a Gutenberg un po' di tempo extra di gestazione come plugin, idealmente portandolo a 100k siti attivi nel prossimo mese o due, prima di fonderci.
- Matt Mullenweg, 16 giugno a WordPress.org

Al momento Gutenberg è a circa 700 installazioni attive e poco più di 3.300 download. E: secondo me, il limite di 100.000 utenti attivi è utopico. Perché la fase beta rende l'editor inutilizzabile per il funzionamento dal vivo. Troppo grande è il pericolo (percepito) che WordPress si blocchi in modo incontrollato o che Plugin faccia a pezzi il contenuto esistente. E: la percentuale di pagine con WordPress 4.8 è ancora troppo bassa per questo.

Naturalmente, il software in fase beta ha ancora a che fare con bug ed errori. Nel caso di Gutenberg , per esempio, questi sono i blocchi delle tabelle e dei pulsanti. Ma è proprio la fase beta e gli avvertimenti che l'accompagnano che inibiranno la diffusione di Gutenberg nel primo periodo. Questo è particolarmente vero per la maggior parte degli utenti di WordPress, che tendono a non avere i propri ambienti di sviluppo e quindi non possono testare il plugin in modo sicuro. A proposito, non si sa ancora quando la fase beta finirà. Piuttosto, Mullenweg ha recentemente annunciato che WordPress 5.0 sarà un aggiornamentoGutenberg-centrico.

La panoramica del plugin gutenberg . Ancora avverte esplicitamente contro l'uso in operazioni dal vivo.
L'avvertimento esplicito dovrebbe far riflettere almeno due volte molti utenti senza un ambiente di sviluppo o la volontà assoluta di testare.

Inoltre Gutenberg è compatibile solo con le installazioni di WordPress dalla versione 4.8. E questo è attualmente solo il 19,7% dei siti coperti da wordpress.org . Combinando questa cifra con i dati di w3techs.com si stima un numero di 550.000 siti WordPress con cui Gutenberg è compatibile. Ergo, il 20% di questi operatori di siti dovrebbe avere Gutenberg installato sul loro sito live o su un ambiente di prova per superare l'ostacolo mirato.

L'attuale distribuzione delle versioni di WordPress
All'indirizzo wordpress.org/about/stats, per esempio, si possono vedere le cifre della distribuzione della versione corrente.

Concesso: Questo calcolo è molto semplificato e certamente esiste un'approssimazione migliore. Ma rende chiaro quanto sia ancora lunga e rocciosa la strada verso le 100.000 installazioni attive. Qui è particolarmente importante aspettare WordPress 4.9. Perché se c'è una distribuzione di versioni come attualmente con WordPress 4.8 e 4.7, le cose saranno molto diverse.

Quanto sia realistica la sua soglia, quali cambiamenti al piano la squadra si riserva, e se e come Mullenweg spingerebbe per l'integrazione senza raggiungere la soglia dei 100.000 non è chiaro finora. Probabilmente in parte per conservare lo spazio di manovra necessario. Dopo tutto, quello che ho sentito finora sul nuovo editor, mi sembra che Mullenweg spingerebbe per un'integrazione del nuovo editor, se fosse sul pulsante.

E da quello che ho visto finora del nuovo editore, sarebbe una buona cosa! Perché Gutenberg può effettivamente diventare la "base per il futuro della personalizzazione dei contenuti in WordPress " invocata da Mullenweg.. E soprattutto per il tuo nuovo sistema a blocchi.

Con i blocchi, strutturare e disporre i messaggi non è mai stato così facile. I blocchi richiedono l'uso di paragrafi e sottotitoli. E i creatori, Joen Asmussen e Matias Venturahanno già considerato molte funzioni pratiche per gli editori: dalla progettazione di sigle, liste e gallerie di immagini all'integrazione di video.

Tuttavia, temo che Gutenberg - fino a quando Plugin rimarrà una versione beta con l'avviso obbligatorio - si guadagnerà un'esistenza nell'ombra negli ambienti Staging, nei cloni di pagina e negli ambienti di test locali. Quindi non vedo l'ora che arrivi la versione completa e il prossimo grande aggiornamento di WordPress .

L'obiettivo di Mullenweg di raggiungere 100.000 installazioni nei prossimi "uno o due mesi" mi sembra utopistico. Il seguente sembra più realistico Piani per integrare Gutenberg in WordPress 5.0. Gerne auch unabhängig von der 100.000er-Grenze.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.