WordPress  vs. WIX: quale CMS dovresti usare per il tuo sito web?

WordPress vs. Wix: quale CMS dovresti usare per il tuo sito web?

I siti web possono essere creati in diversi modi: Puoi programmarli tu stesso, usare un sistema aperto di gestione dei contenuti come WordPress o usare un kit di costruzione di siti web. Uno di questi kit per costruire siti web è Wix. Ma quale sistema funziona meglio? Facciamo il controllo: WordPress e WordPress Hosting vs.

Se volete costruire un sito web, un blog o un negozio, ci sono molte possibilità diverse. Dal momento che pochissime persone saranno in grado di programmare un sito web da sole (e al giorno d'oggi questo ha solo un senso limitato), ci sono sistemi di gestione dei contenuti (CMS) già pronti che puoi impostare secondo le tue idee.

Cos'è un sistema di gestione dei contenuti?

Dietro questo termine un po' ingombrante "Content Management System" non è altro che un software con cui si possono costruire siti web. Si occupa della gestione dei tuoi contenuti.

Un tale sistema di gestione dei contenuti è per esempio WordPress . Una volta installato sul tuo server e configurato, puoi iniziare subito a creare contenuti, personalizzare il design e costruire un negozio.

Mentre su WordPress troverai un sistema largamente aperto su cui hai il pieno controllo (e quindi la piena responsabilità!) in ogni momento, c'è una soluzione più conveniente con i kit di costruzione di siti web "chiusi", che però ha anche alcuni svantaggi. I grandi nomi per i kit di costruzione di siti web sono per esempio Squarespace, Jimdo o il nostro argomento di oggi: Wix.

Panoramica: WordPress vs. Wix

Per prima cosa, facciamo una panoramica di cosa sono WordPress e Wix.

Il sistema di gestione dei contenuti più popolare al mondo è WordPress . Nella vostra navigazione quotidiana sul web, in media, vi imbatterete in un sito web costruito con WordPress in oltre il 40% dei siti web che visitate. WordPress è stato sviluppato nel 2003 da Matthew "Matt" Mullenweg e da allora è cresciuto rapidamente. Oltre al self-hosted WordPress . WordPress .com, un costruttore di siti web che sarebbe parzialmente paragonabile a Wix. Tuttavia, questo articolo riguarda la variante self-hosted WordPress .

Wix è stata fondata nel 2006 da Avishai Abrahami, Nadav Abrahami e Giora Kaplan a Tel Aviv, Israele, ed è quotata alla borsa NASDAQ di New York dal novembre 2013. Con Wix, i siti web possono essere creati secondo il suddetto sistema modulare. Questo significa che gli utenti possono mettere insieme i loro siti web in un sistema chiaramente definito. Non sono previsti outlier creativi o funzioni speciali.

Secondo i tuoi stessi dati, Wix ha oggi più di 150 milioni di utenti in 190 paesi. Questo rende Wix il 5° CMS più usato, dietro WordPress , Shopify, Joomla e Squarespace.

WIX Homepage
La homepage di Wix

WordPress e Wix non sono, beh, i migliori amici - per dirla in modo gentile. WordPress inventore Matt Mullenweg non solo ha affrontato una volta pubblicamente Wix con parole chiare - ma anche loro non sono in perdita per una contro. Questo dovrebbe essere già menzionato qui, più tardi entreremo nel dettaglio dei vari punti di contesa.

Sistema aperto di gestione dei contenuti vs. Kit di costruzione di siti web

Ora che abbiamo una panoramica delle differenze tra WordPress e Wix, diamo un'occhiata più da vicino a dove si trovano i vantaggi e gli svantaggi dei sistemi di gestione dei contenuti aperti come WordPress e dei kit "chiusi" per la costruzione di siti web come Wix.

WordPress è come un condominio...

È vero: se vuoi libertà e autodeterminazione, non puoi aggirare un CMS aperto come WordPress . Potete agire quasi senza limiti a vostro piacimento, adattare i tuoi siti web, espanderli con Plugins una gigantesca comunità e cambiare il codice fino a quando il risultato è esattamente come lo immaginate. Questo è un enorme vantaggio, ma allo stesso tempo un enorme svantaggio. Perché con tutta questa libertà e autodeterminazione arriva un sacco di responsabilità.

Puoi pensarla come un condominio dopo che ti sei trasferito da casa: hai questa libertà di fare tutto come vuoi ora. Ma in cambio, devi ricordare la chiave, chiudere le finestre quando esci e occuparti dell'assicurazione.

È la stessa cosa con WordPress : sei responsabile di rendere il sito web il più sicuro possibile, di non esagerare con Plugins per non abbassare troppo le prestazioni e di implementare e risolvere aggiustamenti, estensioni e problemi da solo o di comprare questi servizi dagli sviluppatori.

Questo tuona molto drammatico per i principianti, ma non vuole spaventarvi: dopo i primi passi, imparerete rapidamente ciò che è importante e vi sentirete sempre più sicuri nell'usare WordPress . Questa curva di apprendimento è molto appagante e può portarvi più lontano, e non solo quando si tratta di siti web. Dopo tutto, queste competenze stanno diventando sempre più importanti nel nostro mondo digitale.

Coloro che hanno già costruito siti web, conoscono HTML, PHP o CSS, o hanno un blog di successo di fronte a un gran numero di lettori hanno spesso dei vantaggi nei colloqui di lavoro - a seconda del lavoro, naturalmente.

...mentre con Wix, sei più come un affittuario...

L'antitesi di questo è il kit di costruzione di siti web. Con Wix, ti trasferisci in un appartamento in affitto, puoi dipingere le pareti o appendere un quadro da solo, ma non puoi rimodellare il bagno o abbattere i muri.

In cambio, Wix pensa alle chiavi per te, pulisce dopo di te e ti lascia fare le tue cose fino al punto in cui non sarebbe consigliabile continuare - dal punto di vista di Wix, non dal tuo. Meno metaforicamente, questo significa: Wix fa gli aggiornamenti e i backup per te, configura il server e crea anche il tuo logo se vuoi - per una tassa mensile, naturalmente.

Entrambi i sistemi sono utili

Entrambi i sistemi hanno senso: non tutti vogliono occuparsi intensamente del tema dei siti web. Il sito web dovrebbe essere creato una volta sola, funzionare ed essere sicuro. In questo caso WordPress è sicuramente il sistema sbagliato. Perché semplicemente non è così che funziona un CMS aperto.

D'altra parte, coloro che hanno bisogno di più spazio e libertà per esprimersi creativamente e tecnicamente si trovano meglio con WordPress . Quindi c'è una ragion d'essere per entrambi i sistemi.

Ottica, design e individualità: chi offre le opzioni migliori?

I temi dell'ottica, del design e dell'individualità sono ovviamente molto soggettivi, ed è per questo che preferiamo guardare ai fatti oggettivi: Wix fornisce attualmente ai tuoi utenti 977 cosiddetti "modelli di design". Nella sola directory Theme di WordPress , cisono attualmente 8.233 Themes, cioè più di otto volte tanto. Inoltre, ci sono migliaia di premium a pagamento Themes da sviluppatori che non offrono il loro lavoro attraverso la directory Theme .

WIX Designs
Wix offre molti modelli di design.

In breve: hai una scelta gigantesca su WordPress , che Wix non può offrire. Questo è solo logico, dopo tutto WordPress è un sistema aperto e quindi accessibile - e per di più il più grande CMS del mondo. Naturalmente, gli sviluppatori e i designer tendono a usare questa piattaforma piuttosto che un sistema chiuso come Wix.

Ma la verità è anche che la selezione e la personalizzazione dei modelli di design sono - nei limiti di un costruttore di siti web - molto più facili per i principianti con Wix. L'intero sistema di Wix ricorda i classici costruttori di WordPress come Elementor. Cliccate su un elemento e potete spostarlo tramite drag and drop, cambiare i colori e le dimensioni o cancellarlo completamente. Ma se si esagera con le regolazioni, si raggiungono rapidamente i limiti. WordPress è più adatto per questo.

Funzionalità ed estensioni: Che ne dite di Plugins ?

Quasi nessun sito web può fare a meno di Plugins . Con Plugins puoi estendere il tuo sito web, il tuo blog o il tuo negozio con funzionalità che non sono incluse di default ma che sono importanti per il tuo sito specifico. Questo può essere per esempio icone di social media, un sistema di newsletter o moduli di contatto.

Plugins Qui ancora una volta il vantaggio di WordPress diventa evidente: mentre ci sono solo poche centinaia di app sul mercato delle app di Wix, gli utenti di WordPress possono accedere a 58.362 app solo nella directoryPlugin ufficiale - più decine di migliaia di app gratuite e a pagamento Plugins non offerte tramite la directory .

Quindi, se state costruendo un sito web, le possibilità sono molto più alte con WordPress che otterrete esattamente le funzionalità di cui hai bisogno per esso. Inoltre, puoi anche creare più facilmente il codice da solo (o farlo creare) che con Wix. Quindi WordPress vince questo punto molto chiaramente.

Commercio elettronico e negozi

Per i negozi c'è WordPress con WooCommerce un Plugin(sistema), che ha bisogno di un po' di tempo nella formazione, ma poi funziona molto bene e può essere ampliato con altri Plugins e componenti aggiuntivi come desiderato. Wix porta con sé, a seconda dell'abbonamento premium selezionato, un sistema di e-commerce. Per questo hai bisogno di uno dei cosiddetti"Business & E-Commerce Premium Plans".Questi partono da 20 euro al mese, chi vorrebbe avere più funzioni, deve spendere da 30 a 41 euro al mese.

Un buon WooCommerce Plugins e componenti aggiuntivi costano spesso qualche centinaio di euro, ma di solito solo una volta. Questo significa che dopo alcuni mesi avrete probabilmente i costi fissi mensili dell'abbonamento Wix già fuori di nuovo, se ti affidate a WordPress . Allo stesso tempo, però, il settore dell'e-commerce in particolare è così complesso che la semplicità di un costruttore di siti web può giocare pienamente i tuoi vantaggi qui.

Se non vuoi occuparti intensamente di tutti i componenti di un negozio, Wix potrebbe essere un modo facile per te di creare un negozio. Naturalmente, dipende anche dal fatto che Wix soddisfi i requisiti legali per i negozi e gli acquisti online in ogni paese. Questo non è stato sempre il caso in passato - almeno in Germania. Quindi non si può evitare di affrontare tutte le questioni legali importanti e verificare se anche Wix le soddisfa.

Aggiornamenti, sicurezza e (auto)responsabilità

Abbiamo già affrontato questo punto sopra con il confronto tra condomini e appartamenti in affitto. Con WordPress sei completamente responsabile degli aggiornamenti, dei backup, della sicurezza e della tecnologia. Naturalmente si possono usare automatismi, per esempio per i backup regolari e gli aggiornamenti di Plugin, ma anche questi devono essere impostati prima e poi monitorati. Quindi dovreste mettere da parte alcuni minuti o ore - a seconda della complessità e delle dimensioni del vostro sito web - per queste cose fin dall'inizio. Può essere divertente però, quindi non dovrebbe spaventarvi fin dall'inizio.

Con Wix, è un po' diverso: ogni volta che fai un cambiamento, per esempio, viene creata una revisione del tuo sito web. Così puoi tornare alla vecchia versione con un clic se non ti piace qualcosa nel modo in cui l'hai immaginato. Inoltre, Wix si occupa del server e della sua configurazione - qui non hai nessuna voce in capitolo, ergo nessuna responsabilità per la sicurezza o la funzionalità.

Inoltre, Wix ha un supporto 24 ore su 24, quindi puoi sempre consultare il servizio clienti. Questo non è disponibile su WordPress , dove si deve ricorrere a forum o programmatori, che costano tempo o denaro. 

Costi: Quanto costano in pratica WordPress e Wix?

Wix offre una variante gratuita, ma è davvero adatto solo per i più piccoli siti web privati. Il motivo: mostra annunci per Wix e il tuo dominio è yourname.wix.com. Naturalmente, questo sembra tutt'altro che professionale e non dovrebbe essere usato in nessun business.

Con i piani premium, Wix distingue tra siti web o blog normali e siti web o negozi di e-commerce. I normali siti web o blog costano da 5 euro al mese (ma sempre con la pubblicità di Wix, ma almeno con il proprio dominio). Senza la pubblicità di Wix devi pianificare 10 euro, 15 euro e un massimo di 29 euro al mese.

Le differenze sono principalmente nello spazio di archiviazione, dove i 3 GB nel pacchetto più piccolo per 10 euro dovrebbero già essere sufficienti per la maggior parte dei siti web. Tuttavia, se hai bisogno di statistiche e analisi, devi passare al pacchetto da 15 euro. Il pacchetto più costoso include anche un logo professionale per il sito web e i tuoi canali di social media.

I siti web e i negozi di e-commerce costano a partire da 20 euro al mese. Se vuoi di più, per esempio abbonamenti, più prodotti, valutazioni o valute diverse, devi pagare da 30 a 41 euro al mese. A proposito: i numeri storti sono dovuti alla conversione di valuta.

Prezzi WIX
Costi del sito Wix per e-commerce e negozi

Con questi prezzi, Wix è in una fascia di prezzo simile a quella del concorrente Squarespace. Da un lato, questo è un bene, ma d'altra parte, Squarespace segna in molte aree che sono ancora espandibili a Wix. Ne parleremo più tardi.

A differenza di Wix,WordPress è fondamentalmente gratuito e open source. Tuttavia, ci sono ovviamente dei costi per il dominio, l'hosting e l'eventuale premium Plugins o premium Themes , se ne hai bisogno. Ma questi sono, come già detto, spesso un acquisto una tantum da avere e ammortizzare nel tempo in contrasto con l'abbonamento Wix. Con WordPress è di conseguenza molto più facile spendere poco denaro in tempi difficili che con Wix. Qui sei sempre legati ai costi fissi mensili.

L'elefante nella stanza: la disputa in corso tra WordPress e Wix

Nell'industria dei CMS, c'è stata una disputa in corso tra WordPress e il tuo inventore Matt Mullenweg e Wix per anni. Mullenweg non nasconde la sua opinione su Wix e Wix sta cercando di fare in modo che nulla cambi nel prossimo futuro.

Nel 2016, Mullenweg ha accusato Wix nel tuo blog di aver rubato il codice per l'app Wix mobile da WordPress e di aver tiolato i termini di licenza. Questo ha già provocato una disputa che è stata portata avanti attraverso lettere pubbliche e post sul blog.

WordPress & Wix

Recentemente, un nuovo round è stato introdotto quando Wix ha lanciato una campagna di marketing attaccando WordPress in modo abbastanza aggressivo tramite annunci video. Queste clip mostrano una sessione di terapia in cui WordPress è ritratto come un uomo confuso. È difficile descrivere quanto siano bizzarri questi annunci, quindi è meglio vedere di persona.

Per Matt Mullenweg, questa forma di attacco è facile da contrastare: Mentre WordPress è open source e gratuito, Wix è una società quotata in borsa e quindi a scopo di lucro che, secondo Mullenweg, costringe i tuoi utenti: all'interno per rimanere sulla piattaforma attraverso una funzione di esportazione mancante. Inoltre, agli utenti di Wix vengono negati i rimborsi, ha detto Mullenweg. Lo chiama"Wix e i loro sporchi trucchi" nel tuo blog. 

Dato che Wix non offre ancora una funzione di esportazione verso WordPress e non sembra che la situazione si attenuerà dopo il dramma tra Mullenweg e Wix, devi essere consapevole che il passaggio è molto complicato. Quindi, nella migliore delle ipotesi, dovreste decidere su un sito web all'inizio e poi rimanere fedeli a quella decisione nel lungo periodo. Dato che Wix più o meno ti tiene intrappolato nel tuo sistema, dovresti pensare due volte se ha senso per te.

Pensieri finali

Quindi qual è il risultato della battaglia tra WordPress e Wix? Come già descritto sopra, entrambi i sistemi - sistema aperto di gestione dei contenuti e costruttore di siti web - hanno il diritto di esistere. Tra i CMS aperti, solo WordPress viene in discussione come il top dog con la più grande comunità di sviluppatori e una selezione gigantesca di Themes e Plugins.

I kit per la costruzione di siti web, d'altra parte, sono abbondanti: Se vuoi costruire un negozio, puoi usare Shopify; per blog e siti web, c'è Joomla, Squarespace, e un zilione di altre opzioni oltre a Wix. Allora, cosa distingue Wix? Qui è dove diventa sottile, purtroppo. Mentre Wix può segnare punti rispetto a WordPress con la semplicità, la convenienza e un bel sistema di blocchi di costruzione, non si presenta molto bene all'interno dei blocchi di costruzione di siti web.

Il mercato delle app è molto piccolo, i prezzi dei pacchetti premium sono solo alla pari con la concorrenza, i pacchetti gratuiti sono praticamente poco interessanti per tutti a causa della fastidiosa pubblicità di Wix e la funzione di esportazione mancante rende difficile passare ad altri sistemi e ti ricorda una prigione una volta che hai catturato i tuoi utenti.

Inoltre, Wix è ovviamente orientato al profitto (come altri sistemi di kit di costruzione, tra l'altro), è sotto l'osservazione degli analisti a causa dell'IPO e deve soddisfare le aspettative degli investitori. Quindi ci deve essere fatturato e profitto - da parte degli utenti. O in tedesco: Wix deve guadagnare molti soldi a breve, medio e lungo termine.

Naturalmente, questo limita la gestione di un'azienda nelle sue decisioni e fa sì che, oltre alla massimizzazione del profitto, gli utenti possano essere rapidamente dimenticati. Naturalmente, WordPress non ha questo problema. Non per niente Wix attacca così duramente il leader del mercato con le sue campagne video, che sono considerate goffe nel mondo del marketing.

C'è poco da guadagnare dagli altri kit di costruzione di siti web, l'unica cosa che aiuta è il club "A WordPress devi fare gli aggiornamenti e i backup da solo". Un commentatore di YouTube lo ha descritto bene sotto uno dei video della campagna: "A tutti i marketer e gli influencer là fuori: questo è ciò che sembra la sconfitta. Imparate dagli errori di Wix".

Conclusione: WordPress Hosting vs. Wix

Se sei attualmente di fronte alla questione di quale sistema volete usare per costruire il vostro nuovo sito web, blog o negozio, dovreste prendere in considerazione tutto questo. Altrimenti: WordPress segna con la libertà e l'abbondanza di possibilità, ma ha anche bisogno di tempo e dedizione per funzionare in modo costantemente sicuro e performante. Una volta che hai padroneggiato la curva di apprendimento inizialmente ripida, vi divertirete con il CMS aperto. 

Wix segna con la semplicità e la convenienza, una grande selezione di modelli di design, un fantasioso costruttore di siti web á la Elementor e ti guida in percorsi predefiniti - che ha vantaggi e svantaggi. Inoltre, Wix si prende cura di molti compiti, per lo più fastidiosi, come i backup o gli aggiornamenti. Ma ci sono anche altri costruttori che fanno lo stesso, ma offrono più Plugins e possibilità di personalizzazione. A questo proposito, dovresti informarti bene prima di aprire un sito web con un costruttore di siti web (indipendentemente dal fornitore).

Ci sono altre domande?

Hai altre domande o suggerimenti su WordPress o Wix? Ci piacerebbe sentire i tuoi commenti! Sei interessato a WordPress, web design, marketing online e altro? Poi segui Raidboxes su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.