Protezione contro gli Brute Forceattacchi: Il Protettore di accesso RB

2 Min.
rb login protector
Ultimo aggiornamento il 17/08/2020

Protezione efficace contro WordPress Bruto Attacchi di forza e non autorizzati Tentativi di accesso - dvi offre la nostra nuova funzione, il RAIDBOXES Login Protettore. Vi mostriamo dove trovare la funzione di sicurezza nella RB-dashboard e come impostarla correttamente.

Brute Force Gli attacchi sono di gran lunga il tipo di attacco più comune nei WordPress siti. I bot tentano automaticamente didashboard accedere al tuo WordPress account e utilizzano centinaia o migliaia di dati di accesso e password rubati.

Nel peggiore dei casi, gli hacker possono accedere al vostro WordPress sito - nel migliore dei casi, questi tentativi di login creano un carico molto elevato sul vostro sito. L'RB Login Protector previene questi attacchi. Fondamentalmente utilizza uno dei diversi meccanismi Plugins conosciuti: Limit Login Attempts (LLA).

Ed è così che funziona RB Login Protector

L'RB Login Protector è posizionato davanti all'area di login del WP e agli indirizzi IP delle "blacklist" che tentano ripetutamente di accedere con dati di login non corretti.

Nelle vostre BOX impostazioni potete definire esattamente dopo quanti tentativi di login questo blocco dovrebbe avere effetto e per quanto tempo i rispettivi IP sono bloccati.

Protezione contro gli Brute Forceattacchi: Il Protettore di accesso RB

Impostazione corretta di RB Login Protector

Potete trovare il Protettore di accesso RB nelle vostre BOX impostazioni nel sottomenu Sicurezza.

Protezione contro gli Brute Forceattacchi: Il Protettore di accesso RB

La panoramica degli IP bloccati (freccia a discesa)

Con i tasti in alto è possibile visualizzare tutti gli indirizzi IP bloccati e azzerare il contatore dei tentativi. Questo cancellerà completamente la lista nera e tutti gli IP potranno ricominciare i tentativi di login. Se si desidera sbloccare solo singoli indirizzi IP, selezionarli nell'elenco e azzerare il contatore.

Impostazioni

Qui è possibile impostare esattamente quanti tentativi falliti sono consentiti prima che un IP venga bloccato e per quanto tempo gli IP bloccati devono essere bloccati.

Whitelist

Oltre alle regole di blocco, è possibile definire anche una whitelist. Gli indirizzi IP che si trovano in questa lista non saranno mai inseriti nella lista nera.

Notifiche

Potete anche essere informati per e-mail su tutte le serrature.

Nota bene: gliBrute Force attacchi sono molto comuni. È quindi possibile che riceviate molte e-mail tramite questa funzione di notifica.

Brute Force Disattivare la protezione?

L'emissione di RB Login Protector è un grosso rischio per la sicurezza perché il nostro server non monitora la pagina di login della vostra WordPress installazione e gli Brute Force attacchi sono più facili da gestire. Quindi siate sicuri che dovete assolutamente spegnerlo.

Accesso diretto con il Single Sign-on

Nel caso in cui RB Login Protector dovesse mai bloccare il proprio IP, è possibile utilizzare l'opzione Single Sign-on (SSO) Continua ad accedere al tuoWordPress . Questa funzione è stata progettata per consentire sia una password sicura e complessa, sia un semplice login al WordPress backend della vostra pagina (o delle vostre pagine).

Una password forte e sicura è essenziale per la sicurezza del tuo WordPress sito. I criteri per una password forte (lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali, lunghezza minima di 7 caratteri, ecc.) possono rendere difficile per gli aggressori l'inserimento di una password valida durante il login. Con questoSingle Sign-on , l'utilizzo di password complicate e soprattutto sicure non è più un problema. Come potete usare questo, vi spieghiamo in questo articolo Helpcenter.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.