SEO Guide 2020: YMYL, EAT, BERT, structured data e molto altro ancora

Dominik Stein Aggiornato il 20.10.2020
11 Min.
SEO 2020
Ultimo aggiornamento il 20.10.2020

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è in costante evoluzione. Vuoi ottenere buone posizioni nei risultati di ricerca organici per il tuo SEO 2020? Allora questo è il momento migliore per definire la strategia SEO. Come ouoi ottimizzare il tuo sito web per Google & Co? E a quali tendenze ti puoi adattare? Diamo un'occhiata.

Uno sguardo al SEO dell'anno 2019

Per capire dove sta andando il SEO 2020, vale la pena di guardare indietro ai cambiamenti del 2019. In questo modo si possono vedere le tendenze e le ambizioni dei giganti dei motori di ricerca. E cavolo, Il 2019 è stato un anno turbolento per noi ottimizzatori per motori di ricerca.

Suggerimento: vedi anche il SEO Guide 2019 sul nostro blog, con consigli su GoogleRankBrain, Mobile Firste e Voice Search.

Modifiche all'algoritmo di ricerca

Ogni anno Google adegua il suo algoritmo di ricerca. La differenza rispetto agli anni precedenti: Il numero di aggiornamenti o modifiche SEO è in costante aumento. A questo punto vorremmo ringraziare Peter J. Meyersche ha ricercato i seguenti dati per Google:

  • 2018: 3234 ottimizzazioni
  • 2017: 2453 modifiche
  • 2016: 1653 ottimizzazioni
  • 2013: 890 ottimizzazioni
  • 2009: 350-400 modifiche

Molto interessante è questa dichiarazione per l'anno 2018:

"Solo nel 2018 abbiamo fatto più di 3234 ottimizzazioni per la ricerca su Google. Queste sono ricche di innovazioni come il Knowledge Graph fino all'aggiornamento dei nostri algoritmi di classificazione. In questo modo ci assicuriamo di continuare a fornire contenuti pertinenti e affidabili".

Mentre l'alto numero di modifiche è per ottimizzazioni piuttosto piccole, quest'anno ci sono stati anche grandi aggiornamenti molto notati. Ecco una panoramica prima di arrivare alle tendenze per il 2020.

Confermati gli aggiornamenti dell'algoritmo di Google per l'anno 2019

Il Google Core March Update (12 marzo 2019): noto anche come Florida 2 Update. È un adattamento completo dell'algoritmo centrale. Tali aggiornamenti riguardano di solito la qualità dei risultati della ricerca in generale. Non ci sono - almeno secondo la dichiarazione di Google - raccomandazioni concrete per ottimizzare i tuoi siti web per l'aggiornamento.

Il Google Core June Update (04 giugno 2019) ha visto un aggiornamento simile dell'algoritmo centrale. Il canale Twitter SearchLiaison di Google ti dirà quando le modifiche più importanti andranno live:

Twitter

Caricando il tweet si accetta l'informativa sulla privacy di Twitter.
Per saperne di più

Carica il contenuto

PGJsb2NrcXVvdGUgY2xhc3M9InR3aXR0ZXItdHdlZXQiIGRhdGEtd2lkdGg9IjU1MCIgZGF0YS1kbnQ9InRydWUiPjxwIGxhbmc9ImVuIiBkaXI9Imx0ciI+VG9tb3Jyb3csIHdlIGFyZSByZWxlYXNpbmcgYSBicm9hZCBjb3JlIGFsZ29yaXRobSB1cGRhdGUsIGFzIHdlIGRvIHNldmVyYWwgdGltZXMgcGVyIHllYXIuIEl0IGlzIGNhbGxlZCB0aGUgSnVuZSAyMDE5IENvcmUgVXBkYXRlLiBPdXIgZ3VpZGFuY2UgYWJvdXQgc3VjaCB1cGRhdGVzIHJlbWFpbnMgYXMgd2XigJl2ZSBjb3ZlcmVkIGJlZm9yZS4gUGxlYXNlIHNlZSB0aGlzIHR3ZWV0IGZvciBtb3JlIGFib3V0IHRoYXQ6PGEgaHJlZj0iaHR0cHM6Ly90LmNvL3RtZlFraGRqUEwiPmh0dHBzOi8vdC5jby90bWZRa2hkalBMPC9hPjwvcD4mbWRhc2g7IEdvb2dsZSBTZWFyY2hMaWFpc29uIChAc2VhcmNobGlhaXNvbikgPGEgaHJlZj0iaHR0cHM6Ly90d2l0dGVyLmNvbS9zZWFyY2hsaWFpc29uL3N0YXR1cy8xMTM1Mjc1MDI4ODM0OTQ3MDczP3JlZl9zcmM9dHdzcmMlNUV0ZnciPkp1bmUgMiwgMjAxOTwvYT48L2Jsb2NrcXVvdGU+PHNjcmlwdCBhc3luYyBzcmM9Imh0dHBzOi8vcGxhdGZvcm0udHdpdHRlci5jb20vd2lkZ2V0cy5qcyIgY2hhcnNldD0idXRmLTgiPjwvc2NyaXB0Pg==

Google Domain Diversity Update (07 giugno 2019): qui i risultati della ricerca sono stati adattati se un dominio con più URL domina una query di ricerca. Questo aggiornamento serve ad evitare che un sito web venga classificato più volte per lo stesso termine di ricerca. L'aggiornamento di Google sulla riduzione dei contenuti non per adulti (16 luglio 2019) favorisce i contenuti per adulti. In altre parole: Se c'è un'interpretazione adulta di una query di ricerca, Google la preferisce.

Il 18 settembre 2019 è stata adeguata la presentazione delle esperienze e delle valutazioni: le aziende che producono Gli structured data per le valutazioni (le cosiddette stelle di Google nel Serp) non sono più considerate dall'algoritmo.

L'aggiornamento di Google BERT del 19 ottobre 2019 è un argomento di grande discussione, che riguarda il 10% di tutte le ricerche di Google nel mondo. BERT sta per "Bidirectional Encoder Representations from Transformers" ed ha lo scopo di migliorare la comprensione del testo delle richieste di ricerca in linguaggio naturale (Natural language processing / NLP). Con questo, il gigante della ricerca vuole migliorare la qualità dei suoi risultati di ricerca ancora di più. Qualche altro suggerimento su questo più tardi.

Annunci, aggiornamenti dei prodotti & WordPress

L'annuncio del 10 settembre 2019 aveva tutto: Google ha dichiarato di trattare l' attributo nofollow in futuro in modo di diverso. L'azienda fornisce soluzioni concrete su come affrontare i link sponsorizzati e i contenuti generati dagli utenti.

Le modifiche hanno lo scopo di aiutarti a differenziare meglio lo scopo e l'origine di un link - per comprendere meglio il rapporto tra il tuo content e quello di altri siti web. Avrai più tardi maggiori informazioni in merito.

Già nel 2018 Google ha annunciatoche la Search Console (prima: Webmaster Tools) otterrà un'interfaccia completamente nuova. Il 09 settembre 2019 era finalmente arrivato il momento: la vecchia Search Console è stata sostituita da una nuova interfaccia.

A poco a poco ha anche ottenuto nuovi aggiornamenti e nuove funzioni. Questo include informazioni che la vecchia Search Console non forniva. Ad esempio, la Search Console ora informa sui tempi di caricamento troppo lunghi:

Velocità della console di ricerca
Informazioni sui tempi di caricamento nella console di ricerca

Suggerimento: guarda il nostro Confronto di Hosting WordPress. Come ottimizzare la velocità delle tue pagine web, puoi scoprirlo nel nostro E-Book Performance.

Ci sono anche nuove informazioni sui tassi di clic dei video e numerosi altri aggiornamenti. In sostanza, ora stiamo acquisendo una prospettiva completamente nuova su come Google capisce il nostro sito web da un punto di vista tecnico. Google non si impegnerebbe così tanto se si potessero trascurare le ottimizzazioni tecniche.

Aggiornamenti per Pagespeed, Lighthouse, TestMySiteWithGoogle

I webmaster sanno da anni che il tempo di caricamento gioca un ruolo importante nell'esperienza dell'utente e nel SEO. Le prime indicizzazioni Mobile First ci sono in definitiva dal 2018. E poiché il tempo di caricamento può variare a causa della disponibilità della rete o della velocità della rete, ha senso ridurlo.

Oltre alla Search Console, Google ha aggiornato e lanciato diversi prodotti per aiutarti a ottimizzare il tuo sito web:

L'inserimento di Google nella directory dei plugin di WordPress

Google ha rilasciati diversi plugin per WordPress quest'anno. Quindi il CMS open source ha molto peso per Google. Ad esempio, il Google Site Kit è arrivato sul mercato. Fornisce dati importanti su Analytics, sula Search Console e sula PageSpeed. All'indirizzo wordpress.org c'è il plugin di WordPress adatto.

O il plugin Native Lazyload . Anche se ci sono già alcuni plugin di WordPress in giro a sostenere il Lazy Load. Ma l'estensione mostra ancora una volta le ambizioni del gigante dei motori di ricerca di ridurre i tempi di caricamento per WordPress & Co.

Altri tool di Google per il SEO 2020

Oltre a questi strumenti, nel 2019 ci sono stati molti altri annunci:

YouTube

Scaricando il video si accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica il video

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LnlvdXR1YmUtbm9jb29raWUuuY29tL2VtYmVkL3dTd3pmRW41LTZBIiB3aWR0aD0iNTYwIiBoZWlnaHQ9IjMxNSIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJhbGxvd2Z1bGxzY3JlZW4iPjwvaWZyYW1lPg==.

Questi non erano nemmeno tutti gli annunci. Molti dettagli sono stati menzionati solo in Webmaster Hangouts o su Twitter Quindi vale la pena di abbonarsi a questi canali. Ma una cosa è certa: i SEO hanno avuto molto da imparare quest'anno.

Suggerimento: Dominik scrive regolarmente per noi articoli SEO in cui riferisce le tendenze più importanti su Google. Seguici su Twitter, Facebook o nella nostra Newsletterper leggere i suoi articoli.

Dagli annunci e dagli aggiornamenti degli algoritmi degli ultimi due anni si possono ricavare le seguenti raccomandazioni per il tuo SEO 2020:

L'esperienza dell'utente ha sempre la priorità!

Anche nel 2020 l'imperativo più importante resta quello di soddisfare gli interessi dei tuoi visitatori. Con ogni anno che scompare il confine tra l' esperienza dell'utente e l'ottimizzazione dei motori di ricerca. A volte non sembra improbabile che segnali come il tempo di permanenza sostituiscano segnali collaudati dal SEO (per esempio i backlink).

Ma come operatore di un sito web si beneficia anche dei molti altri effetti positivi dell'esperienza dell'utente. Sia che si tratti di un aumento delle entrate o di tempi di caricamento più rapidi. Ma questo significa anche che bisogna concentrarsi sull'essenziale:

  • Investi solo in contenuti che soddisfano l'intenzione di ricerca dei tuoi visitatori. Vedi l'articolo di Jan sulla Strategia dei contenuti.
  • Dimentica i complicati Funnels.
  • Lascia perdere i trucchi per ottenere stelle nei risultati di ricerca o per creare contenuti che non sono in linea con clienti o utenti. Non ha funzionato nel 2019 e funzionerà sempre peggio nei prossimi anni. Soprattutto perché i motori di ricerca stanno diventando sempre più bravi a capire i contenuti e le loro connessioni.
  • Evita contenuti doppi o pagine intermedie non necessarie. Guida i tuoi utenti verso l'obiettivo il più rapidamente possibile.

Forma un marchio o un'autorità

Ti ricordi l' aggiornamento Medi del 2018? Nell'agosto 2018 si è verificato un importante aggiornamento del Google Core che ha interessato principalmente il settore sanitario. Da qui il nome.

Come si è scoperto solo in seguito, questo aggiornamento non era affatto rivolto al settore. Invece, furono ponderate la veridicità e l'autorità di un contenuto. Questi contenuti sono stati classificati secondo le cosiddette Search Raters Quality Guidelines (PDF). Un certo numero di persone valutano la qualità di un sito web secondo le linee guida appropriate. I dati raccolti vengono poi utilizzati per regolare l'algoritmo.

Di particolare valore sono le 2 sezioni su YMYL (Your Money your Life) e EAT (Expertise - Authority - Trust). Si tratta di siti che pubblicano contenuti che possono avere un impatto negativo sulla vita di una persona. Per esempio, attraverso false informazioni su medicina e malattie, finanze o legge.

Search Raters Quality Guidelines
Un estratto delle Search Raters Quality Guidelines di Google

Le informazioni false sono contro l'interesse dell'utente. Danno solo un vantaggio al gestore del sito. Ma ci sono anche altri contesti. Le aziende sono alla ricerca di modi per ridurre i danni causati dalle fake news. Tra le altre cose questo risulta dallo scandalo di Facebook Cambridge Analytica. Questo rende ancora più importante stabilire un'autorità o un marchio (brand). In altre parole, per creare siti web il cui contenuto informativo sia affidabile. Il CEO di Google Eric Schmidt ha già confermato nel 2008:

“Brands are the solution, not the problem. Brands are how you sort out the cesspool.”

In qualità di azienda che scrive su argomenti sensibili, puoi, ad esempio, fare attenzione alle seguenti possibilità di ottimizzazione:

  • Lavora con i riferimenti delle fonti nei tuoi contenuti.
  • Utilizzare microdati e le caselle degli autori per chiarire chi ha scritto il contenuto.
  • Pubblica informazioni su ciò che ti qualifica per scrivere sull'argomento.
  • Costruisci un'autorità in materia nella tua nicchia. Ad esempio attraverso contributi di ospiti, link building su pagine rilevanti per l'argomento o su cataloghi di settore.

Anche il traffico di un mio cliente è crollato dopo l'aggiornamento nell'agosto 2018. Tuttavia, seguire i suggerimenti nelle Quality Rater Guidelines ha contribuito a ripristinare il traffico originale:

Ottimizzazione YMYL
Esempio di ottimizzazione YMYL

Raccomando a chiunque si occupi del SEO 2020 di leggere attentamente le Raters Quality Guidelines!

L'ottimizzazione tecnica è più importante che mai

Se guardiamo a tutti gli aggiornamenti dei prodotti degli ultimi due anni, dovremmo chiederci perché Google ci fornisce tutti questi tool. Certamente non per niente.

Ottimizzazione tecnica dei motori di ricerca significa, tra le altre cose: chiarire ai motori di ricerca quali contenuti del tuo sito web sono realmente rilevanti. Quei metodi, che hanno funzionato molto bene nel 2019, saranno ancora validi nel 2020. Per esempio il collegamenti interni e Pillar Content. Utilizza strumenti come la Search Console per trovare e correggere 404 errori sul tuo sito web. In questo modo si evitano inutili reindirizzamenti. Verifica anche se i dati strutturati del tuo sito web sono correttamente programmati sono:

Dati strutturati
Lo strumento di prova per i dati strutturati di Google

In breve: non trascurare la struttura tecnica del tuo sito web. Il contenuto può essere il re. Ma se ogni operatore crea solo contenuti di alta qualità, diventa sempre più difficile per i motori di ricerca scegliere il contenuto migliore tra tutte le varianti. L'influenza di altri fattori di classifica (tempo di caricamento, collegamenti interni, rilevanza, backlink) gioca quindi un ruolo decisivo nelle nicchie competitive.

I motori di ricerca hanno interesse a strisciare solo le informazioni rilevanti di un sito web. Chiarire quali url servono a quale scopo e come possono essere indicizzati.

Suggerimento: come sottoponi il tuo sito web ad un controllo tecnico, te lo mostrerò nel mio dettagliato Tutorial per l'audit SEO. Compresi numerosi consigli per migliorare i tuoi siti.

Ottimizzazione della velocità

Se guardiamo agli aggiornamenti dei prodotti degli ultimi due anni, è sorprendente: la maggior parte delle modifiche sono per l' Ottimizzazione delle prestazioni. Non è un caso che dopo l'annuncio del "Mobile First Index" si sia messo così tanto impegno nella velocità. I dispositivi mobili si sono già lasciati alle spalle la ricerca sul desktop. Questa tendenza continuerà a crescere nei prossimi anni. Con Google Lighthouse è possibile controllare la velocità mobile dei tuoi siti web:

Google Lighthouse
Una valutazione con Google Lighthouse

I webmaster dovrebbero occuparsi della consegna rapida dei loro siti web e scegliere un web hosting conforme . Con questo e con le misure corrette i tempi di caricamento dei tuoi progetti possono essere enormemente migliorati.

Capire meglio il content e il contenuto

Nel 2019 anche i motori di ricerca hanno compiuto sforzi per capire meglio i contenuti e le relazioni. La maggior parte degli aggiornamenti core principali del 2019 erano finalizzati alla comprensione del testo. O a migliorare l'esperienza dell'utente.

La prospettiva, come Google tratta il nofollow link cambierà a partire da marzo 2020. Mentre finora è stata prassi comune nell'industria degli affiliati dichiarare tutti i link pubblicitari in uscita come "nofollow", Google è per la prima volta interessato a comprendere il contesto che sta dietro ai link sponsorizzati. O quale contenuto di una pagina è stato creato dagli utenti. A tal fine, Google sta introducendo due nuovi attributi link in arrivo.

Inoltre, gli aggiornamenti come "BERT" mirano a migliorare ulteriormente la comprensione del testo. Purtroppo, non c'è quasi nessuna possibilità di ottimizzazione tecnica per gli operatori di siti web. Possiamo ottimizzare i nostri contenuti solo in modo naturale. In altre parole, scrivere testi di alta qualità e che offrono soprattutto significato e valore aggiunto per l'utente. Come nel caso di tutorial come questo. Sul blog di Moz c'è un ottimo contributo esplicativo su BERTcon video.

Guida BERT
BERT ha spiegato semplicemente - su moz.com

Suggerimento: vuoi scoprire quali contenuti sono interessanti per i tuoi visitatori? Allora ti consiglio una ricerca per parole chiave. Te lo spiego passo dopo passo.

Gli structured data stanno diventando sempre più importanti

Gli structured data o schema Markup è stato un argomento importante negli ultimi anni. Anche nel 2019 sono state offerte nuove possibilità per rendere il proprio sito web più interessante nei risultati di ricerca. In alcuni casi sarai anche ricompensato con piazzamenti migliori.

Nel 2020 anche gli structured data acquisteranno sempre più importanza. Ogni operatore del sito web dovrebbe informarsi se esiste un formato di dati per il suo settore che può utilizzare a suo vantaggio. Ad esempio, le aziende locali possono iniziare con il LocalBusiness Markup lancio.

Generatore di markup dello schema JSON
Il generatore di Markup Schema JSON di James Flynn

Un albero decisionale di Rand Fishkin ti aiuta a decidere se gli structured data ti offrono un vantaggio. Puoi leggere il post Optimizing for and against Google su searchengineland.com.

Posizione 0 con box di FAQ & HowTo

Un problema complicato è rappresentato dalle nuove caselle delle FAQ, che rispondono alle ricerche già presenti nei risultati della ricerca. E che quindi finiscono sempre più spesso nei cosiddetti risultati a zero(0) clic. A proposito, questi costituiscono quasi la La metà di tutte le operazioni di ricerca fuori.

D'altra parte, con la nuova funzione hai la possibilità di essere menzionato in posizioni particolarmente interessanti. Ecco un esempio:

Blocco FAQ di Google
Alla domanda si può rispondere senza un altro clic

Questa nuova funzione è problematica perché rende per la prima volta Google un concorrente diretto nei risultati di ricerca. Adoro i riquadri delle FAQ, ma come operatore di un sito web devi chiederti seriamente:

  • Quali informazioni dai al motore di ricerca?
  • Vuoi dare questa possibilità ai tuoi concorrenti?
  • Quanto è importante il clic per questa ricerca per il tuo sito web? O quali sono le possibilità che la casella delle FAQ finisca in un clic?
  • È possibile scrivere il contenuto in modo tale da ottenerlo con un solo clic?

Rand Fishkin ha parlato di questo alla SMX East:

The prisoner’s dilemma is: Do I optimize for zero-click searches, for providing these answers, for marking my results the way Google wants them — and potentially losing traffic as a result?

Presenta il seguente albero decisionale come possibile soluzione:

Twitter

Caricando il tweet si accetta l'informativa sulla privacy di Twitter.
Per saperne di più

Carica il contenuto

PGJsb2NrcXVvvdGUgY2xhc3M9InR3aXR0ZXItdHdlZXQiIGRhdGEtd2lkdGg9IjU1MCIgZGF0YS1kbnQ9InRydWUiPjxwIGxhbmc9ImVuIiBkaXI9Imx0ciI+VGGhlIFplcm8gQ2xpY2sgRGVjaXNpb24gVHJlZSA8YSBocmVmPSJodHRwczovL3R3aXR0ZXIuY29tL2hhhc2h0YWcvbW96Y29uP3NyYz1oYXNoJmFtcDtyZWZfc3JjPXR3c3JjJJTVFdGZ3Ij4jbW96Y29uPC9hPiA8YSBocmVmPSJodHRwczovL3aXR0ZXIuY29tL2hhhhc2h0YWcvc2VvvP3NyYz1oYXNoJmFtcDtyZWZfc3JjPXR3c3JjjJJPXR3c3JjJTVTVFdGZ3Ij4jc2VvPC9hPiA8YSBocmVmVmPSJodHRwczovL3QuY28vVVVVVkdMUDM0bnhVVViI+cGljLnR3aXR0ZXIuY29tL1ZHTFAzNG54VVVY8L2E+PC9wPiZtZGFzaDsgQW1hbmRhIExlZW1hbiB8IEZvdW5kZXIsIFJvc2UgRGlnaXRhbCAoQGFtYW5kYVYV9sZWVtYW4pIDxhIGHIGhyZWY9Imh0dHBzOi8vdHdpdpdHRlci5jb20vYW1hbmRhX2xlZW1hbi9zdGF0dXMvMvMTE1MDgxMDgxMDY3NDY4NTA3MTM2Mj9jJJJPXZWZfc3JjPXR3c3JjJJJPXJJFdGGZ3Ij5IjKdWx5DWx5IDE1LCAyMDE5PC9HPjwwvyMXmxvY2txdW90ZT48c2NyaXBB0IGFzeW5jIHNyYz0iaHR0cHM6Ly9wbGF0Zm9ybS50d2l0dGVyLmNvbS93aWRnZXRzLmpzIBjaGFJJ1dGYtOCI+PC9ZY3JpcHQ

Il ritorno della meta-ottimizzazione

E questo ci porta a un'opportunità di ottimizzazione che spesso viene trascurata: i meta titoli e le meta descrizioni! E sì, le meta descrizioni non sono più fattori di classifica attivi. Ma il tasso di clic (CTR) nel Serps ha un effetto positivo passivo sull'ottimizzazione dei motori di ricerca del tuo sito.

La differenza rispetto al 2019: con la tendenza sempre crescente delle interazioni a 0 clic e la quantità di informazioni nelle caselle delle FAQ, è necessario distinguersi sempre di più per ottenere un clic nei risultati di ricerca.

Non fare affidamento sulla generazione automatica di meta informazioni. Assicurati con un plugin SEO per WordPress che gli URL più importanti del tuo dominio abbiano una meta descrizione gradevole e interessante. Deve essere scritto in modo talmente interessante, da distinguersi dalle FAQ e da un migliore posizionamento, se necessario.

Javascript e SEO

Javascript è una gran cosa - i motori di ricerca fanno molta strada per capire meglio i contenuti Javascript. Qualificano i webmaster con corsi gratuiti e aggiornano i propri crawler. E negli ultimi anni si sono fatti enormi progressi. Ma anche nel 2020 i siti statici avranno un vantaggio nell'ottimizzazione dei motori di ricerca rispetto ai siti con contenuti dinamici. Ne sono sicuro.

Queste erano le mie riflessioni sulle tendenze SEO nel 2020, qual è la tua personale top-trend? Hai domande sulla strategia SEO 2020? Quali metodi hanno funzionato particolarmente bene per te nel 2019? Non vedo l'ora di vedere le risposte nei commenti!

Vuoi più consigli su WordPress e SEO? Allora seguici su Twitter, Facebook o nella nostra Newsletter.

Immagine: Vince Fleming

Quella che era iniziata come una passione è diventata la professione di Dominik. Oggi, in qualità di ottimizzatore di motori di ricerca, consiglia le aziende di tutta la Germania nell'implementazione delle misure OnPage & OffPage. O le attua lui stesso. Come "giovane blogger" Dominik condivide le sue conoscenze sull'ottimizzazione dei motori di ricerca nel suo blog SEO.

Articoli correlati

Commenti su questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * marcato.