wordcamp stoccarda 2019

WordCamp Stuttgart 2019: sostenibilità, diversità, ispirazione #WCSTG

Il WordCamp di Stoccarda #WCSTG è stato speciale: con un'agenda sostenibile e diversificata, sessioni stimolanti e uno scenario impressionante al Castello di Hohenheim. Raidboxes era presente come Gold Sponsor. La nostra recensione personale.

WordCamp e sostenibilità

Il WordCamp di Stoccarda è stato un pioniere nel campo dei campi "verdi". Questo è probabilmente dovuto in gran parte al membro organizzatore Simon Kraft: con wpforfuture, sta avviando un'iniziativa per rendere WordPress più sostenibile. Consulta il nostro articolo Quanto è verde WordPress? con consigli per sviluppatori e utenti di WordPress & WooCommerce.

Raidboxes è anche un pioniere della sostenibilità con il suo hosting WordPress. Sono sempre di più gli host che salgono su questo carro, compreso Stoccarda. Siamo felici di questo, purché aiuti l'ambiente.

I capisaldi ecologici del WordCamp di Stoccarda:

  • Si stima che l'alimentazione puramente vegetariana e vegana permetta di risparmiare fino a una tonnellata di CO2.
  • Evitare gli imballaggi e le stoviglie usa e getta, anche al bar.
  • Poca stampa e poco swag
  • Nessuna maglietta per i partecipanti
  • Argomenti sostenibili al Contributor Day e nelle sessioni
  • La richiesta dell'Orga di compensare le emissioni di CO2 tramite atmosfair

Noi sponsor siamo stati anche incoraggiati a non distribuire troppo materiale inutilmente. E, ove possibile, utilizzare i trasporti pubblici. I futuri WordCamp possono sicuramente prendere spunto da questa agenda verde.

WordPress e la diversità

Il team organizzativo di Stoccarda ha lavorato duramente in anticipo per presentare un piano di sessioni il più equilibrato possibile. Alla fine, 8 dei 29 relatori erano donne, dopo che inizialmente erano solo tre. Simon ha sottolineato durante la conversazione che il vero obiettivo dei WordCamp - l'equilibrio - è ancora lontano dall'essere raggiunto. Ma nel complesso la situazione è notevolmente migliorata se si pensa ai campi di lingua tedesca di quattro/cinque anni fa.

Per l'organizzazione non è affatto facile reclutare relatori di sesso femminile. Le discussioni su altri eventi, ad esempio su Twitter, dimostrano che l'accusa che si rivolge alle donne è quella di soddisfare solo una quota. E non da un punto di vista puramente professionale. L'argomento è complesso. Anche quando ne scrivo, devo fare attenzione a non cadere nei cliché. Ma l'impegno ne vale la pena.

Più variopinto è il panorama dei relatori, più numerosi sono gli argomenti che possono essere proposti. E alla fine, più persone si sentono rappresentate dalla comunità di WordPress. Vedi anche l'iniziativa sulla diversità del WordCamp di Düsseldorf.

Nel complesso, il WordCamp di Stoccarda si presentava così:

  • Circa 200 biglietti venduti
  • Circa 170 partecipanti
  • Circa un terzo di loro proviene dall'area di Stoccarda.
  • Altri paesi rappresentati: Svizzera, Regno Unito, Corea del Sud, Ungheria, Sudafrica, India, Macedonia, Finlandia, Belgio.

Il castello dell'Università di Hohenheim come sede ha colpito tutti i partecipanti. È stato probabilmente l'ambiente più bello del WordCamp finora, che ha chiaramente favorito le conversazioni creative:

Le stanze separate per le discussioni e per il lavoro silenzioso hanno supportato questa preoccupazione. Il piccolo team organizzativo composto da Simon Kraft, Dennis Hipp, Matthias Kittsteiner, Christopher Kurth e Nadine Hipp ha fatto un ottimo lavoro, e non solo qui.

DSGVO e legge per i lavoratori del web

Melvin Louis Dreyer e Maha Paris del nostro partner Händlerbund hanno partecipato a una sessione sul GDPR per i lavoratori del web. Un argomento spinoso per i creativi, ma che riguarda tutti i freelance e le agenzie. Consulta i nostri contributi e suggerimenti in merito:

Anche il nostro e-book "Guida al GDPR per agenzie WP, freelance e gestori di siti web". Ti permette di conoscere i contenuti e le raccomandazioni più importanti del Regolamento generale sulla protezione dei dati dell'UE (GDPR).

La lezione ha trattato i principi fondamentali del GDPR, che ogni libero professionista e ogni azienda deve tenere in considerazione. Ad esempio, dopo il GDPR, il trattamento dei dati delle persone fisiche è generalmente vietato; è necessario il consenso (opt-in). Questo si basa sul consenso volontario, ed è per questo che i cookie banner, ad esempio, devono avere un modulo speciale. Consulta la nostra guida a riguardo.

Come ha spiegato Melvin, ci sono ancora molte ambiguità, aree grigie e basi legali nell'attuazione del GDPR, alcune delle quali si contraddicono a vicenda. La sua raccomandazione:

Dovresti prendere a cuore la sentenza sui cookie, anche se gli sviluppi legislativi non sono ancora chiari e le sentenze dei tribunali sono ancora in sospeso.

Poiché questa mancanza di chiarezza può cambiare rapidamente, bisogna essere preparati. E questo nonostante il GDPR renda molto più difficile per molte aziende analizzare il comportamento di acquisto e ottimizzare i processi.

Anche la limitazione dello scopo dei dati raccolti è importante. Se un acquirente fornisce il proprio indirizzo in un negozio online, questo può essere utilizzato, ad esempio, per la spedizione. Ma non puoi trasmetterlo ai partner senza un ulteriore consenso, né far visitare personalmente il destinatario dal reparto vendite. Un altro pilastro è la trasparenza e la sicurezza del trattamento dei dati da parte tua o della tua agenzia:

  • Gli interessati devono sapere che fine fanno i loro dati o come vengono trattati.
  • Tra le altre cose, una dichiarazione significativa sulla protezione dei dati ha questo scopo
  • La liceità del trattamento deve essere garantita in ogni momento.
  • Allo stesso modo, è necessario garantire l'accuratezza dei dati.
  • I dati devono essere conservati in modo sicuro per evitare l'accesso da parte di terzi.

Hai domande sul GDPR per i web worker e le agenzie? Non esitare a scriverle nei commenti: ne faremo un articolo insieme al nostro partner Händlerbund. Puoi guardare la presentazione completa qui:

A questo proposito, un grande ringraziamento al team di WordPress.tv per il suo lavoro volontario e veloce! Vedi tutte le sessioni del WordCamp di Stoccarda nella panoramica.

Il plugin WordPress Health Check

Torsten Landsiedel ha presentato a Stoccarda come lavorare con il plugin Health Check & Troubleshooting. In questo modo puoi disattivare tutti i plugin solo per l'amministratore e passare a un tema standard. In seguito, i plug-in e il tema possono essere riattivati individualmente. In questo modo è possibile individuare un conflitto di plugin, ad esempio. Consulta il suo articolo sul nostro blog su questo argomento.

Con il plugin Health Check puoi trovare anche numerosi altri errori nella configurazione di WordPress e di WooCommerce. Tra questi ci sono casi in cui anche i sostenitori più esperti si trovano in difficoltà a prima vista. Torsten ha fatto l'esempio di un'errata elaborazione di massa dei post quando la variabile PHP max_input_vars di WordPress è impostata su un valore troppo basso.

Tuttavia, questo richiede conoscenze professionali e un'attenta interpretazione delle voci del plug-in. Non è facile decifrare correttamente i singoli valori e le informazioni di debug. Questo perché non sono documentati nel plug-in stesso.

Tuttavia, ci sono anche punti critici nei confronti del plugin. Ad esempio, gli errori e gli avvertimenti vengono lanciati anche nello stato di consegna standard di WP senza plugin installati. Pratico, però: Puoi aggiungere le tue routine ai test tramite i filtri PHP. Puoi anche rimuovere singoli test. Ad esempio, se il tuo Managed Hosting ha funzioni integrate che non devono essere testate. Oppure se la configurazione di WordPress fornisce risultati distorti.

La sessione "Health Check Plugin" è disponibile anche su WordPress.tv.

Sessioni per sviluppatori

Nel complesso, al WordCamp di Stoccarda c'è stato un buon mix di interventi per gli utenti, il marketing e lo sviluppo di WordPress. I nostri sviluppatori di prodotti Jeffrey e Marcel hanno partecipato alle sessioni più tecniche. Impressioni di Jeffrey:

  • Come riprendersi da una violazione della sicurezza: Otto Kekäläinen ha presentato un caso della sua pratica in cui cinque pagine del sito di un cliente si sono guastate contemporaneamente. Ha descritto come li ha controllati passo dopo passo. Si trattava di malware? Dov'era la porta sul retro? E come ha ripristinato il sistema? Guarda il suo discorso.
  • ddev, Docker e una relazione locale: Frank Schmittlein ha spiegato come utilizzare l'ambiente di sviluppo PHP ddev con lo strumento container docker per sviluppare localmente. Alla sessione su WordPress.tv.
  • Capire git: David Remer ha parlato del sistema di gestione delle versioni git. Cosa fa git sotto la superficie? E come memorizza le informazioni nei propri file? Capire questo aspetto è molto utile per recuperare il codice che si pensava fosse andato perso.
  • Costruire, mantenere e vendere un plugin di WordPress: Robert Windisch ha fornito una panoramica sullo sviluppo dei plugin di WordPress. Quando li vendi gratuitamente e quando nel modello premium? Ha utilizzato il plugin MultilingualPress come base per questo processo.

Anche il WordCamp Retreat Soltau è alla ricerca di relatori. Puoi proporre tu stesso un argomento o suggerire un'altra persona. Puoi trovare maggiori informazioni sul blog del campo.

WordPress e la responsabilità sociale

Caspar Hübinger ha concluso l'impatto duraturo del WordCamp di Stoccarda. Chi conosce le sue lezioni sa che guardano oltre gli orizzonti della comunità in un modo molto speciale. E che ci fanno da specchio. Perché come "tecnici" abbiamo tutti una responsabilità: WordPress e i suoi casi d'uso influenzano sempre la società.

Il suo intervento "Essere umani in tempi di disumanizzazione digitale" ha ruotato intorno alle seguenti domande:

  • Come posso assicurarmi che le intenzioni di marketing commerciale siano compatibili con i miei valori?
  • Come faccio a non manipolare le persone a un certo punto del processo, sia intenzionalmente che involontariamente?
  • Posso evitare di diventare qualcuno che non voglio essere? Con quale prodotto/provider/offerta traccio la linea rossa?
  • In quali circostanze devo ridefinire questa linea?

Perché tutti noi commercializziamo noi stessi o la nostra azienda in qualche modo. È proprio per questo che dovremmo porci le domande citate. Un'altra parola per definire il marketing è "propaganda" - Caspar ha spiegato questo riferimento con forza, basandosi sulla sua storia familiare. Un nonno rifiutò il nazionalsocialismo, l'altro collaborò. La domanda che Caspar si pone è:

Come mi sarei comportato se avessi avuto l'accortezza di farlo? Quanto dovrebbero essere esistenziali gli svantaggi per non scegliere la strada più facile?

Cosa c'entra questo con noi e WordPress? "Stiamo vivendo nell'era del capitalismo di sorveglianza", è la sua risposta. Vedi "L'era del capitalismo di sorveglianza" e l'omonimo libro di Shoshana Zuboff. Gli esseri umani vengono sempre più spesso divisi in gruppi segmentabili al fine di manipolarli. Gli obiettivi sono la totale prevedibilità e il controllo dei consumatori, con l'aiuto del cosiddetto marketing online.

Tutto questo avviene con la scusa della presunta neutralità della tecnologia. E con i nostri dati come forza motrice e valuta:

Un esempio è Google. L'obiettivo autodefinito di Google è quello di organizzare le informazioni del mondo, finanziate dalla pubblicità online. Ma chi ha deciso questo obiettivo? Chi l'ha commissionato?

Tutti noi dipendiamo e utilizziamo servizi come Google, Amazon, Apple, Facebook, WhatsApp, Instagram e così via, come ha mostrato Caspar. Quindi possiamo essere critici e comunque ricattabili come lavoratori digitali. Come lavoratori digitali, ci rendiamo complici della macchina del capitalismo della sorveglianza. "Abbiamo la possibilità di scegliere se occuparci dei mezzi di produzione del capitalismo di sorveglianza o se scegliere un'altra professione" - ha detto.

Ma abbiamo anche una prospettiva: il cambiamento positivo che si fa attraverso una decisione di coscienza salverà prima o poi una vita umana. Anche se si tratta di un'altra generazione. Puoi sempre impegnarti per adottare una nuova etica nel tuo lavoro (di marketing), anche se a piccoli passi.

Qualcosa di noi vorrà fare il punto della situazione ad un certo punto. Dovremmo vivere in modo tale da non provare alcun rimpianto in quel momento. Essere umani significa mettere sempre in discussione le basi delle nostre decisioni. Così come dovremmo sempre mettere in discussione quelli del capitalismo di sorveglianza.

Il discorso di Caspar Hübinger ha colpito nel segno. E ha preso a male parole tutti i presenti. Puoi trovare la sessione completa in formato video sul suo blog o qui:

Raidboxes al WordCamp di Stoccarda

Il nostro stand è stato molto frequentato in entrambe le giornate. I clienti chiedevano informazioni sulle nuove funzionalità, come i modelli WordPress estesi o RB Login Protector. Ma anche numerose parti interessate si sono informate: dagli sviluppatori freelance alle agenzie più grandi. Anche in questo caso i WordCamp stanno diventando sempre più professionali. Il nostro team ha spiegato loro i vantaggi del nostro Managed WordPress Hosting e perché rende il tuo sito molto più veloce.

Dopo il campo è prima del campo: ti aspettiamo al WordCamp Düsseldorf #WCDUS a fine novembre! Oppure al WordCamp Retreat Soltau #WCRetreat nel 2020. Sosteniamo entrambi i camp come sponsor.

Hai domande sul nostro hosting WordPress sostenibile e particolarmente veloce? Allora parlaci direttamente in loco. Oppure contatta i nostri esperti di WordPress in qualsiasi momento.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.