Gamification nel web design: più successo e motivazione grazie al fattore divertimento

8 Min.
Gamification nel web design: più divertimento, più successo

Tutti conosciamo i badge, le ricompense e simili. Ma cosa significa gamification e cosa non significa? Quali elementi di gamification puoi usare sul tuo sito web? Cosa bisogna tenere a mente? E quali esempi di successo di gamification si possono trovare sul web?

Cosa significa gamification?

Erroneamente, persiste il mito che tutto può essere gamificato. Tuttavia, i badge colorati e le ricompense che lampeggiano costantemente non si adattano a tutti i marchi e al gruppo target.

La gamification - come tutto il resto sul tuo sito web - deve adattarsi all'identità aziendale di una società. Naturalmente, gli elementi gamificati possono consistere in badge e premi. Ma ci sono innumerevoli altri modi per integrare con successo la gamification sul tuo sito web.

La gamification è strettamente legata al design dell'esperienza utente: se si usa la gamification, non deve necessariamente essere visivamente evidente. La gamification va intesa piuttosto come un concetto. O come una strategia in cui analizziamo i processi esistenti e li rendiamo più attraenti per gli utenti aggiungendo meccaniche di gioco.

Come funziona la gamification?

La gamification è un derivato del game design. È importante che i giocatori rimangano impegnati e non perdano interesse - o che il loro interesse sia suscitato dalla gamification. Per dirla in modo semplice: chi gioca di solito si diverte e dimentica persino il tempo. Raph Koster approfondisce questo argomento nel suo libro"Theory of Fun for Game Design".

L'obiettivo della gamification è semplice: presentare i processi in un modo che li rende divertenti da eseguire e motiva i vostri utenti a continuare. O almeno suscitare in loro una certa curiosità. Notate, tuttavia, che di solito non è utile tenere il vostro gruppo target occupato per ore.

Il designer di prodotti Nir Eyal scrive nel suo libro"Hooked: How to Build Habit-Forming Products" sul cosiddetto Habit Loop. La teoria che c'è dietro: I processi dovrebbero essere divertenti e non visti solo come un compito. Secondo Nir Eyal, passiamo più del 40% del nostro tempo eseguendo processi ricorrenti. Pertanto, cercate di trasformare i processi sul vostro sito web in abitudini piacevoli.

Per illustrare questo, Nir Eyal ha diviso l'Habit Loop in quattro passi:

Gamification in Web Design Best Practices
I quattro passi dell'Habit Loop

Trigger

I trigger sono e-mail, notifiche o call-to-action sul tuo sito web. Le domande chiave sono: Cosa porta la persona al tuo prodotto? E cosa vuole veramente la persona? Cerca sempre di capire cosa vuole il tuo gruppo target in ogni momento.

Azione

L'azione è l'azione eseguita. Questo può essere semplice, come un login o un'iscrizione. O azioni più complesse come la raccolta di like o l'aggiunta alla lista dei preferiti. La domanda è: qual è il comportamento più semplice in previsione di una ricompensa?

Ricompensa variabile

Le ricompense variabili possono essere ricompense classiche, ma non devono esserlo per forza. Tutto ciò che aggiunge valore al tuo pubblico può essere confezionato come ricompensa. Per esempio, se si forniscono informazioni qualitative. Fatevi sempre la seguente domanda: la ricompensa è soddisfacente? ti fa desiderare di più?

Investimento

Più qualcuno ha investito, meno questa persona vuole rinunciare a ciò che ha investito. Un semplice esempio: un utente ha diverse schede su Pinterest creato. Probabilmente manterrà il suo account e continuerà ad usarlo in futuro. Pinterest preferiscono una piattaforma simile. La domanda centrale di questa fase: cosa si fa per aumentare la probabilità di un ritorno?

Gamification in Web Design Best Practices
Habiticas è tutta una questione di formazione di abitudini.

Troviamo un modello psicologico simile con le forme: Se una persona ha già investito del tempo nella compilazione del modulo, è meno probabile che abbandoni il processo. Ecco perché spesso troviamo i dettagli del pagamento solo nell'ultimo passo di un modulo.

Elementi di gamification usati frequentemente nel web design

Progresso

È importante che si mostri il progresso. Gli utenti di solito vogliono raggiungere un certo obiettivo. Gli strumenti di gestione dei progetti come Asana utilizzano questi elementi:

Gamification in Web Design Best Practices
Se completi un certo numero di compiti Asana, un unicorno vola sullo schermo.

Gli anticipi sono anche spesso utilizzati quando un programma/sito web ha nuove caratteristiche che gli utenti non conoscono ancora. In questo modo, gli utenti imparano le ultime caratteristiche rapidamente e facilmente - come nell'esempio di WordPress Block Editor:

Gamification in Web Design Best Practices
Un onboarding di successo per il WordPress Block Editor

Spesso gli elementi di onboarding sono strettamente legati alle ricompense. Su LinkedIn per esempio, i membri sono ricompensati per aver completato il loro profilo con feed rilevanti:

Gamification in Web Design Best Practices
Con profili completi guarda LinkedIn più autentico e aiuta i membri a fare rete in modo più mirato.

Regole del gioco

Questo non significa necessariamente le regole del gioco come le conosciamo dai giochi di società. Piuttosto, sono condizioni che gli utenti conoscono. Per esempio, quali azioni devono compiere per ricevere certe ricompense. 

È importante che le vostre regole siano coerenti. Altrimenti, gli utenti perderanno fiducia e il tuo sito web perderà credibilità.

Flaticon fornisce qui un esempio: il compito burocratico di accreditare è allentato e premiato allo stesso tempo. Se copi il link, l'illustrazione cambia e il T-Rex può bere il suo caffè. Ci sono varie illustrazioni, quindi gli utenti devono scaricare alcune icone prima che la noia sopraggiunga.

Gamification in Web Design Best Practices
La gamification allenta i processi sgradevoli.

Concorso

Le competizioni tra gli utenti possono aumentare la partecipazione e la durata del prodotto e fornire varietà e incentivi. Anche gli aspetti sociali giocano un ruolo qui. Come utente, non ti senti più solo, ma parte di un tutto.

Aspetti sociali

L'opportunità di dare contributi individuali può essere resa più attraente attraverso elementi di gamification. Facebook usa elementi di gamificazione in una varietà di modi. Come utente:in, puoi scrivere post o commentare quelli degli altri. E si viene premiati con diversi titoli a seconda della propria attività.

Gamification in Web Design Best Practices
Anche Facebook si affida alla gamification.

Cosa si dovrebbe evitare

Sistemi di punti inappropriati

Quando si integra una strategia di gamification, assicurarsi che i sistemi di punti siano usati solo quando hanno senso e offrono un valore aggiunto. 

Spesso, i punti sono sotto- o sovra-qualificati: se sono sotto-qualificati, perdono significato e il continuo lampeggiare dei punti appena ottenuti può portare alla frustrazione. Idealmente, vuoi che la gamification faccia godere i tuoi utenti della loro visita al tuo sito web. E che dimenticano il tempo. Se una notifica lampeggia costantemente - il che è anche secondario - stai costantemente portando i tuoi utenti fuori dal loro flusso.

I punti sovraqualificati ottengono un valore più alto di quello che era previsto per loro. Questo porta ad una maggiore domanda. Può anche contribuire a far sì che più utenti siano disposti a barare o a violare il sistema per ottenere punti.

Ricompense inappropriate

Le ricompense che appaiono in momenti inappropriati possono avere un impatto negativo sulla motivazione dei tuoi visitatori. Pertanto, pensate attentamente a come, perché e quando usate le ricompense.

Comunicazione inappropriata

Come già detto, la vostra strategia di gamification dovrebbe adattarsi al vostro gruppo target e alla vostra azienda. Molti utenti si sentono poco stimolati se si usano troppi elementi di gamification infantili.

Altri esempi di gamification sul web

Imparare attraverso il gioco

Specialmente nell'educazione, gli elementi di gamification sono spesso usati. L'età del gruppo target non è decisiva per il momento. Con l'aiuto di mini-giochi o di elementi di gamification, i contenuti ricorrenti possono essere consolidati e nuovi contenuti possono essere appresi. 

Un'altra caratteristica speciale dei giochi è che gli utenti possono tranquillamente testare diverse opzioni e tornare al punto di partenza se falliscono. Imparano quali conseguenze possono avere certe azioni senza sperimentare un danno reale.

Google ha sviluppato il gioco Be Internet Awesome per i suoi utenti più giovani. Gli utenti sono messi di fronte a varie situazioni quotidiane dal World Wide Web e imparano a prendere le decisioni giuste.

Gamification in Web Design Best Practices

Mini-giochi

I minigiochi sono spesso usati per scopi di marketing. L'attenzione qui è sul fattore divertimento e sorpresa. L'obiettivo è quello di far uscire gli utenti dalla loro routine quotidiana. I minigiochi sono spesso utilizzati per trasmettere informazioni aggiuntive.

Gamification in Web Design Best Practices
Ueno usa un gioco di ruolo per il reclutamento. Se si gioca fino alla fine, si arriva agli annunci di lavoro.
Gamification in Web Design Best Practices
Karl Lagerfeld ha fatto costruire appositamente una versione del classico Pac Man.
Gamification in Web Design Best Practices
L'Occitane attira l'attenzione sui suoi prodotti con l'aiuto di un mini-gioco.

Alcuni programmi di fedeltà funzionano in modo simile: per esempio, il Monopoly di McDonald e la drogheria da collezione di Lidl. Qui ci sono regole del gioco, investimenti, ricompense corrispondenti e motivazioni.

Storytelling

Un modo impressionante di usare la gamification e i giochi è quello di visualizzare le storie: Storytelling. A differenza delle parole scritte, tu coinvolgi i tuoi lettori emotivamente nella storia.

Gamification in Web Design Best Practices
PlaySpent dà uno sguardo alla vita di un cittadino che ha perso il suo lavoro. 
Gamification in Web Design Best Practices
Going Home è la storia romanzata di un piccolo robot.
Gamification in Web Design Best Practices
Margarete racconta la storia di una vittima dell'Olocausto.
Gamification in Web Design Best Practices
Moments è una collezione di minigiochi.

Elementi visivi

I seguenti esempi hanno pochi elementi di gamification. Sono visivamente progettati per ricordare i giochi. Puoi usare questo per diversi effetti: per presentare il tuo marchio in modo giocoso o per fare appello a certe generazioni di utenti attraverso la nostalgia.

Gamification in Web Design Best Practices
Il sito web di Teatr Lalka è strutturato come un teatro di marionette.
Gamification in Web Design Best Practices
Robbi Leonardi presenta il suo curriculum vitae in modo interattivo e suscita curiosità per un viaggio di scoperta.
Gamification in Web Design Best Practices
Il sito di Mariano Pascual funziona in modo simile.

Gamification e WordPress

Ora hai imparato alcuni concetti di gamification che puoi integrare nel tuo sito web. Inoltre, ci sono WordPress strumenti che possono aiutare a integrare i badge. Per esempio, la gamification WordPress Plugin BadgeOS. Divertitevi a provarlo!

Ulteriore materiale di lettura

Le tue domande sulla gamification nel web design

Quali domande hai sulla gamification nel web design? Aspettiamo i vostri commenti. Sei interessato a temi attuali riguardanti il web design e lo sviluppo? Poi segui RAIDBOXES su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Dopo aver studiato Game Design e scrittura creativa, si è specializzata nel web e app designe e nel loro sviluppo. La sua attenzione è rivolta alla gamification e al capire la motivazione e l'esperienza dell'utente, insieme alla passione e alla curiosità per i trend tecnologici.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.