Resettare WordPress

Resettare WordPress: come farlo e a cosa fare attenzione

Il tuo sito web non funziona più come dovrebbe? L'ultimo aggiornamento di WordPress ha distrutto tutto il tuo sito? Oppure hai sperimentato temi e plugin e ti sei impantanato? Allora potresti pensare di ricominciare da capo e resettare il tuo WordPress. Se è così, sei nel posto giusto. In questo articolo scoprirai quando vale la pena riavviare il tuo progetto WordPress e come puoi resettare WordPress.

Perché dovresti resettare un sito web WordPress?

Vediamo innanzitutto quali sono i casi in cui è possibile resettare un'installazione di WordPress (o almeno parti di essa). Dopotutto, un reset di questo tipo è una misura piuttosto drastica e di solito si fa (quasi) di tutto per evitare che il faticoso lavoro sul proprio sito web vada perso. In alcuni casi, tuttavia, un riavvio può essere utile e necessario.

Ecco gli scenari più comuni in sintesi:

  • Vuoi spostare il tuo sito web su un nuovo dominio e/o su un nuovo host (migrazione).
  • Vuoi riprogettare il tuo sito web.
  • Vuoi rivedere il tuo sito web e rilanciarlo con il dominio esistente.
  • Il tuo sito web è stato violato o danneggiato (da un aggiornamento) e quindi non funziona più correttamente (ripristino).
  • Vuoi rimuovere i file legacy inutilizzati e ripulire il tuo WordPress.
  • Vuoi ripartire da zero e resettare completamente WordPress.

Il reset di WordPress è particolarmente utile e comune anche in un'installazione di prova, dove si sperimentano diversi temi, plugin e impostazioni come parte dei flussi di lavoro di sviluppo e test.

Nota

Prima di resettare il tuo WordPress, devi pensare bene se è davvero necessario. Spesso esistono soluzioni meno drastiche. Ad esempio, il passaggio a un nuovo dominio può essere realizzato anche tramite reindirizzamento 301. Se ti preoccupa solo il contenuto, puoi cancellare tutte le pagine e i post dal menu di WordPress. E se vuoi riprogettare il tuo sito web, puoi anche impostare un nuovo tema senza resettare il sito. Un sito di staging o un plugin come Theme Switcha assicurano che il tuo sito rimanga visibile con il vecchio design mentre tu lavori al nuovo look.

Cosa si può resettare su WordPress?

In generale, devi sempre avere ben chiaro cosa vuoi ottenere con il reset di WordPress. A seconda dello scenario descritto sopra, il reset può riguardare diversi componenti di WordPress. Questo perché il Content Management System (CMS) è composto da diversi componenti. Quindi, quando parliamo di reset di WordPress, possiamo intendere diverse cose.

In particolare, l'azione può riferirsi ai seguenti quattro componenti:

  1. WordPress Core (file e cartelle nella directory principale, ad esempio index.php, wp-login.php, wp-admin)
  2. File di configurazione di WordPress (wp-config.php, .htaccess e robots.txt)
  3. Database di WordPress (tabelle, ad esempio wp_posts, wp_options, wp_comments)
  4. Dati del sito WordPress (tutti i file nella cartella wp-content, ad esempio plugin e temi installati, upload)

A seconda che tu voglia rimuovere i contenuti, ripristinare i plugin e i temi al loro stato originale o riparare il nucleo di WordPress dopo un attacco hacker, è necessario resettare diversi componenti. Non sempre è necessario eseguire un reset completo, ma tutti i componenti sono strettamente collegati e si influenzano a vicenda. Questo rende il reset una questione complessa, soprattutto se si esegue un reset manuale di WordPress (ne parleremo tra poco).

"*" indica i campi obbligatori

Desidero iscrivermi alla newsletter per essere informato sui nuovi articoli del blog, sugli ebook, sulle funzionalità e sulle novità di WordPress. Posso ritirare il mio consenso in qualsiasi momento. Si prega di prendere nota della nostra Politica sulla Privacy.
Questo campo è per la convalida e non deve essere modificato.

Resettare WordPress: ecco come funziona

Se dovessi arrivare alla conclusione che è necessario resettare il tuo sito web WordPress, hai tre opzioni per farlo, che analizzeremo in dettaglio nelle prossime sezioni:

  1. Resetta WordPress manualmente
  2. Resetta WordPress tramite plugin
  3. Ripristina WordPress con WP-CLI

Mai senza un backup!

Prima di iniziare a ripristinare il tuo sito web WordPress, dovresti sempre creare un backup completo. È meglio farlo costantemente e avere sempre dei backup intermedi salvati dal momento in cui hai iniziato a creare il tuo sito web. In questo modo potrai ripristinare i backup in modo rapido e con pochi clic se qualcosa dovesse andare storto. Su Raidboxes puoi anche creare automaticamente dei backup e ripristinarli con un solo clic.

1. Eseguire un reset di WordPress manualmente

Il reset manuale di WordPress è la variante più individuale e allo stesso tempo più complicata e soggetta a errori. Per questo motivo la elenchiamo per completezza. In linea di massima, con un reset manuale si cancella tutto e poi si reinstalla WordPress. Soprattutto i principianti di WordPress che non dispongono di conoscenze tecniche approfondite e di esperienza possono facilmente rovinare il loro sito web. Nella maggior parte dei casi, quindi, è ancora più semplice creare una nuova installazione pulita di WordPress.

Se vuoi comunque resettare WordPress manualmente, questi sono i passi da seguire di solito:

  1. Crea un backup completo del tuo sito web esistente. Esegui anche il backup del database e della directory di WordPress.
  2. Accedi al tuo hosting, naviga nei database e cancella il vecchio database MySQL del tuo sito web (o del sito web che vuoi ripristinare se ne hai più di uno).
  3. Quindi crea un nuovo database e annota i dati di accesso.
  4. Accedi al tuo server tramite FTP e naviga nella cartella in cui si trovano i dati del tuo sito web.
  5. Ora puoi eliminare i file e le sottocartelle che vuoi ripristinare. Puoi anche mantenere alcune parti del tuo sito web. Spesso si consiglia di eliminare completamente la cartella wp-content. Tuttavia, potresti anche voler conservare un tema personalizzato o alcuni plugin. In pratica, questa fase è molto individuale e il modo migliore di procedere dipende dall'obiettivo che stai perseguendo con il reset.
  6. Una volta terminate le "pulizie di primavera", il tuo sito web WordPress è pulito, ma non ancora pronto per essere utilizzato. Pertanto, il passo successivo è quello di eseguire lo script di installazione di WordPress. Per farlo, aggiungi il seguente testo all'URL nella barra degli indirizzi del browser: wp-admin/install.php.
  7. Ti guidiamo nell'installazione di WordPress e nella connessione del tuo nuovo database. Per farlo, dovrai utilizzare i dati di accesso che hai annotato in precedenza. Una volta fatto questo, il ripristino è completo.

Importante: i passaggi qui riportati sono molto semplificati. In pratica, ci sono ancora molte sottigliezze e regolazioni individuali. Il modo in cui procederai dipende, tra le altre cose, dal provider di hosting con cui collabori, dalla configurazione del tuo sito web e dagli strumenti che utilizzi per gestirlo. Pertanto, dovresti decidere di effettuare un reset manuale solo se hai le conoscenze necessarie.

2. Ripristinare il sito WordPress tramite plugin (utilizzando WP Reset come esempio)

È molto più semplice e meno soggetto a errori avere un plugin per il reset che ti aiuti a farlo. Hai meno opzioni individuali, ma meno possibilità di sbagliare.

Plugin di reset di WordPress WP Reset
Il plugin WP Reset

Particolarmente popolare nella comunità di WordPress è WP Reset. Il plugin cancella tutte le pagine, i post e i commenti. Lo strumento rimuove anche i dati memorizzati nella libreria multimediale e gli account utente che sono stati creati. In breve, è in grado di riportare il tuo sito web WordPress al suo stato originale. Vengono conservati elementi importanti come il nome del sito, l'URL, l'amministratore e la password. In questo modo non potrai "chiuderti fuori" accidentalmente dal tuo sito web.

Il plugin è disponibile in un'ottima versione gratuita o in una versione Pro a pagamento con funzioni estese a partire da 39 dollari all'anno.

Vediamo più da vicino come puoi resettare il tuo WordPress con WP Reset. Devi seguire solo quattro passaggi:

1. Installare il plugin

Installa il plugin di ripristino di WordPress
Il plugin WP Reset nel tuo sito Dashboard

Puoi trovare il plugin nel menu di WordPress alla voce Plugin → Installa cercando "WP Reset". Ora puoi installarlo e attivarlo. Potrai poi trovarlo nel menu a sinistra alla voce Strumenti → WP Reset.

2. Creare un backup

È stato accennato brevemente in precedenza, ma non si ripeterà mai abbastanza: devi sempre assicurarti di avere un backup della tua attuale installazione di WordPress prima di cambiare qualcosa. Questo vale per gli esperimenti con nuovi temi e plugin, per gli aggiornamenti e anche se vuoi resettare WordPress. Esegui anche il backup del database di WordPress, preferibilmente in locale sul tuo computer o in un cloud, in modo da non perdere nulla. A proposito: se ospiti il tuo sito web su Raidboxes , i backup sono già integrati (per saperne di più). 

WP Reset stesso offre anche la possibilità di creare una cosiddetta "istantanea". Lo strumento crea una copia del database di WordPress e la salva per un secondo momento. Può essere utile, ma non sostituisce un backup completo. 

Wordpress Reset Plugin Wpreset Snapshot
Crea uno snapshot con WP Reset

3. Controllare le impostazioni

Quando richiami il plugin alla voce Strumenti → WP Reset , puoi vedere in una tabella quali dati il plugin cancellerà non appena premerai il pulsante. Se stai lavorando con la versione gratuita di WP Reset, la colonna "Reset del sito" è rilevante nella panoramica (evidenziata in rosso nella schermata).

Wordpress Reset Plugin Wpreset Impostazioni
Elenco dei dati che saranno cancellati dal plugin

4. Ripristinare WordPress

Nella sezione sottostante la panoramica, puoi specificare cosa deve accadere dopo il ripristino del sito web. Puoi scegliere tra:

  • Ripristina il tema corrente
  • Riattiva il plugin WP Reset
  • Riattiva tutti i plugin attuali

Ciò che è più adatto a te dipende dal motivo per cui stai eseguendo il reset di WordPress. Se tutte le caselle sono selezionate, WP Reset resetta WordPress, cancella i dati e riattiva il vecchio tema e i plugin correnti.

Wordpress Reset Plugin Wpreset Reset Sito
Seleziona cosa deve succedere quando resetti i tuoi dati

Il plug-in esegue tutte le azioni della panoramica con un solo clic. Per sicurezza, devi prima inserire la parola "reset" nel campo di conferma in basso. A questo punto puoi iniziare e WordPress verrà completamente ripristinato allo stato di una nuova installazione di WordPress.

Aggiunta: altri strumenti

Puoi anche ripristinare selettivamente alcuni componenti del tuo sito web tramite il plugin nella scheda "Strumenti", ad esempio i transienti, il tema di WordPress, i plugin, il file .htaccess e tutti i media.

Wordpress Reset Plugin Wpreset Strumenti Seleziona
Hai anche la possibilità di resettare solo parti selezionate.

3. Reimpostare WordPress tramite il pulsante WP-CLI

Se hai un po' di conoscenze tecniche, puoi anche ripristinare il tuo sito WordPress tramite la "WordPress Command Line Interface", o in breve "WP-CLI". In poche parole, inserisci i comandi tramite la riga di comando e WordPress li esegue. Questo ti permette di automatizzare processi che normalmente richiederebbero molto tempo, compreso il reset di WordPress. È un'operazione più veloce e meno rischiosa di quella manuale. Tuttavia, non è possibile senza il know-how e l'esperienza di WordPress. Puoi leggere le nozioni di base su WP-CLI e su come utilizzare la riga di comando nel nostro articolo WP-CLI - Utilizzi già la riga di comando per WordPress?

Se vuoi usare WP-CLI per resettare il tuo sito WordPress, è meglio provare prima i comandi per i singoli passaggi (che sono sostanzialmente analoghi al reset manuale) su un sito di staging. I comandi che hanno avuto successo vengono documentati e poi eseguiti nell'ordine corretto sul sito web live.

Come primo punto di partenza, ecco alcuni comandi utili:

  • wp site empty → Elimina i post, i commenti, le categorie e le parole chiave
  • wp site empty -uploads → Funziona come wp site empty, ma in più rimuove i caricamenti
  • wp config create –dbname=<dbname> –dbuser=<dbuser> → Neue wp-config.php Datei anlegen und Zugangsdaten für die Datenbank eintragen
  • wp core download -force → Riscarica i file del core di WordPress e sovrascrivi i file esistenti
  • wp db export <file> → WordPress Datenbank exportieren und in eine Datei schreiben
  • tabelle wp db → Mostra tutte le tabelle del database di WordPress
  • wp db drop → Cancella l'intero database di WordPress
  • wp db reset → Elimina il database di WordPress e poi crealo di nuovo

Naturalmente, questi non sono assolutamente tutti i comandi che possono aiutarti a ripristinare la tua installazione di WordPress. Si tratta solo di alcuni esempi. Puoi trovare un elenco completo dei comandi nella documentazione ufficiale di WP-CLI.

WP-CLI a Raidboxes

Vuoi utilizzare WP-CLI con Raidboxes? Nessun problema. È già preinstallato quando crei un nuovo Box (cioè un sito web WordPress) tramite la dashboard di Raidboxes. Se ti stai chiedendo come connetterti a Raidboxes tramite un terminale SSH e utilizzare WP-CLI, ti consigliamo di dare un'occhiata al nostro articolo Il flusso di lavoro perfetto per lo sviluppo di WordPress con Git e SSH.

Ripristino di WordPress: Raidboxes offre queste funzioni

Se gestisci il tuo sito web su Raidboxes, puoi risparmiare alcuni passaggi e resettare il tuo sito WordPress in modo ancora più semplice. In alcuni casi, puoi anche risparmiarti il reset vero e proprio. Questo perché Raidboxes crea regolarmente dei backup automatici del tuo sito Box (cioè del tuo sito WordPress). Sia WordPress che il database vengono sottoposti a backup. Per impostazione predefinita, il backup automatico viene programmato ogni notte. Inoltre, puoi attivare manualmente il backup fino a tre volte con un solo clic tramite la dashboard della tua box:

Backup di WordPress: creare un backup
Raidboxes consente la creazione di tre backup manuali

I backup ti permettono di reagire rapidamente se, ad esempio, il peggio si verifica:

  • ripristinare un backup se il tuo sito web è stato infettato da un malware,
  • riparare il tuo sito web quando gli aggiornamenti dei plugin o dei temi non vanno a buon fine e le pagine si rompono,
  • ripristinare una versione precedente di WordPress,
  • ricostruire uno stato di dati precedente.

Inoltre, con Raidboxes puoi evitare alcune situazioni in cui potrebbe essere necessario resettare il tuo WordPress, semplicemente clonando il tuo sito web. Tutto ciò di cui hai bisogno è un backup del tuo sito web.

Box Clona dal backup
Crea un clone del tuo sito web

Poi clicca sul simbolo della piccola scatola accanto al backup e crea il clone come nuova demo gratuita Box, oppure attivalo direttamente in uno dei tuoi contratti esistenti. Se cloni il tuo sito web in una demo box, potrai sperimentarlo a tuo piacimento per 14 giorni (nella tariffa Starter). Se qualcosa va storto, puoi ripristinare una versione precedente del tuo sito web in qualsiasi momento con un semplice clic.

Conclusione: qual è il metodo migliore?

Il punto è che non è necessario resettare sempre il tuo WordPress. E dovresti sempre valutare attentamente se un riavvio drastico è davvero necessario. Ma ci sono alcuni scenari in cui può essere molto utile. Soprattutto nei flussi di lavoro di test e sviluppo, un reset di WordPress ha spesso senso.

Se il peggio dovesse accadere, ci sono diversi metodi a tua disposizione, tutti con vantaggi e svantaggi, che variano a seconda della tua configurazione e del tuo know-how. Per i principianti di WordPress è meglio utilizzare la variante a basso rischio tramite plugin (ad esempio WP Reset). Soprattutto se devono essere resettate solo alcune parti di un sito web WordPress, un plugin è la soluzione migliore per i non professionisti. Chi ha più dimestichezza con WordPress può eseguire il reset manualmente o tramite WP-CLI.

Anche se il database non risponde per qualche motivo o il plugin è in sciopero perché il nucleo di WordPress è stato danneggiato (ad esempio da un malware), potresti dover ricorrere al metodo manuale o a WP-CLI. Spesso è ancora più semplice riavviare con una nuova installazione di WordPress, a meno che tu non utilizzi un hosting WordPress di Raidboxes. In questo caso, potrai ripristinare il tuo Box allo stato originale in qualsiasi momento con un solo clic (sul pulsante "Ripristina WordPress"). Tutti i plugin, i temi e i contenuti del file system e del database della box verranno cancellati. La box viene quindi completamente svuotata e potrai continuare a lavorare con un nuovo WordPress.

In ogni caso, prima di resettare il tuo sito WordPress, dovresti creare un backup. Questo è l'unico modo per poter accedere nuovamente al tuo sito web se lo cancelli per errore o se vuoi riutilizzarne alcune parti.

Domande frequenti sul ripristino di WordPress

Come posso resettare WordPress?

WordPress può essere resettato in tre modi diversi: manualmente, tramite WP-CLI o con un plugin come WP Reset.

Come cancellare i temi in WordPress?

Per eliminare i temi (e anche i plugin) in WordPress, non è necessario resettare direttamente l'intero WordPress. Puoi anche rimuovere i singoli temi che non ti servono più tramite il menu di WordPress (via Design → Temi → Dettagli → Elimina).

Posso ripristinare il mio WordPress a una versione precedente?

Puoi "declassare" il tuo WordPress a una versione precedente in qualsiasi momento, a patto che tu abbia ancora un backup del tuo sito web con la versione precedente di WordPress. Devi semplicemente ripristinarlo. All'indirizzo Raidboxes, puoi farlo nella dashboard della tua box (cioè il tuo sito WordPress) tramite la scheda "Backup" e cliccando sul simbolo con la freccia circolare accanto al backup che vuoi utilizzare. La versione di WordPress con cui sono stati creati i backup viene visualizzata nella panoramica dei backup.

Le tue domande su come resettare WordPress

Quali domande sul ripristino di WordPress sono ancora aperte? Faccele sapere nei commenti! Ti interessano gli argomenti di attualità su WordPress e l'hosting? Allora segui Raidboxes su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più i nostri contenuti. Grazie!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.