Marketing in Livestream

Livestream Marketing: a chi è rivolto e come implementarlo

Con i livestream potete mostrare il vostro lato umano ed entrare in conversazione con i vostri clienti. Se volete farlo davvero bene, però, non dovete sottovalutare l'impegno che comporta. In questo articolo vi mostro come utilizzare il livestream marketing e come iniziare.

Gli ostacoli tecnici per il livestreaming sono ormai molto ridotti: fa parte dell'offerta di molte piattaforme di social media come Facebook, Instagram o LinkedIn. Pertanto, la domanda principale da porsi è: ne vale la pena?

Perché anche se iniziate in fretta, alla fine vi costerà tempo. Questo vale soprattutto se le richieste aumentano e si vuole che a un certo punto non sia solo un'azione spontanea.

Cosa parla a favore del livestreaming?

Alcuni di noi ricorderanno il Cluetrain Manifesto del 1999, la sua profetica prima tesi: "I mercati sono conversazioni". È incredibile quanto ciò si sia avverato. Fondamentalmente, i social media nel loro complesso possono essere derivati da esso, molti anni prima che Facebook & Co iniziassero la loro marcia trionfale.

Il livestreaming è una conferma particolarmente azzeccata di questa previsione, perché qui si può letteralmente conversare con gli altri. In questo modo potrete conoscere meglio la vostra (potenziale) clientela. I livestream, piuttosto grezzi, possono anche essere un cambiamento gradito e simpatico rispetto al mondo del marketing finto, spesso perfettamente messo in scena.

Campione di marketing Livestream
Esempio da vidIQ: test in diretta dei canali YouTube

La voce individuale può (e deve) diventare chiara nel livestreaming. Soprattutto se si è un libero professionista o un'agenzia più piccola, si guadagnano punti in questo caso perché si è la voce del proprio marchio e non si deve affrontare la fatica di trovarla come un'azienda più grande. Si veda il mio articolo Brand Voice: una voce individuale per il vostro marketing.

Questo vi fa apparire accessibili e tangibili e non come un marchio a volte astratto. Questo è un elemento fondamentale per creare un rapporto di fiducia e di apprezzamento con i vostri potenziali clienti, un elemento importante nel content marketing, ma anche al di là di esso.

Cosa si oppone al live streaming?

Anche se l'ostacolo tecnico del livestreaming è minimo, non bisogna sottovalutare il tempo necessario. Da un lato, i video dal vivo possono essere realizzati più rapidamente rispetto a quelli registrati perché, tra l'altro, si eliminano i tempi e gli sforzi necessari per il montaggio. D'altro canto, però, bisogna dedicare più tempo alla preparazione e alla realizzazione: Se non avete un buon piano di ciò che volete fare durante il vostro livestream, nessuno vorrà guardarvi.

Inoltre, non tutti gli argomenti e tutti i gruppi target sono adatti al livestreaming. In parole povere, il formato è spesso più apprezzato dagli spettatori più giovani, ad esempio, perché sono più abituati. Un gruppo target più anziano potrebbe non essere in grado di utilizzarlo così tanto, per cui dipende dalla vostra implementazione.

E i livestream hanno lo svantaggio che gli spettatori devono avere tempo per partecipare. Di solito, quindi, hanno una portata minore rispetto ai video registrati, che possono raccogliere più visualizzazioni nel corso di mesi o addirittura anni, a seconda dell'argomento.

In definitiva, l'importante è che ne abbiate voglia. Perché se lo fate, è più probabile che vi vengano in mente idee che si rivolgono al vostro gruppo target. Ed è questo che conta alla fine. Inoltre, è più divertente guardare quando ci si diverte a propria volta!

Cosa si può fare con il livestreaming?

C'è una regola di base: si dovrebbe offrire un livestream solo se si intende utilizzare le caratteristiche speciali di questo formato. In primo luogo, l'interazione con il pubblico.

Se invece volete fare un monologo di dieci minuti, è meglio registrarlo in anticipo. In questo modo potrete perfezionarlo e arrivare al punto. La qualità audio e video di un live stream è quasi sempre inferiore per motivi tecnici. Alcuni esempi e suggerimenti per voi:

Guardare oltre la spalla

Sono molto diffusi i livestream, in cui gli spettatori guardano virtualmente alle spalle di qualcuno. In questo modo potreste dimostrare concretamente qualcosa. Assicuratevi di sapere cosa volete mostrare e come funziona. L'ideale sarebbe prendersi il tempo di esaminarlo in modo approssimativo senza un pubblico. L'aspetto positivo di questo formato è che anche se non c'è un feedback da parte del pubblico, avete qualcosa da fare. Non ci sono tempi morti.

"Chiedimi qualsiasi cosa"

Si tratta di uno spettacolo di domande e risposte sul vostro argomento. Si tratta di un ambito molto ampio e potreste ricevere domande sulla vostra carriera, sui vostri strumenti preferiti o domande tecniche sul vostro lavoro. Più ristretto dal punto di vista tematico sarebbe uno "speaking hour" sul vostro settore di competenza, che offrite regolarmente e che è chiaramente rivolto al vostro gruppo target auspicato.

Potete raccogliere in anticipo le domande adatte chiedendo ai vostri follower sui social media o ai lettori della vostra newsletter. Oppure potete pensare a cosa vi viene chiesto spesso e a quali domande vorreste rispondere. Soprattutto all'inizio, non si può dare per scontato di avere un pubblico numeroso e attivo dal vivo. Se non arrivano altre domande durante il flusso, avete ancora del materiale.

Sito web Clinica

Come sviluppatore o web designer, potreste offrire una "clinica del sito web": In questa clinica, si fornisce un feedback su una pagina specifica. Anche in questo caso, potete specificare i siti web in anticipo o chiedere ai vostri follower degli esempi. In questo modo avrete la possibilità di familiarizzare un po' con il sito in modo da avere qualcosa di significativo da dire.

Invitare persone interessanti

Ad esempio, qualcuno della vostra cerchia di colleghi. Preparate in anticipo una bozza dei possibili argomenti. Magari scegliete un argomento principale di cui volete parlare. L'ideale sarebbe iniziare con una persona che si conosce bene e con cui si parla abitualmente. Poi sarà sciolto e rilassato. Stabilite un calendario approssimativo e iniziate.

Webinar gratuito in diretta

Ad esempio, avete preparato una presentazione e rispondete alle domande del pubblico. Potete anche preregistrare il vostro webinar e riprodurlo semplicemente durante l'evento dal vivo. Solo dopo sarete in diretta per la sessione di domande e risposte.

Competenza anziché vendita

In tutto questo, tenete presente il vostro obiettivo: in definitiva, il livestreaming servirà a posizionarvi come esperti o a conoscere la vostra clientela, e meno (o per niente) a vendere direttamente. Anche in questo caso, ci sono alcuni parallelismi con l'approccio simile del content marketing.

Allo stesso tempo, come spesso accade, non c'è alcuna garanzia che i vostri sforzi vengano ripagati. Ma se iniziate con il livestream marketing, cercate di offrirlo regolarmente e per un periodo di tempo più lungo. Solo così potrete acquisire esperienza. Inoltre, bisogna far sapere che siete in onda e che le persone possono interagire con voi. Quindi è necessario avere pazienza.

Certo: È più facile a dirsi che a farsi. Soprattutto come freelance, dovete comunque occuparvi di altre "piccole cose", come i progetti dei vostri clienti. Questi vengono logicamente prima. Ma se non si stabilisce un piano concreto, l'argomento livestreaming cadrà rapidamente nel dimenticatoio.

A mio avviso, il concetto giusto è quello che vi si addice, quello che il vostro gruppo target trova interessante e utile e quello che vi aiuta a posizionarvi.

Marketing in livestream passo dopo passo

Se non avete ancora esperienza con i livestream, dovreste prima recuperarla. Il motto è: prima iniziare e poi migliorare con il tempo ("imparare facendo"). Questi livestream non devono necessariamente apparire immediatamente sotto il nome della vostra azienda. Invece, si può provare privatamente per ridurre la pressione del successo.

Se la cosa si adatta bene a voi e al marchio, potete ovviamente iniziare subito con il nome attuale. Si deve presumere che i primi (decine) livestream non siano particolarmente buoni. Stare davanti alla telecamera è già abbastanza insolito e impegnativo per molti. Farlo davanti a un pubblico è un passo più emozionante.

La sfida per voi non è solo che potreste essere visti non molto bene. È necessario tenere a mente una serie di cose: Il pubblico reagirà, darà un feedback e farà domande. Potreste avere un ospite nel vostro studio virtuale che volete far parlare anche voi. E poi c'è sempre la domanda in fondo alla mente se il flusso è ancora in corso o se l'immagine è congelata...

I miei due consigli per ridurre questi problemi:

  • Non prendete tante cose in una volta sola.
  • Pianificate il più possibile in anticipo e prendete nota di ciò che dovete fare e di ciò che volete dire.

Questo dovrebbe aiutarvi a partire meglio. Con il tempo, si svilupperà una routine. Forse avete già pronta una lista di controllo per pensare a tutto. O ancora meglio: non fate il livestream da soli, ma qualcuno vi affianca in sottofondo, ad esempio per tenere d'occhio i commenti.

La piattaforma giusta

Come detto all'inizio, ci sono molti modi per andare in diretta. Quale sia la piattaforma più adatta a voi e alla vostra idea è una questione molto individuale. La risposta a questa domanda è data principalmente da dove si trova di solito il vostro gruppo target e da dove è interessato a sentirvi in questa forma.

  • Facebook può offrire se stesso. La funzione livestream è disponibile sia per i privati che per le Pagine Facebook. È possibile fissare la data in anticipo e quindi annunciarla.
  • YouTube, invece, è particolarmente adatto se si vuole fornire un accesso aperto al livestream, in quanto può essere visualizzato senza effettuare il login. Potete incorporare i vostri livestream sul vostro sito web prima, durante e dopo l'evento, proprio come qualsiasi altro video di YouTube. Inoltre, vengono inseriti nell'elenco dei video del vostro canale YouTube e possono essere trovati tramite la ricerca.
  • LinkedIn è sicuramente una buona idea, perché qui si può raggiungere un pubblico di professionisti. Tuttavia, la funzione live non è automaticamente disponibile per tutti i profili e le pagine. Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Altre offerte, come Instagram Live o Twitch, sono particolarmente interessanti se siete già attivi. O se si adatta particolarmente bene al vostro gruppo target.

Il software giusto

Non è necessario alcun software speciale per iniziare. È sufficiente utilizzare la funzione integrata nella piattaforma scelta. Solo quando si vuole fare di più e ottenere di più, entrano in gioco programmi e servizi aggiuntivi. Può trattarsi di qualcosa come Ecamm Live o OBS Studio che si installa sul computer. Oppure potete utilizzare un servizio online come StreamYard o Melon.

Con l'aiuto di questi strumenti, potete rendere i vostri livestream migliori e più interessanti e trasmetterli su più piattaforme contemporaneamente. Inoltre, è più facile invitare ospiti e includere altri contenuti: Ad esempio, è possibile condividere lo schermo o riprodurre un video. A seconda della piattaforma, è possibile utilizzare più di una telecamera, in modo da poter passare da una prospettiva all'altra.

L'attrezzatura giusta

Come per il software, anche per l'hardware è tutto a portata di mano: non sono necessarie attrezzature particolari per iniziare. Lo smartphone o la webcam del portatile sono già sufficienti. Se volete fare il passo successivo, ci sono alcune opzioni consigliabili.

Video con poco budget

In un altro articolo ho già spiegato come ottenere una buona qualità video con un budget ridotto. I consigli contenuti in quell'articolo si applicano anche ai livestream: prestate attenzione al suono, alla composizione dell'immagine e all'illuminazione. Scoprirete anche con quali strumenti semplici potete iniziare e quando vale la pena di fare un upgrade.

Vorrei aggiungere una nota sul tema delle telecamere: I modelli di alta qualità hanno una buona qualità dell'immagine e possono essere utilizzati in modo più flessibile rispetto alla webcam integrata nel computer portatile. Ma è necessario verificare in anticipo fino a che punto possono essere utilizzati per i live stream. Alcune fotocamere offrono questa funzione come standard. A questo punto è sufficiente collegarlo al computer, ad esempio tramite USB. Per altri, potrebbe essere necessario un hardware aggiuntivo, come un adattatore HDMI-USB.

Tuttavia, ci sono altre insidie, come una generazione USB troppo vecchia sul computer. Un altro problema di base può essere che l'immagine arriva al computer con un leggero ritardo, il che può causare una mancata sincronizzazione con il suono.

In breve: una webcam esterna di alta qualità o uno smartphone moderno sono probabilmente la scelta migliore, soprattutto per i principianti. Entrambe le soluzioni funzionano molto facilmente con le offerte di live streaming.

Esempi di livestreaming

A causa della breve durata del formato, non è facile trovare esempi di livestream. È molto probabile che questo avvenga quando si utilizza YouTube, perché, come già detto, i flussi sono facili da trovare in seguito.

Il seguente è un esempio utile e simpatico di Perspective. Il team mostra in livestream come utilizzare il servizio per un'applicazione specifica. Si tratta di un'operazione meno efficiente rispetto ai tipici video "how-to". Ma è più facile da seguire, proprio perché non è perfetto e corrisponde maggiormente al processo di pensiero della comunità degli utenti. Chi era presente dal vivo ha potuto ovviamente fare domande:

Un altro esempio viene da vidIQ. In questo caso, gli spettatori hanno potuto far valutare in diretta il proprio canale YouTube dagli esperti del livestream e ricevere consigli su come migliorarlo:

I livestream possono essere una piacevole aggiunta alle vostre attività di marketing. Come descritto, hanno alcuni svantaggi, ma anche alcune caratteristiche speciali, come l'interazione con il pubblico. Poiché gli ostacoli tecnici sono così bassi, sono anche abbastanza facili da provare.

A questo proposito, la cosa più importante è avere una buona idea e poi prendersi il tempo per realizzarla. Attendo i vostri esempi di livestream marketing nei commenti.

Le vostre domande su Livestream Marketing

Che domande hai per Jan? Sentitevi liberi di usare la funzione di commento. Vuoi essere informato sui nuovi articoli sul tema del marketing online? Allora seguiteci su Twitter, Facebook, LinkedIn o tramite la nostra newsletter.

Ti è piaciuto l'articolo?

Con la tua valutazione ci aiuti a migliorare ancora di più il nostro contenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.