Cos'è una Content Delivery Network (CDN)? E quando è davvero utile?

Matthias Held Ultimo aggiornamento 03.11.2020
7 Min.
Ultimo aggiornamento 03.11.2020

Hai un sito web, un negozio online o un blog e ricevi sempre più attenzione e visitatori da tutto il mondo? Ottimo, allora hai già fatto alcune cose giuste. Ma cosa succede se noti in Google Analytics che i tuoi più grandi fan e visitatori vengono dalla Nuova Zelanda, anche se la tua sede è a Berlino o Londra? È qui che entra in gioco un CDN.

Nel mare delle innumerevoli "tendenze" digitali, è difficile far sì che i tuoi clienti siano entusiasti di te e si distinguano dalla concorrenza. Naturalmente, come persona esperta di business, sai che la fidelizzazione dei clienti è la chiave del successo - e la chiave per la fidelizzazione dei clienti è una buona esperienza utente! 

Uno studio di Google giunge alla seguente conclusione: "[...] un ritardo di un secondo nei tempi di caricamento dei cellulari può avere un impatto sui tassi di conversione fino al 20%". Un altro studio di Google, che ha testato oltre 900.000 siti web mobili di varie dimensioni, mostra un tempo medio di caricamento di 22 secondi sui dispositivi mobili. È un tempo dannatamente lungo per far aspettare i vostri utenti.

Quindi il primo passo è quello di ottimizzare il tuo sito web e il tuo contenuto. Se non sei sicuro di come ottimizzare il tuo WordPress , prima controlla il nostro articolo sui 10 migliori tweak di ottimizzazione delle prestazioni.

Il tuo sito è ora ottimizzato fino all'ultima linea di codice eppure i tuoi tempi di caricamento lasciano ancora a desiderare? Molto probabilmente la latenza è il colpevole.

La metrica "latenza" indica il tempo che i dati impiegano per essere inviati dal punto A al punto B. Diciamo che stiamo inviando il nostro sito web a un utente nella stessa città - in questo caso la latenza sarà abbastanza bassa perché la distanza che i dati devono percorrere è breve.

Cos'è una Content Delivery Network (CDN)? E quando è davvero utile?

Tuttavia, se aumentiamo questa distanza, allora il tempo necessario per inviare questi dati dal punto A al punto B diventa molto più lungo. 

Cos'è una Content Delivery Network (CDN)? E quando è davvero utile?

Quindi come possiamo rendere il nostro sito web ancora più veloce per i visitatori? Un metodo popolare è quello di utilizzare un CDN - che è un acronimo per "Content Delivery Network". Quindi, ora parliamo di cosa significa esattamente e di come può aiutarvi.

Cos'è una CDN? 

In primo luogo, permettetemi di scomporre le tre sezioni del termine "content delivery network": 

  • Contenuto: I dati che fornisci ai visitatori del tuo sito web (pagina web, video, immagine, ecc.)  
  • Consegna: come questi dati vengono recuperati dall'utente
  • Rete: I luoghi in cui i suoi dati sono conservati in un dato momento.

Content Delivery Network è fondamentalmente un termine ombrello per un insieme di server in luoghi diversi chiamati PoP (Points of Presence). In genere, questi si trovano in diversi paesi del mondo. Queste sedi sono posizionate strategicamente per essere più vicine a una base di utenti più ampia. Nei paesi più grandi come la Russia e il Brasile, ci sono anche CDN regionali e nazionali (R/N) a causa delle loro dimensioni.

Punto di presenza CDN

I server che si trovano in giro per il mondo sono chiamati proxy server o edge server e vi immagazzinano i vostri dati (questo può essere ottimizzato per mettere in cache solo il contenuto più richiesto se il vostro database è molto grande). 

Cos'è una Content Delivery Network (CDN)? E quando è davvero utile?

Quando gli utenti si connettono al tuo sito web, vengono reindirizzati al server più vicino con i dati della cache. Quando l'utente richiede dei dati che non sono ancora nella cache, il server proxy richiede al vostro server di origine di consegnare i dati richiesti.  

Cos'è una Content Delivery Network (CDN)? E quando è davvero utile?

Puoi controllare come il CDN memorizza i tuoi dati impostando le regole di caching. A seconda del servizio CDN che usi, ci sono diversi modi per implementare questo. 

Il risultato è un enorme vantaggio per l'utente finale. Soprattutto in termini di velocità di caricamento dei contenuti, grazie alla minore latenza dei dati e al maggiore uptime. Questo perché il numero di utenti che si connettono a un singolo server è ora distribuito a livello regionale. 

Ho bisogno di una rete di consegna dei contenuti?

Il vantaggio principale dell'uso di un CDN è che puoi rendere i tuoi dati disponibili agli utenti più velocemente e in modo più affidabile. Ma devi considerare prima di tutto il tuo pubblico e la tua base di clienti. Guardiamo due esempi diversi: 

Esempio #1: negozio di fiori

È probabile che la base di clienti del negozio di fiori sia per lo più regionale. E a meno che il negozio non stia ricevendo uno shoutout da una Kardashian, possiamo supporre che il traffico di rete (il numero di persone che vedono il sito web in un dato momento) sia piuttosto basso. Anche se includiamo l'occasionale visitatore del sito web da oltreoceano che potrebbe avere intenzione di comprare fiori in vacanza.

Questo tipo di sito non vedrebbe un miglioramento massiccio usando un CDN - i tempi di caricamento locali sono abbastanza veloci (a meno che il tuo server di hosting non sia dall'altra parte del pianeta). E possiamo probabilmente supporre che il romantico vacanziere d'oltremare sia abbastanza tollerante delle poche centinaia di millisecondi in più di tempo di caricamento.

Esempio #2: servizio di streaming video

D'altra parte, un servizio di streaming video ha: 

  • Utenti in più paesi
  • Una grande base di utenti
  • Molto probabilmente file di grandi dimensioni che vengono trasmessi in streaming
  • Decine di piattaforme concorrenti, il che rende l'esperienza dell'utente ancora più importante per la fedeltà del cliente

Per questo tipo di servizio, l'uso di una CDN porterebbe grandi vantaggi, poiché tutti i fattori di cui sopra potrebbero influenzare la capacità del server di hosting di inviare dati all'utente. Ecco perché: 

  • Gli utenti che sono più lontani dal server host hanno tempi di attesa più lunghi, semplicemente perché i dati devono percorrere una distanza maggiore. 
  • Man mano che sempre più persone cercano di arrivare al tuo contenuto, il server può finire per esaurire le risorse (potenza di elaborazione) per rimandare quei dati ai tuoi utenti. Questo è anche conosciuto come "collo di bottiglia".
  • Le richieste persistenti del servizio di streaming al server, possono quindi causare un crash - questo è chiamato downtime. 

Quindi, come potrebbe un CDN aiutare i vostri server a funzionare meglio? 

Velocità - Come un CDN può migliorare il tempo di caricamento

In primo luogo, il CDN di vostra scelta avrebbe server in diverse regioni, il che significa che i vostri visitatori possono accedere al server che è più vicino a loro. Questo aiuterebbe la velocità di caricamento. 

A seconda della configurazione del tuo CDN, potresti voler mettere in cache solo i file più frequentemente richiesti. Questo è molto utile se il tuo sito web è molto grande, in quanto può ridurre i costi del centro dati. 

Distribuzione - Come un CDN migliora l'uptime

Dato che ora avete una varietà di server in tutto il mondo, i visitatori del vostro sito si collegheranno al server che è più vicino a loro. 

Questo significa che invece di 10 milioni di visitatori in 10 paesi che cercano tutti di connettersi a un centro dati, ora avete 10 server che possono gestire, diciamo, un milione di visitatori ciascuno. Questi server sono chiamati edge server (le versioni proxy del vostro server host), e questa soluzione è chiamata "load balancing".

Sicurezza - Come un CDN migliora la sicurezza

I siti web (di solito i siti più grandi e popolari) possono cadere vittima di un attacco DDOS ( Distributed Denial of Service). Questo si verifica quando il tuo server è sovraccarico di traffico di rete che impedisce agli altri utenti di contattare il tuo sito web.  

I CDN possono aiutare con alcuni aspetti di un attacco DDOS, ma ovviamente non sono una cura miracolosa:

PRO:

  • La CDN può reindirizzare una grande quantità di traffico di rete distribuendolo a diversi PoP (Points of Presence). Questo significa che il server di origine non è sovraccarico e non è probabile che provochi un guasto. 

CONS: 

  • Le CDN non sono altro che versioni in cache del tuo server di origine. Quindi, se il vostro server di origine cade vittima di un attacco DDOS, potreste non essere in grado di accedere ai dati che non sono ancora nella cache del vostro CDN. 
  • In alcuni sofisticati attacchi DDOS, l'attaccante userà effettivamente il CDN per far fallire il server di origine. Questo viene fatto inducendo il CDN a fare richieste multiple al server di origine, che poi lo mettono in ginocchio.

In questo caso, è bene ricordare che una CDN è una "content delivery network" e non una difesa di rete.

Come posso ottenere un CDN per il mio sito web?

Ok, ora sei convinto che hai bisogno di un CDN. Ma questo significa che ora devi ospitare i tuoi dati in più luoghi e pagare una fortuna per questo? 

Le CDN esistono da molto tempo - dagli anni 1990, per essere esatti. Ma come per la maggior parte delle tecnologie, il costo era inizialmente piuttosto alto. Fortunatamente, questo è cambiato da allora e le opzioni per implementare i CDN sono ora accessibili e non più stregoneria.

Ci sono vari fornitori che si sono specializzati in CDN. L'integrazione è poi di solito fatta tramite voci di nameserver (che raccomandiamo anche noi) o a volte tramite WordPress -Plugins. Tra i fornitori più popolari ci sono:                                                

Se volete usare queste soluzioni, dovete ancora fare alcune configurazioni per definire le regole di caching del CDN. In molti casi, il tuo hoster può supportarti con documentazione e consigli appropriati - o il CDN è già integrato nell'offerta di hosting. Anche RAIDBOXES avrà presto la sua funzione CDN, che si può aspettare. 

Conclusione

Un Content Delivery Network è uno strumento nell'ecosistema internet che ha il potere di far arrivare i nostri contenuti all'utente finale in modo più veloce e affidabile. Alcuni siti web beneficeranno dei CDN, altri no. È importante ricordare che un CDN dovrebbe essere usato solo in combinazione con una buona ottimizzazione e misure di sicurezza per ottenere il massimo per i visitatori del tuo sito web. 

Ha qualche domanda?

Usate un CDN? E quali sono le vostre esperienze con esso? Sentitevi liberi di lasciare un commento o di contattare direttamente il nostro team di supporto con domande specifiche.

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.